Rc auto, i prezzi più alti a Napoli e in Toscana. È Aosta la città più economica

Assicurare un’auto a Napoli costa un capitale, mentre ad Aosta i prezzi sono decisamente più alti. All’ombra del Vesuvio, l’Rc auto si paga 714 euro, ben 410 in più di quello che serve per garantirsi la copertura in Val d’Aosta. I dati sono contenuti nell’ultima indagine dell’Ivass sull’andamento dei prezzi effettivamente pagati per la garanzia Rc auto. Il prezzo medio italiano nel terzo trimestre del 2015 è di 452 euro, con un aumento su base trimestrale dello 0,6 per cento e un calo su base annuale del 7,5 per cento. Continua a leggere

Grandine che rovina l’auto, ora l’assicurazione ti avvisa del rischio meteo

Oggi la maggior parte delle assicurazioni comprende (con il pagamento di un premio dedicato che di solito prevede una franchigia) la copertura del rischio di danneggiamento del veicolo da danni derivati da grandine o altri eventi atmosferici. In caso di evento atmosferico ci si deve ricordare di fornire sempre una prova del fenomeno atmosferico, per esempio una copia di articolo di giornale che provi l’avvenuta grandinata, oppure una dichiarazione certificata da autorità, comuni o stazioni meteo. Una delle più note compagnie assicurative online va però anche oltre. Per i propri clienti Direct Line ha infatti avviato una sorta di servizio “previsioni grandine”. Continua a leggere

Morso da un cane mentre era in motorino, pensionato risarcito con 112mila euro

Quell’incontro ravvicinato con un cane di media dimensione mentre era in sella al suo motorino gli ha cambiato la vita. Ora cammina solo grazie al bastone Gino Savegnago, 77enne di Torri di Quartesolo in provincia di Vicenza. Quel giorno stava percorrendo una strada laterale della Regionale 11 a Torri di Quartesolo quando un cane ha iniziato a correre dietro al suo motorino. Il meticcio è riuscito ad afferrare la gamba del pensionato e lo ha fatto cadere dal ciclomotore, come scrive Il Giornale di Vicenza.  Continua a leggere

L’auto oggi e vent’anni fa: impennati i costi per il bollo e l’assicurazione

Quanto costava un’auto vent’anni fa? Quanto si spendeva per l’assicurazione e quanto per il carburante? Il calcolo l’ha fatto il Centro Studi Auto Aziendali, che ha preso in esame i dati ufficiali sui costi di esercizio degli autoveicoli pubblicati dall’Aci. Ebbene, dal lontano 1991 a oggi, molte cose sono cambiate. A cominciare dal prezzo d’acquisto, cresciuto per un’auto media a benzina del 98,9 per cento. Ancora più caro l’aumento registrato per l’Rc auto: +487 per cento. Aumenti superiori a quelli dell’inflazione, cresciuta del 70,5 per cento.  Continua a leggere

Assicurazioni a tempo? Per risparmiare c’è un altro modo…

Con la bella stagione sono sempre più gli italiani che tolgono dai garage le moto o iniziano a utilizzare le vecchie auto lasciate nella casa al mare o in montagna. Mezzi che, per risparmiare, vengono spesso assicurati solamente per pochi mesi. Ma, come spiega il comparatore di assicurazioni online facile.it, non sempre questa operazione è conveniente. Queste polizze, infatti, possono costare anche il 30 per cento in più di quelle annuali. Continua a leggere

Trasparenza e risparmio, online si trova l’assicurazione su misura

Un’assicurazione su misura, con le coperture assicurative di cui si ha realmente bisogno e la garanzia di sapere con chiarezza cosa si sta acquistando. Sono questi i cardini di Quixa, la compagnia online del gruppo Axa, che da maggio ha ampliato l’offerta e rivoluzionato il sistema di acquisto all’insegna della trasparenza e della libertà di scelta. L’idea alla base del nuovo sistema è consentire agli automobilisti di avvalersi solamente delle coperture accessorie più utili sulla base delle proprie abitudini di guida. Continua a leggere

L’auto elettrica si prenota all’Ikea, Teener con 4.000 euro di sconto

È stata siglata una partnership fra Ikea Corsico (in provincia di Milano) e Movitron che prevede per i possessori delle card Ikea Family e Ikea Business la disponibilità di mille “Teener” (la minicar elettrica che si guida con il patentino del motorino e non paga il bollo, ha un’assicurazione Rca con meno di 90 euro, percorre fino a 80 km con un pieno e si ricarica in quattro ore per 50 centesimi) entro la fine del  2011 a condizioni particolarmente vantaggiose. Continua a leggere

Tra vestiti e coperte, ormai l’auto è diventata un secondo armadio

Libri, giornali, cd, mappe, pupazzetti. Dentro le auto c’è proprio di tutto. Ma, tra sedili, bagagliaio e cassetti vari la quattro ruote sta diventando sempre di più un secondo armadio. Da un’indagine di Direct Line, la compagnia di assicurazioni online auto e moto leader in Europa, emerge infatti che tantissimi italiani (il 63 per cento) tengono in auto anche indumenti di ricambio o d’emergenza. Il 27 per cento degli italiani ha sempre con se una coperta, come rimedio per il freddo o per un improvvisato picnic, mentre il 18 per cento degli intervistati non rinuncia a guanti e k-way. Continua a leggere

Cinese infuriato fa demolire la sua Lamborghini a martellate

Un imprenditore cinese proprietario di una Lamborghini Gallardo era talmente insoddisfatto del servizio di assistenza offerto dal concessionario da organizzare un folle spettacolo con tanto di operai pagati per imbracciare mazze e martelli e distruggere la sua auto. La questione si era aperta a fine novembre 2010, quando il proprietario per via di alcuni problemi con il suo bolide, si era rivolto all’assistenza locale. Ma, nonostante i controlli, i problemi al motore rimangono. Anzi l’auto viene pure danneggiata durante un trasporto in officina. Ne scaturisce così una battaglia legale tra assicurazioni, fino alla decisione da parte del proprietario dell’auto di demolire la Gallardo. Sì, ma di demolirla nel vero senso della parola, a suon di mazzate. Continua a leggere

Tre multe a un camionista, guidava ubriaco e senza assicurazione

Guidare il proprio camion da ubriaco può costare molto caro, per se stessi e per gli altri. Un camionista originario della provincia di Catania, con centinaia di migliaia di chilometri sulle spalle, anche per via dei suoi 53 anni, si è messo ubriaco alla guida del suo Tir. La vista che si annebbia, i riflessi che non sono più quelli di una volta, così il camion ha invaso la corsia opposta a quella su cui circolava ed è andato a sbattere contro il guard-rail, poi è finito in un fossato ferendosi fortunatamente in modo lieve a una gamba. Continua a leggere