Autotrasporto, se il Governo vuole andare per la sua strada rischia gravi incidenti

Il Governo si ostina a cercare di affrontare in forma autonoma le emergenze del Paese, senza rendersi conto che proseguendo su questa strada rischia un pericolosissimo inasprimento della conflittualità. L’esempio arriva proprio dalle strade, in particolare da quelle della Sicilia, dove le associazioni di categoria territoriali  Assotransport, Aias, Aitras e Assiotrat hanno annunciato un fermo dei servizi di autotrasporto per protestare contro la mancata erogazione delle risorse relative all’Ecobonus 2010-2011. Uno sciopero di quattro giorni che solo l’incontro in programma martedì 25 marzo fra il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi  e i rappresentanti di tutte le associazioni di categoria  ha per ora impedito, ma che rappresenta comunque la  conferma di come  l’autotrasporto sia a rischio deflagrazione se non verranno attuati  interventi che possono dare competitività al  Paese senza che vi sia la necessità di ulteriori risorse.  Continua a leggere

Autotrasportatori e Governo, il nuovo incontro è stato fissato per martedì 17

Una nuova riunione del tavolo dell’autotrasporto è stata convocata per martedì 17 dicembre dal sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Rocco Girlanda,  con l’obiettivo di proseguire il dialogo sui temi d’interesse del settore, su cui il ministero sta lavorando da mesi. Un lavoro, ha voluto sottolineare Rocco Girlanda nell’annunciare il nuovo, attesissimo, appuntamento, “che ha sempre viste coinvolte anche quelle associazioni che anche in questi giorni si sono rese partecipi di movimenti di protesta a cui non sono tuttora seguite chiare, coerenti e sostenibili azioni di proposta. Continua a leggere

“Sciopero dei Tir in Sicilia? Farlo adesso senza governo che senso ha?”

Acque agitate nel comparto dell’autotrasporto in Sicilia. È stato infatti annunciato (anche se non risulta ancora essere notificato alle autorità competenti come previsto dalla legge) per l’11 marzo uno sciopero degli autotrasportatori indetto dai Forconi di Ferro per manifestare contro le “difficoltà delle imprese e il collasso dell’intera economia siciliana”. “All’azione di protesta con presidi prervisti in tutta la Sicilia”, come scrive il portale Siciliaway.it, “non prenderanno parte Aitras, Assiotrat, Assotrasporti e Trasportounito pur rimanendo comunque in stato di agitazione in attesa dell’insediamento del governo nazionale e rassicurando gli agricoltori che potranno continuare a spedire le loro merci”. Continua a leggere

Autotrasportatori in agitazione
in Sicilia, a Milano e anche in India

I problemi di un camionista indiano, di un camionista milanese e di un camionista siciliano non sono molto differenti. Fatto sta che nei prossimi giorni sono in programma delle agitazioni in Italia e in India. Se nel Bel Paese sul piede di guerra ci sono delle sigle minori, lo stesso non si può dire dell’India. I camionisti indiani starebbero infatti programmando uno sciopero a tempo indeterminato a partire dal 5 dicembre per protestare contro l’aumento delle imposte sul trasporto su strada. Continua a leggere

Contributi per chi viaggia
sulle autostrade del mare

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_TYulpxszyU[/youtube]

Viaggiare lungo le Autostrade del mare aiuta a ridurre notevolmente il numero dei camion su strade e autostrade e, dunque, il pericolo di incidenti e l’inquinamento. Ma offre anche la possibilità di usufruire di contributi, come quelli stanziati dalla Regione Sicilia e promossi da uno spot realizzato da Aitras, l’associazione italiana trasportatori.