L’aereo si arrende al treno, almeno in Francia: in Italia sfida sulla Milano-Roma

L’aereo si arrende al treno. Almeno in Francia, dove Air France ha deciso di chiudere la linea Strasburgo-Parigi. “A meno di tre ore di Tgv, non possiamo più combattere”, ha spiegato un portavoce della compagnia, sottolineando che “strutturalmente la linea è in deficit dall’arrivo del Tgv nel 2007”. Meglio puntare su tratte più lunghe e così il gruppo ha deciso di aprire, dal prossimo autunno, la Strasburgo-Roma. In Italia la situazione è diversa. Alitalia ha deciso di sfidare il treno sulla Roma-Milano. Con l’obiettivo di recuperare passeggeri dalle rotaie, il nuovo amministratore delegato Andrea Ragnetti ha semplificato l’offerta: da 44 tariffe a sole cinque soluzioni di viaggio a prezzi fissi, più bassi e competitivi con il treno. Continua a leggere

Primo volo commerciale “verde” per Air France: ridotte del 50% le emissioni di Co2

Un volo da Tolosa a Parigi normalmente non fa notizia. Ma l’Airbus della compagnia Air France che ha collegato le due città giovedì 13 ottobre aveva qualcosa di speciale: era il primo volo commerciale “verde”, con emissioni di Co2 ridotte del 50 per cento. Per realizzare la riduzione delle emissioni carboniche e sonore, spiega Air France, si è puntato su tre strategie: utilizzo del 50 per cento di biocarburante sostenibile (realizzato con oli usati mescolati), ottimizzazione di procedure di volo e traiettorie, alleggerimento della massa imbarcata (sedili, mobili di bordo e moquette). Continua a leggere

Aerei in crescita in Africa, nel 2015 in Senegal 2,4 milioni di passeggeri

Nel prossimo decennio, il traffico aereo del continente africano crescerà a una media annua del 7 per cento, “sulla spinta dello sviluppo economico degli Stati africani e sostenuto da una forte domanda di scambi commerciali con il resto del mondo”. La stima è stata fatta dal ministro del Trasporto aereo senegalese, Karim Wade, in occasione della cerimonia indetta per il 75° anniversario della presenza di Air France in questo Paese dell’Africa occidentale. Continua a leggere

In Italia si vola low cost: in cinque anni +80% sulle tratte nazionali

L’Italia è il Paese dei voli low cost. È quanto emerge dallo studio “Evoluzione del traffico low cost a livello europeo e nazionale”, realizzato da Kpmg su commissione dell’Enac. Le compagnie aeree low cost, in Italia, tra il 2004 e il 2009 hanno fatto registrare un tasso di crescita passeggeri dell’80 per cento sulle rotte nazionali e del 53 per cento sulle rotte internazionali. Dati nettamente superiori a quelli degli altri principali Paesi europei, Germania, Spagna e Gran Bretagna, ma soprattutto Francia, dove la compagnia di bandiera resta regina praticamente incontrastata. Continua a leggere

Alitalia, bagagli più pesanti
e un nuovo servizio “porta a porta”

Uno dei problemi che assillano maggiormente chi deve viaggiare in aereo, soprattutto per turismo, è quello del peso del bagaglio trasportabile, a mano o imbarcato, compreso nel prezzo del biglietto. Al momento del check-in, se la pesata non rientra nei limiti previsti dalla compagnia, scatta il pagamento della sovrattassa. E in alcuni casi diventa una vera e propria trattativa, in relazione all’imposizione di franchigie di carico eccessivamente basse, rispetto alle effettive esigenze del passeggero. Alitalia ha deciso di intervenire sulla questione, introducendo condizioni più favorevoli e in linea con quelle già applicate da alcuni carrier aerei, tra i quali Delta e Air France, partner di Alitalia nella Transatlantic Joint Venture. Continua a leggere

Vulcano islandese, si contano
i danni: in fumo 5 miliardi di dollari

Cinque miliardi di dollari: è questa la cifra del danno che l’eruzione del vulcano islandese ha provocato all’economia mondiale. I sei giorni di chiusura dei cieli europei ad aprile che hanno provocato numerosi disagi ai viaggiatori sono costati cari, anzi carissimi, alle compagnie aeree: per loro il danno è stato quantificato in 1,8 miliardi di dollari. “È stato un pasticcio non coordinato e un campanello d’allarme per tutti: senza collegamenti aerei la vita moderna è impossibile”, ha detto il numero uno della Iata, Giovanni Bisignani, alla 66ª assemblea generale a Berlino. Continua a leggere

Air France, perdita record
e accuse sulla sicurezza dei voli

Una perdita netta di 1,55 miliardi di euro. L’esercizio fiscale 2009/2010 di Air France-Klm è stato chiuso con il peggior risultato dalla fusione del 2005 tra la compagnia aerea francese e quella olandese. Un vero e proprio “annus horribilis”, come l’ha definito il direttore generale di Air France-Klm, Pierre-Henry Gourgeon. “La crisi economica mondiale ha profondamente colpito la nostra industria a un livello inatteso”, ha detto Gourgeon ricordando che “il gruppo ha dovuto far fronte alla tragedia dell’incidente aereo del volo Rio-Parigi del primo giugno 2009”. In casa Air France piove sul bagnato, visto che proprio nel giorno dell’annuncio della perdita record è uscito in Francia un libro-shock che attacca la compagnia aerea in materia di sicurezza dei voli. Continua a leggere

Puntualità dei voli: è Alitalia
la migliore compagnia europea

C’era una volta la puntualità svizzera, che spesso faceva rima con l’affidabilità tedesca. Ora la storia è cambiata, almeno per quello che riguarda i viaggi aerei. Secondo quanto pubblicato da Ticino Finanza, al primo posto della classifica di puntualità dei vettori europei a gennaio si è piazzata Alitalia. Un traguardo sorprendente, considerando anche il fatto che fra le prime dieci su 22 non ci sono le grandi compagnie: Lufthansa è al 21° posto, Swiss al 19°, Air France e Iberia a pari merito al 13°. I risultati emergono da un report riservato dell’Aea, l’associazione europea che raggruppa 22 aviolinee. Continua a leggere

Trasporto aereo, nel 2009
persi oltre 25 milioni di bagagli

È uno degli incubi peggiori di chi viaggia in aereo: arrivare a destinazione e non trovare il proprio bagaglio, aspettare davanti al rullo e vedere gli altri passeggeri andarsene tranquillamente dall’aeroporto, con il loro bagaglio. Un’esperienza decisamente spiacevole, vissuta da milioni di persone di tutto il mondo. Sono stati oltre 25 milioni – su un totale di 2,21 miliardi di passeggeri che hanno viaggiato in aereo – i bagagli smarriti in tutto il mondo nel 2009. Una cifra alta, ma comunque in netta diminuzione (-23,8 per cento) rispetto al 2008.
I dati in questione sono stati diffusi da Sita, società specializzata nella fornitura di soluzioni e servizi di comunicazione per l’industria del trasporto aereo, con la sesta edizione del “Baggage Report”. Continua a leggere

Aerei: aiuti di Stato illegali,
Air France denuncia Ryanair

Non sarà una vera e propria battaglia dei cieli: nessun bombardamento, nessun volo pericoloso, nessun asso dell’aviazione. Ma è una guerra, che si combatte con carte e denunce. Protagoniste della diatriba sono due compagnie aeree, Air France e Ryanair. Il nodo della questione è rappresentato dagli aiuti di Stato illegali che, secondo Air France, avrebbe intascato Ryanair. Per questo la compagnia francese ha deciso di denunciare davanti alla Commissione europea il vettore low-cost. Lo scrive il quotidiano francese Le Figaro di giovedì 11 marzo. Continua a leggere