Il cordoglio per la scomparsa di Matteoli. Uggè: “L’Italia perde un politico coraggioso”

“Sono incredulo, profondamente addolorato per la scomparsa di Altero Matteoli, un politico coraggioso che ho conosciuto da vicino, quand’era ministro, durante numerose trattative sui temi dei trasporti e che ho avuto modo di frequentare quand’era presidente della Commissione Lavori Pubblici del Senato. La difesa dei piccoli trasportatori e l’idea di un necessario rafforzamento per assicurare un coordinamento del mondo dei trasporti e della logistica era un tema sul quale ci siamo confrontati e trovati d’accordo parecchie volte”. Lo ha detto il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè esprimendo il cordoglio suo e della Confederazione dei Trasporti per l’improvvisa morte dell’ex ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli.  Continua a leggere

Ponte sullo Stretto, Alfano ci crede. Salini: “Siamo pronti, ci piacerebbe costruirlo”

Si torna a parlare di Ponte sullo Stretto. Dopo anni di polemiche e progetti, proprio quando l’opera sembrava accantonata, è arrivato l’annuncio del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, che qualche giorno fa ha dichiarato di aver “pronto un disegno di legge per rimettere al centro la questione, anche se sappiamo che una parte della sinistra italiana si oppone”. Un vero e proprio assist per Pietro Salini, ceo di Salini Impregilo: “È una risorsa per il Sud, è importante per il Paese. Noi siamo sempre pronti, facciamo questo di mestiere, ci piacerebbe farlo, è una bella cosa”. Continua a leggere

Ponte sullo Stretto e Tav, Matteoli denuncia: “No al razzismo infrastrutturale”

“Non vorrei che si creasse una sorta di “razzismo” infrastrutturale, per cui per esempio la Tav Torino-Lione che sta al Nord è prioritaria e il Ponte sullo Stretto che dovrebbe nascere al Sud non lo è”. Lo ha detto, a Sky Tg 24, il senatore del Pdl e presidente della Commissione Lavori Pubblici Altero Matteoli. “Mi sono sempre battuto anche da ministro per la Torino-Lione, opera fondamentale e necessaria e condivido che il governo sia determinato ad andare avanti in modo spedito ma non ritengo invece accettabile che il Ponte non sia considerato tale”.  Continua a leggere

Ponte sullo Stretto di Messina, il ministro Passera frena: “Non è una priorità”

Si farà o non si farà. La lunga odissea del Ponte sullo Stretto di Messina ha registrato martedì mattina un nuovo capitolo. Lo ha scritto direttamente il ministro dello Sviluppo economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti, Corrado Passera, che parlando a Radio Anch’Io su Radiouno Rai è stato molto chiaro. Il Ponte sullo Stretto non è una priorità. “Non c’è una scelta definitiva”, ha detto Passera, “io non lo considero tra le infrastrutture prioritarie a cui dedicarci”. Immediate le reazioni, a cominciare da quella di Altero Matteoli, l’ex ministro alle Infrastrutture e Trasporti. Continua a leggere

Salerno-Reggio Calabria pronta nel 2013, ma mancheranno ancora 60 chilometri

Potrebbe essere il suo ultimo atto dalla poltrona di ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Altero Matteoli ha effettuato nelle ultime ore dei sopralluoghi ai cantieri della A3 Salerno-Reggio Calabria accompagnato dal presidente della regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, e dall’amministratore unico dell’Anas, Pietro Ciucci. La strada più tristemente famosa d’Italia verrà completata, o quasi.  Continua a leggere

Matteoli: “Niente bocciatura, il ponte sullo Stretto resta una priorità italiana”

“Per il governo il ponte sullo Stretto è una priorità, un’opera necessaria per realizzare un collegamento rapido e moderno tra il Continente e la Sicilia”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, commentando l’esclusione del ponte dalla lista delle priorità della Commissione europea. “Si provvederà con risorse reperite sul mercato”, ha spiegato sempre Matteoli. “Sono quindi destituite di fondamento talune dichiarazioni strumentali su una “bocciatura” da parte dell’Ue dell’opera. Così non è, com’è di tutta evidenza. Disponiamo invece di un progetto definitivo il cui iter di approvazione è in corso mentre le fasi di realizzazione dell’opera procederanno secondo i programmi prestabiliti dal governo all’atto del suo insediamento”. Continua a leggere

Costi più bassi per la Torino-Lione: l’Italia pagherà meno del 60 per cento

“L’incontro con il ministro dei Trasporti francese, Thierry Mariani, ha consentito di raggiungere l’accordo politico sulla ripartizione dei costi della nuova linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione. Si è pervenuti a una ripartizione complessivamente equilibrata tra i due Stati”, spiega il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, “che accoglie le richieste italiane e che sostituisce le precedenti intese che prevedevano un accollo per l’Italia pari al 70 per cento dei costi che oggi viene ridotta al 57,9 per cento, considerando l’intera parte comune, la ripartizione dei costi tra Francia e Italia è perfettamente equilibrata al 50 per cento. L’accordo consente di rispettare gli impegni con la Commissione europea, da cui Italia e Francia si attendono forte sostegno finanziario per la realizzazione di un’opera, che ha un valore strategico non solo per i due Paesi ma per l’intera Europa, costituendo la stessa un tassello fondamentale del corridoio Lisbona-Kiev”. Continua a leggere

La cura giusta per i porti malati? A Cagliari il nuovo presidente è un medico

Che i porti italiani abbiano bisogno di cure è un dato di fatto, ma non pensiamo che questo sia stato il motivo che ha spinto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, a nominare un medico alla guida del principale scalo portuale sardo. L’altro giorno però il ministro ha nominato con proprio decreto Piergiorgio Massidda presidente dell’Autorità portuale di Cagliari. Continua a leggere

Matteoli difende il Corridoio Berlino-Palermo: “è prioritario e non modificabile”

“Sul Corridoio Europeo Berlino-Palermo, il Governo italiano non ha mai cambiato opinione ritenendolo prioritario e non modificabile”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, che il 9 settembre ha inviato una lettera al vicepresidente della Commissione Europea Siim Kallas, con delega ai Trasporti. “Riguardo alle voci che fanno riferimento a un eventuale intendimento – a livello tecnico – della Commissione Europea per una sostituzione del Berlino-Palermo con una nuova direttrice Helsinki-La Valletta”, spiega Matteoli in una nota, “abbiamo subito contrapposto la nostra netta contrarietà con vari interventi politici e tecnici, l’ultimo dei quali è la lettera” inviata a Kallas.  Continua a leggere

Terzo Valico dei Giovi, c’è l’accordo. Matteoli: “I lavori partiranno subito”

È stato firmato a Roma il verbale d’accordo per l’avvio dei cantieri del primo lotto costruttivo del Terzo Valico dei Giovi. Il costo per questa prima tranche di lavori è di 500 milioni di euro. “I lavori del Terzo Valico partiranno praticamente subito”, ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli. Il verbale d’accordo è stato firmato dal ministro Matteoli, dall’amministratore delegato del Gruppo Fs, Mauro Moretti, dall’amministratore delegato di Rfi, Michele Mario Elia, e dal presidente del Consorzio Cociv, Alberto Rubegni.

Continua a leggere