Incidenti gravi, i soccorsi arrivano da soli: eCall obbligatorio sulle auto dal 2015

L’Unione europea vuole rendere obbligatorio sulle auto il sistema eCall di chiamata automatica al numero di emergenza europeo 112 entro ottobre 2015. Un sistema che, secondo l’Ue, potrebbe salvare 2.500 vite ogni anno. In caso di incidente, eCall comunica automaticamente la posizione del veicolo ai servizi di emergenza. Il sistema funziona quindi, ed è particolarmente utile, anche se il conducente è incosciente.  Continua a leggere

Volar-e, l’auto elettrica più potente del mondo raggiunge i 300 chilometri orari

È in grado di accelerare da 0 a 100 chilometri orari in 3,4 secondi e di raggiungere la velocità massima di 300 chilometri orari. Si chiama Volar-e ed è la più potente auto da corsa a propulsione elettrica mai costruita al mondo. Presentata a Barcellona dal vicepresidente della Commissione Ue e responsabile per l’Industria, Antonio Tajani, Volar-e è stata costruita dall’azienda spagnola Applus Idiada nel quadro di un progetto finanziato al 50 per cento dalla Commissione europea. Da record anche il tempo di ricarica, solamente 15 minuti.  Continua a leggere

Camion, in vigore la norma Euro 6. Tajani: Mezzi puliti da esportare in tutto il mondo

Camion e bus diventano sempre più ecologici. Anche perché dal 31 dicembre è entrata in vigore la nuova norma Ue, la cosiddetta Euro 6, per camion e bus di nuova generazione, che dovranno essere meno inquinanti dei modelli attuali, gli Euro 5. I nuovi requisiti prevedono una riduzione dell’80 per cento delle emissioni di ossidi di azoto e del 66 per cento del particolato rispetto ai livelli fissati nel 2008. Gli standard tecnici fissati da Bruxelles avranno un impatto positivo non solo sull’ambiente e la salute, ma anche sull’industria automotive europea, che sarà così più competitiva.  Continua a leggere

Abs sulle moto, arriva il via libera dall’Ue: sarà obbligatorio dal 2016

Le moto del futuro avranno l’Abs o il sistema di frenata integrale. Saranno più sicure e inquineranno meno di oggi. Il consiglio dei ministri Ue ha infatti dato il via libera definitivo alle nuove norme per i motocicli e gli altri veicoli leggeri in materia di sicurezza e riduzione delle emissioni inquinanti. Le nuove disposizioni contenute nel regolamento approvato lunedì 10 dicembre entreranno in vigore a partire dal primo gennaio 2016. Per aumentare la sicurezza dei motoveicoli (coinvolti nel 16 per cento degli incidenti mortali, pur rappresentando appena il 2 per cento dell’intero parco circolante in Europa) le nuove regole impongono l’obbligo di Abs per le cilindrate superiori ai 125 cc o il più economico sistema di frenata integrale (Cbs), che potrà essere adattato ai mezzi meno potenti (sotto i 125 cc), scooter inclusi. Continua a leggere

Tajani: “Con il piano auto 2020 più investimenti per le macchine ecologiche”

“Tra qualche giorno presenterò ai colleghi della Commissione Europea il piano auto 2020 che lancerà una strategia a favore di un’auto più competitiva e verde”. Lo ha annunciato il vicepresidente della Commissione Europea e commissario per l’industria Antonio Tajani, intervenuto alla settima edizione di Mobilitytech. Il piano, ha spiegato Tajani, conterrà “un incremento degli investimenti a favore dell’auto green che passeranno da 1 miliardo di euro a 1,5 miliardi”. Continua a leggere

Fari sempre accesi, sulle nuove auto obbligatorie le luci diurne

Si chiamano luci di marcia diurne e sono dei fari speciali che entrano in funzione automaticamente quando il motore dell’auto è avviato. Non sono degli optional, visto che dal 7 febbraio la Commissione europea ha deciso di renderle obbligatorie per tutte le auto nuove. A basso consumo di energia rispetto ai fari anabbaglianti, le nuove luci – dove sono state già rese obbligatorie – hanno dimostrato effetti positivi sulla sicurezza stradale, come ha sottolineato il vicepresidente della Commissione con delega all’industria, Antonio Tajani, ricordando che nel 2009 sono stati 35mila i morti in incidenti sulla strade europee. Dall’agosto 2012 le speciali luci diventeranno obbligatorie anche per camion e autobus. Continua a leggere

Innovazione, trasporti e ambiente:
a Milano arriva MobilityTech

Mancano ormai pochi giorni alla quinta edizione di MobilityTech, il forum internazionale sull’innovazione tecnologica per lo sviluppo della mobilità e del trasporto, in programma il 18 e il 19 ottobre a Palazzo Giureconsulti a Milano. In calendario eventi congressuali di profilo internazionale e workshop tematici specialistici arricchiti da visite tecniche. Ci saranno inoltre il “Salotto della Mobilità”, un’area dedicata agli incontri tra i fornitori di sistemi e tecnologie e i partecipanti al forum e una vasta esposizione di veicoli con un settore dedicato espressamente a testare i nuovi strumenti di mobilità sostenibile individuale (auto elettriche e ibride, motocicli e biciclette elettriche). Continua a leggere

Auto elettriche, l’Europa
vuole garanzie di sicurezza

Vanno bene l’ambiente, l’ecologia, le basse emissioni inquinanti. Ma le auto elettriche devono essere, prima di tutto, sicure. La richiesta arriva direttamente dalla Commissione europea, che nei giorni scorsi ha chiesto garanzie relative alle vetture che arriveranno nei prossimi anni sul mercato continentale. “I veicoli elettrici”, ha spiegato il commissario europeo per l’Industria, Antonio Tajani, “sono una delle tecnologie più promettenti per rendere più verdi i trasporti. Sapendo che queste saranno ampiamente disponibili ai consumatori in un futuro prossimo, abbiamo bisogno di assicurarci che siano sicure da usare. Le nostre proposte mirano semplicemente a questo”. Continua a leggere

Trasporto aereo, la Commissione Europea aggiorna la black list

La Commissione Europea ha reso noto la nuova “black list” delle compagnie aeree. Nell’elenco non figurano più tre compagnie ucraine, (Ukraine Cargo Airways, Volare e Motor Sich) e la Mediterranean Airlines, che potrà riprendere le operazioni a condizione di effettuare sostanziali miglioramenti nella sicurezza.
“Non possiamo accettare alcun compromesso nella sicurezza aerea. I cittadini hanno il diritto di volare in sicurezza in Europa e in ogni altra parte del mondo”, ha dichiarato Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione. Continua a leggere

Corte europea, se l’aereo ritarda
più di tre ore c’è un risarcimento

Ore e ore d’attesa in aeroporto, seduti sui seggiolini, in giro per negozi o nei vari bar. Appuntamenti di lavoro che saltano, vacanze che partono in ritardo e tanta rabbia. Ma da adesso, chi sarà costretto ad aspettare per troppo tempo il decollo sarà risarcito con una cifra compresa tra 250 e 600 euro. Lo ha stabilito la scorsa settimana la Corte di giustizia della Comunità europea, citando il regolamento comunitario sulla compensazione e l’assistenza ai passeggeri del traffico aereo. Continua a leggere