Fumata nera per i noleggiatori d’auto con conducente. Presto migliaia di disoccupati in più?

Fumata nera. Se i noleggiatori di auto con conducente speravano che dall’incontro a Roma con il viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Edoardo Rixi potesse arrivare la conferma di una nuova proroga per scongiurare l’entrata in vigore dal 1 gennaio del del decreto 29/1 quater, destinato a far scomparire moltissime imprese del settore, sono rimasti delusi. Nessuna risposta concreta è infatti giunta dall’incontro organizzato nello stesso giorno in cui moltissimi noleggiatori sono tornati in piazza per protestare contro una norma talmente inconcepibile da essere stata prorogata per 10 anni da tutti i Governi precedenti. Continua a leggere

Scontro frontale fra noleggiatori di auto con conducente e tassisti: “Basta con le protezioni”

L’hanno chiamato, senza mezzi termini, il decreto “ammazza Ncc”. E per fermarlo sono pronti pronti a bloccare aeroporti, autostrade e città. Loro sono i noleggiatori di auto conducente e il decreto contro il quale sono pronti a tutto è il 29/1 quater, norma che se entrasse in vigore del 1° gennaio 2019, come nelle intenzioni del governo,” cancellerebbe 80mila aziende e creerebbe 200mila disoccupati”. Una prospettiva contro la quale migliaia di lavoratori, ma anche loro familiari, sono pronti a scendere nuovamente in piazza martedì 18 dicembre a Roma, proprio mentre una delegazione in rappresentanza della categoria sarà ricevuta al ministero dei Trasporti dal viceministro Edoardo Rixi. Continua a leggere

 Autonoleggiatori con conducente, un lavoro che il Governo è davvero pronto ad annientare?

Dopo dieci anni trascorsi a colpi di proroghe, seguendo una strada imboccata da alcuni senatori che avrebbe dovuto essere provvisoria e seguendo il detto secondo cui è meglio rinviare a domani quello che si potrebbe fare oggi, il Governo in carica sembrerebbe deciso a non rinviare ulteriormente l’entrata in vigore di una norma che la categoria dei noleggiatori di auto con conducente ritiene, a ragion veduta, una “bestialità”, destinata ad annientare di fatto una categoria di lavoratori. La norma in questione è quella prevista dall’articolo 29,1 quater, che proibisce a un noleggiatore che effettua un servizio dalla propria sede (diciamo Milano) di caricare in fase di rientro un proprio cliente che lo ha prenotato per tempo. Continua a leggere

Servizio taxi e auto a noleggio: prima viene la sicurezza, poi vengano pure le App

Mercoledì 4 maggio la viabilità di Milano è andata in crisi per la protesta dei tassisti, scesi in piazza a manifestare contro l’abusivismo dilagante nel settore. Le responsabilità sono da attribuirsi ai diversi esecutivi e ministri dei Trasporti che si sono succeduti dal 2008 e in particolare a chi, incapace di decidere o desideroso di favorire qualche categoria, ha preferito intervenire con una normativa demenziale che penalizza l’attività dei noleggiatori (basti pensare all’obbligo di dover cominciare e terminare ogni servizio presso la sede della rimessa situata nel Comune che ha rilasciato l’autorizzazione) favorendo l’incertezza normativa. Continua a leggere

Google sfida Uber: l’auto a noleggio in futuro si potrà guidare da sola?

Dall’auto a noleggio con conducente all’auto a noleggio, ma senza conducente. La strada dell’auto che si guida da sola potrebbe in futuro prevedere anche il noleggio. Con Google e Uber che da alleati diventerebbero concorrenti. Secondo Bloomberg, il gigante di Mountain View dopo aver investito nella start up di San Francisco sta pensando di sviluppare un suo servizio di noleggio auto, ma senza conducente. La base è il progetto di auto che si fuida da sola su cui sta lavorando. Intanto Uber pensa di aprire un centro per studiare proprio lo sviluppo di auto senza conducente. La sfida è iniziata. Continua a leggere

Targhe, l’emergenza non è finita: sono a rischio 60mila immatricolazioni

Non si ferma l’emergenza targhe. Il mercato dell’auto che sta cercando di accelerare dopo anni di sosta forzata si trova a dover fare i conti con un freno imprevisto. Dopo l’allarme lanciato dall’Unasca (clicca qui per tutti i dettagli) è l’Aniasa, l’associazione dell’autonoleggio di Confindustria, a tenere alta l’attenzione sul tema. “La carenza di targhe per i nuovi veicoli sta rallentando le immatricolazioni di un mercato dell’auto in cerca di vera ripresa, causando ritardi, ulteriori appesantimenti burocratici e maggiori costi per la mobilità aziendale. Se non si porrà rapida soluzione al problema, sono a rischio le 60mila immatricolazioni di nuovi veicoli a noleggio previste per il primo trimestre 2015”, scrive l’associazione in una nota indirizzata all’Istituto Poligrafico della Zecca. Continua a leggere

Sesso in auto, ma con la macchina a noleggio: Roma scopre il car sex to go

L’auto a noleggio è di moda. Ci sono le Cinquecento del servizio Enjoy di Eni, le Car2Go e altri veicoli. Così a Roma hanno pensato di mettere un po’ di pepe nel noleggio. Ossia? L’ultima follia degli amanti romani sarebbe, secondo il sito affaritaliani.it, “il car sex to go, ovvero l’amore nei parcheggi o in prossimità dei parchi all’interno dell’automobile non di proprietà, ma noleggiata”. Continua a leggere

Auto a noleggio, il Tar del Lazio blocca l’intestazione sulla carta di circolazione

Il Tar del Lazio con due ordinanze ha sospeso una parte della contestatissima Circolare del Ministero dei Trasporti del 10 luglio scorso che prevedeva l’obbligo di trascrivere sulla carta di circolazione il nome di chi non è proprietario dell’auto, ma la guida per oltre un mese. La parte sotto esame da parte del Tribunale amministrativo è quella relativa al noleggio senza conducente. A seguito del ricorso promosso da varie aziende del settore e dall’Aci è stato sospeso fino al 28 maggio 2015, quando è stata fissata l’udienza di merito, l’obbligo da parte del locatore di comunicare, per periodi superiori 30 giorni, le generalità del locatario all’Archivio Nazionale dei Veicoli presso la Motorizzazione. Continua a leggere

Più auto a noleggio e taxi: la ricetta ecologica della Regione Lombardia

Incrementare la diffusione delle vetture ecologiche (auto, car sharing, taxi) e l’uso e la circolazione di mezzi pubblici “puliti”. È questa una delle sfide che Regione Lombardia vuole vincere nel breve periodo, come ha ricordato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Maurizio Del Tenno, intervenendo al convegno “Mobilità elettrica: dalle parole ai fatti”, organizzato a Monza, nell’ambito delle iniziative collaterali al Gran Premio d’Italia. Continua a leggere

Auto a noleggio, attenzione alla carta di credito: se è prepagata niente vettura

Sono tanti i viaggiatori che – dopo aver raggiunto una destinazione in aereo, treno o nave – decidono di noleggiare un’auto. In realtà, il percorso non è sempre semplice. In particolare, le difficoltà nascono con le carte di credito. Il Cec, Centro Europeo Consumatori, ha redatto un vademecum nel quale si fa luce su alcuni aspetti. Si parte dalle carte prepagate, utilizzate spesso per gli acquisti online. Continua a leggere