Rc auto, in Italia il prezzo medio è di 630 euro. La regione più cara è la Campania

Il prezzo medio della polizza Rc auto in Italia è di 630,51 euro. Il dato, relativo ad agosto, emerge da un’indagine condotta dall’Osservatorio di Facile.it in collaborazione con Assicurazione.it. Rispetto a sei mesi fa il calo è dell’8,60 per cento (689,87 euro), mentre rispetto a un anno fa la diminuzione è del 13,71 per cento: ad agosto 2013, infatti, il prezzo medio era di 730,71 euro. L’indagine, spiega Facile.it in una nota, ha preso in esame tre profili “tipo”, a cui corrispondono classe di merito ed età differenti. Continua a leggere

Rc auto, via libera al plurimandato. I prezzi delle polizze scenderanno veramente?

Chissà se questa volta i prezzi delle assicurazioni auto scenderanno veramente. Gli agenti assicurativi potranno vendere polizze, in particolare Rc auto, di diversi marchi, favorendo la concorrenza e, almeno si spera, il calo dei prezzi. L’Antitrust nei giorni scorsi ha infatti accettato l’impegno di otto compagnie sul cosiddetto plurimandato senza bisogno di infliggere sanzioni. Le compagnie su cui, a giugno dello scorso anno, l’autorità guidata da Giovanni Pitruzzella aveva aperto l’indagine sono UnipolSai (all’epoca ancora separate), Generali, Allianz, Società Reale Mutua di Assicurazioni, Cattolica, Axa e Groupama. Continua a leggere

Rc auto, prezzi in crescita per chi non fa incidenti. Premi in calo per i neopatentati

Assicurazioni più convenienti per i neopatentati, prezzi in calo per i più virtuosi al Sud ma non al Nord, dove chi è in prima classe paga fino al 6,1 per cento in più rispetto allo scorso anno. È quanto emerge dal focus annuale sulla Rc auto realizzato da Facile.it, che ha confrontato le tariffe riservati a tre profili di automobilista registrandone le variazioni di prezzo rispetto a maggio 2013 in otto delle principali città italiane: Milano, Torino, Verona, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Palermo. Continua a leggere

Polizza multi conducente, per chi vuole risparmiare sull’assicurazione auto

Le polizze multi-conducente sono una realtà affermata negli Stati Uniti e possono garantire risparmi fino al 35 per cento sull’assicurazione auto. Perché non provare anche in Italia? Il discorso è semplice. Il settore assicurativo auto è generalmente aperto a tutti i tipi di politiche multi-driver. È possibile ottenere uno sconto se assicuri la tua macchina e quella di tua moglie, per esempio, oppure quella di tuo fratello e dei vostri amici…  Continua a leggere

Caro assicurazioni, il governo ci riprova: “Gli sconti arriveranno al 23 per cento”

Dopo lo stralcio dell’articolo 8 dal decreto legge Destinazione Italia, il governo torna immediatamente a occuparsi dell’assicurazione dell’auto. Lo fa con un disegno di legge che promette ribassi delle polizze addirittura del 23 per cento. “Chi pagava un premio Rc auto di 1.000 euro all’anno, avrà una decurtazione a 770 euro”, annuncia il comunicato di Palazzo Chigi. Il disegno di legge prevede una serie di sconti per gli assicurati e sanzioni, in caso di violazioni, per le assicurazioni.  Continua a leggere

Auto assicurate oppure no? È online l’applicazione per controllare la copertura

Da oggi sapere se un’auto è assicurata è semplicissimo. Sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (www.mit.gov.it) e sul portale dell’automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it) è infatti disponibile l’applicazione per l’accesso alle informazioni sulla copertura assicurativa Rc auto dei veicoli. Inserendo i numeri di targa degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei ciclomotori immatricolati in Italia si potrà infatti verificare in pochi istanti se i veicoli risultano o meno in regola con gli obblighi assicurativi Rc auto. Continua a leggere

Auto senza assicurazione scovate dalle telecamere: i controlli dal 15 febbraio

I 3,8 milioni di veicoli privi di assicurazione che circolano in Italia potrebbero presto essere solo un ricordo. Infatti dal 15 febbraio entrerà in vigore un nuovo sistema di controllo basato sull’utilizzo delle telecamere presenti sulle strade. Ogni “occhio elettronico”, compresi quelli dei Tutor, delle Ztl e dei Telepass, potrà inviare le immagini alla banca dati della polizia.  Continua a leggere

Rc auto più care per un milione di italiani: boom di sinistri denunciati in Umbria

E via con le stangate. Altro giro, altra corsa. Dopo i rincari sulle autostrade (clicca qui), arriva una nuova mazzata sulle spalle degli utenti della strada. Secondo le rilevazioni di Facile.it, infatti, quasi 1.200.000 italiani dovranno pagare un premio assicurativo più elevato perché responsabili di un incidente nel corso del 2013. Il dato, scaturito dai 500.000 preventivi effettuati negli ultimi 30 giorni e analizzati dal sito web online, rappresenta solo il 3,67 per cento del totale degli utenti alle prese con il rinnovo. Ma in termini assoluti, spiega Mauro Giacobbe, responsabile Business Unit assicurazioni di Facile.it, ”questa contrazione non è dovuta all’aumento di italiani ‘virtuosi’, quanto piuttosto alla riduzione tanto del parco auto circolante quanto dei chilometri percorsi in un anno dagli automobilisti”. Continua a leggere

Assicurazioni false scovate dalla Polizia: 159 auto sequestrate in tutta Italia

Assicurazioni false e autodemolitori sono finiti al centro di una maxi operazione che la Polizia stradale ha condotto in tutta Italia. Il bilancio è di 28 denunce e 159 veicoli sequestrati perché circolavano senza assicurazione. “Spesso l’assicurazione falsa”, spiega la Polizia in una nota, “è il presupposto o l’indizio di crimini più gravi: dietro assicurazioni false si nascondono organizzazioni criminali e soprattutto potenziali pirati della strada che dopo aver procurato un incidente stradale, noncuranti delle conseguenze, fuggono via senza assumersi responsabilità e di più lasciando la vittima della strada senza soccorso”. Continua a leggere

Rc auto, addio ai contrassegni. I controlli verranno effettuati tramite la targa

Per ridurre le frodi e l’evasione dall’obbligo assicurativo, i contrassegni cartacei delle Rc auto sono destinati a sparire. La carta d’identità dell’auto e delle moto diventerà semplicemente la targa, che potrà essere sempre controllata anche da “vigili elettronici”, nei varchi d’accesso alle zone a traffico limitato, dai tutor e perfino dagli autovelox. Si potranno anche effettuare controlli di massa. Il nuovo meccanismo telematico di accertamento sarà utile anche agli assicurati che, secondo il provvedimento, potranno verificare l’esistenza e validità della propria copertura.  Continua a leggere