L’Airbus perde quota? Il costruttore riduce la produzione dell’A380: da 2,5 a 1 al mese

Non atterra, ma perde sicuramente perde quota. Airbus ha deciso di tagliare la produzione dell’A380, il colosso dei cieli del costruttore aeronautico europeo. Secondo Le Figaro il motivo è il calo degli ordini a livello internazionale. Airbus ha deciso così di ridurre fortemente la produzione mensile del superjumbo, passando da 2,5 a 1 aereo al mese.  Continua a leggere

La corruzione vola ad alta quota? In Gran Bretagna avviata un’inchiesta su Airbus

Airbus, vero e proprio colosso aeronautico europeo, è finita nel mirino dell’autorità anti-frode britannica, che nei giorni scorsi ha avviato un’inchiesta. Lo ha confermato lo stesso Britain’s Serious Fraud Office, dopo che la holding aveva reso noto per prima d’aver ricevuto un avviso d’indagine. Gli episodi sotto investigazione riguarderebbero presunte tangenti versate a “terze parti” per ora imprecisate. Continua a leggere

Si vola sempre più, servono 32.600 aerei nuovi in 20 anni. Le flotte raddoppiano

È il cielo la strada del futuro. Nei prossimi 20 anni, infatti, il traffico aereo crescerà a tal punto che saranno necessari molti più aerei. Le flotte in pratica raddoppieranno. Secondo Airbus, tra il 2015 e il 2034, il traffico passeggeri mondiale crescerà al tasso annuale del 4,6 per cento rendendo necessari circa 32.600 nuovi aeromobili da 100 posti a sedere e più per un controvalore di 4,9 mila miliardi di dollari. Continua a leggere

Ryanair compra 175 Boeing 737: è l’ordine record per una compagnia europea

Aerei nuovi sui cieli di tutto il mondo. Nemmeno 24 ore dopo il contratto record di tutti i tempi, quello dell’indonesiana Lion Air che ha ordinato ad Airbus 234 apparecchi A320 per 18,4 miliardi di euro, arriva la notizia dell’ordine di Ryanair a Boeing. La compagnia low cost ha prenotato ben 175 aerei 737 per una spesa di circa 15,6 miliardi di dollari (12 miliardi di euro). Con la consegna nel 2018 degli aerei, la compagnia irlandese potrà aumentare il proprio traffico a oltre 100 milioni di passeggeri l’anno. L’ordine di Ryanair a Boeing è il più grande di sempre da parte di una compagnia europea.  Continua a leggere

Cinque nuovi aerei per Alitalia: “È una delle flotte più giovani d’Europa”

Alitalia è sempre più giovane. Nelle ultime due settimane, infatti, cinque nuovi aerei sono entrati a far parte della flotta. Si tratta di tre Airbus A319 e di due Embraer E-175. Lo comunica Alitalia, precisando che “l’entrata in servizio dei cinque nuovi aerei rappresenta un ulteriore importante sviluppo del programma di rinnovamento delle flotta Alitalia che già oggi ha un’età media tra le più giovani d’Europa”. I tre nuovi Airbus A319 da 138 posti sono stati battezzati “Italo Svevo”, “Italo Calvino” e “Giuseppe Parini”. Continua a leggere

Arriva l’aereo ipersonico, due ore e mezza per volare da Parigi a Tokyo

Due ore e mezza per volare tra Parigi e Tokyo. Un’ora e mezza per arrivare, partendo dalla capitale di Francia, a New York. Sono gli stupefacenti tempi che impiegherà, nel 2050, l’aereo ipersonico – più veloce di un supersonico – presentato dal gigante europeo Eads al Salone aeronautico di Le Bourget, vicino Parigi. Dopo il Concept Cabin di Airbus (clicca qui per leggere l’articolo di Stradafacendo), caratterizzato dalle ampie vetrate e dalle zone a tema, irrompe prepotentemente sulla scena questo nuovo, velocissimo, progetto. Continua a leggere

Zone a tema e ampie vetrate, Airbus scopre l’aereo del 2050

Addio ai sedili stretti e al vicino di posto di ingombrante. Addio al mal di schiena e alle gambe indolenzite. Non ci sarà più la scelta tra un posto vicino al finestrino o al corridoio. Volare, nel futuro, sarà tutta un’altra cosa. Gli aerei, nel 2050, saranno ben diversi da quelli di oggi: spariranno le classi e arriveranno zone a tema e soprattutto non ci saranno più i microscopici oblò, visto che la fusoliera sarà piena di vetrate panoramiche. Un’esperienza da sogno, svelata da Airbus, che a Londra ha presentato il suo Concept Cabin per il 2050. Continua a leggere

Sugli aerei Alitalia la safety card per i passeggeri non vedenti

Proprio in questi giorni Alitalia ha trovato l’accordo per la fuoriuscita di circa 700 dipendenti su base volontaria con gli ammortizzatori di cassa integrazione e mobilità. Una svolta dopo quattro mesi di trattative. Intanto, per la prima volta al mondo, arriva sugli aerei della compagnia di bandiera italiana la safety card per passeggeri non vedenti e ipovedenti. La carta è stata realizzata in caratteri braille e sagome in rilievo e contiene tutte le informazioni di sicurezza per i passeggeri. Sarà disponibile sui circa 90 aeromobili della flotta Airbus di medio raggio della compagnia. Continua a leggere

La stima dell’Airbus: “Entro il 2029 ci saranno 26mila nuovi aerei”

Entro il 2029 ci saranno quasi 26mila nuovi aerei che contribuiranno a soddisfare la domanda di trasporto aereo. La stima è stata fatta dal consorzio Airbus, noto costruttore di velivoli, nel corso dei lavori del Global Market Forecast. Ben 25mila saranno allestiti e impiegati per il trasporto passeggeri, per un controvalore di circa 2.900 miliardi di dollari. Inoltre, 10mila di questi rimpiazzeranno i velivoli meno efficienti e meno ecologici. I restanti 15mila costituiranno il vero incremento della disponibilità di sedili e volumi per le merci. Complessivamente, tra il 2010 e il 2029 saranno investiti circa 3.200 miliardi di dollari. Continua a leggere

Gli aerei si sfidano in ecologia:
in gara Boeing, Airbus e Lockheed

Il trasporto aereo è sicuramente veloce, ma altrettanto sicuramente costoso e poco ecocompatibile. Per far volare un cargo a pieno carico infatti si produce una quantità di smog ben superiore rispetto allo stesso trasporto via nave, via treno o via camion. La scommessa ecologica del futuro è creare aerei che inquinino meno. Un risultato realizzabile modificando anche la struttura stessa dei velivoli. Le ali saranno più lunghe e arcuate, i piani di coda ancora più incurvati, a formare una U. Le stazze imponenti (l’aereo deve sollevare in aria fra le 1.000 e le 1.200 persone, a seconda della configurazione), i motori non saranno più appesi sotto le ali, ma collocati in alto, mezzo inglobati nella carlinga. Continua a leggere