Salite sul simulatore e capirete tutti i pericoli che si possono (far) correre al volante di un tir

Il mese scorso in occasione del Transpotec di Verona avevano annunciato il via alla campagna di formazione Guidiamo Sicuro; domani a Roma offriranno ai conducenti di mezzi pesanti (e non solo) la possibilità di capire quanto sia importante la sicurezza al volante mettendosi alla guida di un simulatore capace di riproporre ogni situazione reale possibile nella cabina di un tir carico di merci. Continua a leggere

Controlli a raffica sull’autotrasporto: in Italia ci sono 35mila imprese “sospette”

Il mondo dell’autotrasporto sta per finire sotto le lente d’ingrandimento. Presto partirà infatti un’operazione di controllo da parte dei responsabili  dell’Albo degli autotrasportatori, ai quali la Legge di Stabilità ha assegnato precisi compiti, con un primo grande obiettivo: effettuare la revisione degli elenchi delle imprese iscritte e smascherare quelle “fuorilegge”. Già, perché da un primo calcolo si stima che in Italia ci siano circa 35mila aziende che, pur senza possedere i requisiti previsti da norme europee e nazionali, risultano iscritte e usufruiscono delle misure che il Governo vara per il settore: per lo più agenzie di intermediazione che talvolta fanno anche concorrenza sleale o favoriscono il ricorso a “personale somministrato” che proviene da Paesi dove il costo del lavoro è significativamente inferiore di quello sostenuto dalle imprese regolari che operano in Italia. Continua a leggere

Autotrasporto, l’emorragia continua: cancellate 3mila imprese in sei mesi

Il portale camionistionline.com ha aggiornato con le cifre dell’Albo degli Autotrasportatori conto terzi la situazione dell’autotrasporto italiano al 31 dicembre 2012. Come preventivato nei dati di luglio (clicca qui) prosegue l’emorragia di imprese e di camion nel settore. In dicembre erano 103.881 le imprese italiane con veicoli, ossia 3mila in meno di luglio. A queste ne vanno aggiunte oltre 43mila che non possiedono automezzi per un totale di 147.454 aziende iscritte.  Continua a leggere

Trenta Tir si trasformano in opere d’arte per aumentare la sicurezza stradale

I camion trasportano di tutto. Da qualche giorno, in bella evidenza, anche l’arte. Stanno infatti circolando sulle strade italiane i 30 truck con le opere d’arte in movimento di 30 giovani autori che hanno prestato la loro creatività alla 4ª campagna per la sicurezza stradale “TrasporTiAmo” promossa dal Comitato Centrale dell’Albo degli Autotrasportatori, con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Una campagna che vuole mettere l’accento sulla responsabilità al volante e ricordare a tutti l’importanza dell’autotrasporto e degli autotrasportatori. Oltre alle opere d’arte, sui camion sono presenti messaggi che fanno capire come proprio i camionisti siano particolarmente attenti alla sicurezza stradale. Messaggi come “Anche la strada ha bisogno dei suoi giganti buoni”, o come “Fidati di me, nessuno conosce meglio la strada”, o “Da quassù vedo prima i pericoli segui i miei movimenti”. Continua a leggere

Trasportava i cavalli sul camion senza patente e permessi: multa da 13mila euro

Anche gli animali hanno il diritto di viaggiare nel modo più dignitoso possibile, indipendentemente dal fatto che si tratti di maiali destinati al macello o di preziosi cavalli da corsa. Eppure periodicamente c’è chi cerca di infrangere le regole. Un camionista 63enne di Lodi, di professione macellaio, è stato fermato nei pressi della Fiera di Verona con quattro cavalli andalusi sul suo camion. Ora dovrà pagare la bellezza di 13mila euro di multa visto che non era in possesso di nessuna autorizzazione sanitaria per il trasporto di cavalli né sull’omologazione del mezzo, nessun patentino, nessuna iscrizione all’albo e nessuna licenza per il trasporto di cose.  Continua a leggere

43mila imprese di autotrasporto in Italia non possiedono neppure un camion

Sono 106.726 le imprese di autotrasporto italiane con veicoli. A queste se ne aggiungono quasi 43mila (42.837) che non possiedono automezzi per un totale di 149.563 aziende iscritte all’Albo. I numeri, aggiornati al 14 luglio 2012, sono stati diffusi dall’Albo degli autotrasportatori. Dalle statistiche emerge la forte presenza di piccole e medie aziende e di padroncini, vale a dire trasportatori con un solo autocarro o piccolissime flotte.  Continua a leggere

Rimettiamo in moto l’Italia, in uno spot tv l’autotrasporto traina il Paese

L’Italia che si sveglia, dagli anziani ai bambini, e riprende a vivere. Un Paese che riparte grazie al contributo fondamentale dell’autotrasporto, che porta nelle case degli italiani tutto ciò di cui hanno bisogno. È questo il senso di una campagna istituzionale in onda sulle reti Mediaset promossa dall’Albo degli Autotrasportatori (Ministero Infrastrutture e Trasporti) con il patrocinio della presidenza del Consiglio dei Ministri. “Rimettiamo in moto l’Italia”, questo è il titolo dello spot, punta a mettere in luce il ruolo fondamentale dell’autotrasporto nella vita del Paese. Continua a leggere

L’autotrasporto si racconta su Easy Driver con Gassman e La strada di Paolo

Approfondire e far conoscere al grande pubblico televisivo i valori e i problemi dell’autotrasporto italiano. È questo il traguardo che vogliono raggiungere l’Albo degli Autotrasportatori e Rai Uno “viaggiando” insieme su Easy Driver, il tradizionale appuntamento domenicale della rete ammiraglia Rai sul mondo dei motori. Continua a leggere

“Creiamo un fondo a favore dei familiari dei camionisti vittime di incidenti stradali”

Perché non creare un fondo a favore dei familiari degli autotrasportatori  vittime di incidenti stradali? A lanciare la proposta, con una lettera indirizzata al presidente nazionale di Fai Conftrasporto Paolo Uggè, è il presidente ligure della Fai, Gioacchino D’Andria. Ecco il contenuto della lettera. Continua a leggere

Uggè: “Lo sviluppo del Paese passa attraverso la Consulta del trasporto”

“La Consulta del trasporto e della logistica e l’Albo degli autotrasportatori sono gli organismi essenziali per accompagnare e gestire i provvedimenti che il Governo sta predisponendo nella manovra di sviluppo. Organismi che non possono essere assolutamente ridimensionati in virtù delle specificità e dei compiti loro assegnati dalle leggi dello Stato”. Lo  ha dichiarato il vicepresidente di Confcommercio e presidente della Fai, Paolo Uggè, evidenziando, nell’ambito dei temi della logistica discussi  in occasione dell’assemblea di Confitarma, anche il ruolo essenziale di tali istituti per rendere funzionale qualsiasi manovra di sviluppo.  Continua a leggere