Eccezzziunale veramente? Per i trasporti eccezionali di vera c’è solo la farsa…

C’è una “farsa” che “viaggia” da anni indisturbata su strade e autostrade d’Italia violando il Codice stradale fra l’indifferenza generale. È la farsa dei trasporti eccezionali, per i quali la legge prevede un unico pezzo indivisibile trasportato  e che invece vede da anni viaggiare tir con carichi fino a 108 tonnellate di peso che indivisibili non sono affatto e che dunque dovrebbero viaggiare, separati su mezzi pesanti più piccoli. Evitando così che circolino trasporti eccezionali falsi e, soprattutto, che quei maxi tir dal peso triplo rispetto a uno normale possano mettere a rischio, viaggio dopo viaggio, la stabilità di ponti e cavalcavia, “sbriciolandone” giorno dopo giorno la resistenza. Continua a leggere

Rilievi degli incidenti, addio alle misurazioni manuali: arriva Top Crash-Ps

rilevamento_incidenti-550x247Cambia il modo di rilevare gli incidenti. Gli specialisti della Polizia stradale potranno ora utilizzare un nuovo strumento, chiamato Top Crash-Ps, che manda in pensione le vecchie misurazioni manuali. La nuova tecnologia si basa sulla ricezione di segnali satellitari per rilevare punti con precisione al centimetro utilizzando un tablet e un’antenna a elevata sensibilità. La nuova strumentazione consente inoltre di ridurre i tempi dei rilievi su strada. Continua a leggere

Autostrade migliori grazie a investimenti per 16 miliardi di euro da qui al 2020

I concessionari autostradali “hanno continuato a investire e più di quanto fatto nei principali Paesi europei”. Lo ha detto il presidente dell’Aiscat, Fabrizio Palenzona, all’assemblea annuale ricordando che gli investimenti sono stati fatti “nonostante la crisi economica, la diminuzione del traffico e la difficoltà di reperire risorse sui mercati capitali, soprattutto per le società più piccole, con tratte di estensione limitata, che hanno caratterizzato gli ultimi anni”. Palenzona ha annunciato che le concessionarie prevedono investimenti per oltre 16 miliardi di euro fino al 2020. Continua a leggere

Fermo dei tir, c’è un complotto dei poteri forti? Uggé: “No, solo una mente confusa”

“Non aver ancora compreso che le riduzioni compensate per le accise sul gasolio per l’autotrasporto significano un aumento di competitività nei confronti del conto proprio e dei vettori occasionali stranieri è allarmante, così come preoccupante è sentir qualcuno proporre che gli sconti vengano riconosciuti ai caselli. Una simile operazione è inattuabile, come del resto sostiene la stessa Corte dei conti, e oltretutto significherebbe per le imprese di autotrasporto vedersi riconosciute riduzioni di appena qualche centesimo per automezzo. Leggere certe affermazioni significa solo trovare  la conferma di quanto sia alta la confusione nella mente di chi dovrebbe invece mantenere la massima lucidità per comprendere quello che sta realmente succedendo e poter così compiere al meglio l’incarico affidatole: quello di guidare un’organizzazione di autotrasportatori e di tutelarli”. Continua a leggere

Dopo Fai Conftrasporto anche Cna Fita chiede gli sconti sui pedaggi per i camion

Dopo Fai Conftrasporto, che nei giorni scorsi, immediatamente dopo aver letto le dichiarazioni di ministro ai Trasporti Maurizio Lupi in merito alla decisione di concedere sconti sui pedaggi autostradali ai pendolari, aveva chiesto, per voce del presidente Paolo Uggè, immediati provvedimenti anche per  gli autotrasportatori, anche Cna Fita  scende in campo. In un comunicato la presidente dell’associazione, Cinzia Franchini, dopo aver denunciato come “dall’Aiscat non sia arrivata nessuna nuova notizia rispetto alla richiesta delle associazioni dell’autotrasporto di istituire un tavolo per concordare sconti ulteriori direttamente in fattura tramite l’utilizzo del Telepass”, affonda il colpo affermando Continua a leggere

Sconti ai pendolari sui pedaggi in autostrada? Adesso tocca ai trasportatori

“L’accordo raggiunto fra Aiscat e  ministero dei Trasporti in merito agli sconti per i pendolari sui pedaggi autostradali è un buon accordo? Non spetta  a noi dirlo, saranno i fatti a dircelo nei prossimi mesi. Nei prossimi giorni, invece, ci aspettiamo che il ministro Maurizio Lupi ci faccia sapere come intende intervenire per il trasporto pesante. Alle ripetute assicurazioni di intervento seguano ora le proposte, concrete e risolutive. Una possibile strada potrebbe già essere stata tracciata proprio dall’accordo raggiunto per i pendolari, una soluzione graduata in ragione dei percorsi effettuati e in linea con il principio dei grandi utenti, gia’ in essere da anni per il trasporto merci. Una strada da approfondire e che potrebbe anche essere perseguita  per consentire il recupero dei maggiori incrementi subiti dal trasporto merci”. Continua a leggere

“Napolitano invita a non essere distruttivi, il Governo costringe il trasporto a esserlo”

“Illustrissimo presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, il Buon anno da Aiscat (Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori) è arrivato puntuale!  A detta del ministro Maurizio Lupi sarebbe stato un brindisi amaro, mentre la “moral suasion” del ministero dei Trasporti ha fatto sì che gli aumenti medi sulle autostrade italiane, per il 2014, non saranno del 4,8 bensì “solo” del 3,9! Non c’è che tirare un sospiro di sollievo soprattutto se consideriamo questo “timido” aumento garantito dal Governo rispetto alle percentuali d’ incremento del nostro Pil”. Inizia così la lettera che Cinzia Franchini, presidente nazionale di Cna-Fita, ha inviato, il primo giorno del nuovo anno, al presidente del Consiglio. Continua a leggere

Più distributori di metano in autostrada, c’è un accordo per lo sviluppo della rete

Si parla tanto di carburanti alternativi come metano e Gpl, ma chi deve acquistare un veicolo nuovo, oltre ai costi leggermente superiori rispetto ai propulsori a benzina o diesel, si deve scontrare contro un altro problema, la carenza dei distributori. Ora la situazione sembra via via cambiare. È stato infatti siglato un accordo per lo sviluppo della rete di distributori di metano per autotrasporto tra le Regioni Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia e Piemonte, Aiscat (concessionarie autostrade), compagnie petrolifere e Legambiente.  Continua a leggere

Palenzona: “Investimento da 40 miliardi per potenziare le autostrade italiane”

Per il potenziamento della rete autostradale italiana il programma di investimenti “è quantificabile in circa 40 miliardi di euro”: l’ha detto il presidente dell’Aiscat, Fabrizio Palenzona, precisando che il tutto sarà “a costo zero per lo Stato e grazie al contributo dei privati attraverso lo strumento del pedaggio”. Nel suo discorso all’assemblea dell’Aiscat, Palenzona ha sottolineato che “circa 700 milioni di euro sono stati già spesi nel primo quadrimestre di quest’anno tra nuove opere, adeguamenti e manutenzioni ordinarie e straordinarie”. Continua a leggere

“Le tariffe delle autostrade italiane sono più basse della media europea”

Tariffe più basse rispetto agli altri Paesi europei e una rete autostradale più sicura. È questa la fotografia scattata dal presidente dell’Aiscat, Fabrizio Palenzona. “Le tariffe italiane”, ha detto Palenzona all’assemblea dell’Aiscat, l’Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori, “sono mediamente più basse di quelle applicate per esempio, in Spagna, Francia e Portogallo”. Inoltre la rete stradale è più complessa, ma anche più sicura.  Continua a leggere