Il cordoglio per la scomparsa di Matteoli. Uggè: “L’Italia perde un politico coraggioso”

“Sono incredulo, profondamente addolorato per la scomparsa di Altero Matteoli, un politico coraggioso che ho conosciuto da vicino, quand’era ministro, durante numerose trattative sui temi dei trasporti e che ho avuto modo di frequentare quand’era presidente della Commissione Lavori Pubblici del Senato. La difesa dei piccoli trasportatori e l’idea di un necessario rafforzamento per assicurare un coordinamento del mondo dei trasporti e della logistica era un tema sul quale ci siamo confrontati e trovati d’accordo parecchie volte”. Lo ha detto il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè esprimendo il cordoglio suo e della Confederazione dei Trasporti per l’improvvisa morte dell’ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli.  Continua a leggere

Il Gran Premio d’Italia è salvo, la Formula 1 resta a Monza. Firmato il contratto per altri tre anni

monza-f1Ora è ufficiale: il Gran Premio d’Italia resterà a Monza anche per i prossimi tre anni. Lo ha reso noto il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, dopo la firma del contratto avvenuta lunedì. “Pur tra mille difficoltà e con un grande impegno”, ha detto Sticchi Damiani, “siamo arrivati alla firma definitiva del contratto per Monza. A nome di tutti gli sportivi italiani, devo ringraziare il premier, Matteo Renzi, e il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che, poco più di un anno fa, hanno creduto in questo obiettivo e creato le condizioni per raggiungere, insieme, questo importantissimo risultato”.

Continua a leggere

Sticchi Damiani resta alla guida dell’Aci, sarà presidente anche per i prossimi quattro anni

Angelo Sticchi Damiani resterà al volante dell’Aci. L’assemblea dell’Automobile Club d’Italia lo ha infatti confermato presidente per il quadriennio 2017-2020 con il 97 per cento dei voti. “Nato a Lecce 70 anni fa, coniugato, due figli, ingegnere civile e progettista di strade, Sticchi Damiani mette professionalità e passione a servizio della Federazione Aci fin dal 1975, anno nel quale entra nella Commissione Sportiva Automobilistica Italiana”, si legge in un comunicato dell’Aci.  Continua a leggere

I crash test promuovono la sicurezza delle auto: “Ma per pedoni e ciclisti si deve fare di più”

Per la sicurezza dei pedoni e dei ciclisti “si può e si deve fare di più”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, commentando i risultati degli ultimi crash test Euro Ncap 2016 che hanno esaminato la Mercedes-Benz Classe E e la Peugeot 3008. A entrambe le auto sono state assegnate le 5 stelle, il massimo. Ma se a bordo la sicurezza è alta, chi sta fuori rischia ancora troppo.  Continua a leggere

I pirati della strada aumentano. L’Aci: “La legge sull’omicidio stradale è controproducente”

“Come temevamo il reato di omicidio stradale, così com’è concepito, non solo non funziona, ma è controproducente”. Parola di Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Aci, che commentando i dati dell’Asaps relativi agli episodi di pirateria stradale, punta il dito contro la nuova legge. “Sono troppi”, spiega il presidente dell’Aci, “i conducenti che, contravvenendo al più ovvio dovere civile e morale, dopo aver provocato un incidente, vengono sopraffatti dalla paura delle conseguenze e optano per la fuga”. Continua a leggere

L’emergenza smog non si risolve bloccando le auto. Ecco la “ricetta” dell’Aci

“I dati sulla qualità dell’aria nelle città italiane dimostrano ancora una volta che i problemi non si risolvono bloccando le auto, perché ai veicoli è imputabile solo una piccola parte delle emissioni inquinanti. Soprattutto in questo regime di emergenza bisogna puntare il dito su altre fonti inquinanti. In una strategia di lungo periodo è comunque evidente che anche l’automobile può dare il suo contributo se inquadrata in una logica sistemica, oggettiva e senza pregiudizi”. Lo ha dichiarato  il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, commentando l’andamento dello smog urbano dopo gli ultimi provvedimenti sulla mobilità privata.  Continua a leggere

Soldi delle multe non investiti in mobilità? L’Aci: “Sanzionare pesantemente i Comuni”

“Pesanti sanzioni per le amministrazioni locali” che non reinvestono almeno il 50 per cento dei proventi delle multe a favore della mobilità, come prevede l’articolo 208 del Codice della strada. Le chiede l’Aci, che sottolinea la necessità di “un nuovo Codice della strada perché quello vigente è sempre meno rispettato, perfino dalle Amministrazioni locali”. E per quanto riguarda i cittadini, l’incremento delle sanzioni per infrazioni (+21 per cento negli ultimi sei anni) e la battuta di arresto della riduzione delle vittime della strada (-0,6 per cento nel 2014 rispetto al 2013, a fronte di un complessivo -52 per cento dal 2000) “misurano il calo di interesse degli automobilisti verso l’insieme di norme che regolano la mobilità”, spiega l’Aci.  Continua a leggere

Pedoni e ciclisti, una strage sulle strade: in un anno 850 morti, molti i giovani

Pedoni e ciclisti rischiano sempre più la vita sulle strade. Come emerge dal rapporto Aci-Istat, torna a crescere il numero delle vittime tra i pedoni (578 morti, +4,9 per cento rispetto al 2013) e i ciclisti (273 morti, +8,8 per cento rispetto al 2013), mentre prosegue il calo della mortalità sulle due ruote a motore (-4,3 per cento rispetto al 2013). L’indice di mortalità (morti ogni 100 incidenti) per gli utenti più vulnerabili si conferma molto elevato: 2,75 per i pedoni, 1,69 per i motociclisti e 1,41 per i ciclisti, contro lo 0,67 delle automobili e lo 0,74 degli autocarri. Continua a leggere

Prove su strada per il controllo delle emissioni. L’Aci: “Le facciamo noi”

“L’Automobile Club d’Italia si candida a svolgere prove su strada dei veicoli per il controllo dei gas di scarico con un protocollo di test il più vicino possibile al loro utilizzo quotidiano”. Lo ha annunciato il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, in audizione al Senato, sottolineando il know how e le capacità tecniche del club degli automobilisti oltre che la disponibilità di circuiti dove poter effettuare le prove, per le quali sarà necessario il coinvolgimento del Cnr di Napoli con i suoi laboratori specializzati, della Motorizzazione Civile e dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Continua a leggere

Limiti di velocità e corsi di guida sicura: le idee dell’Aci per il Codice della strada

Razionalizzare i limiti di velocità, rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali, rafforzare i controlli sulle revisioni dei veicoli, prevedere un corso di guida sicura per i neopatentati e per i guidatori professionisti. Sono alcune delle richieste che il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, ha fatto alla Commissione Lavori Pubblici del Senato nell’ambito dei lavori per la riforma del Codice della strada. Continua a leggere