Uggè: “Il Nord Africa pronto a sorpassare l’Italia nel traffico merci via mare”

“Nodi da sciogliere per competere”. È questo il tema che Confcommercio ha posto all’attenzione del Governo per il rilancio e il recupero di competitività. Un tema che ha fra i suoi argomenti principali la questione dei porti, il cui sviluppo e la cui funzionalità possono consentire di recuperare quel 30 per cento di merci oggi sdoganate nei porti del nord Europa. L’obiettivo da raggiungere è quello di sfruttare al meglio i sei giorni di competitività che i porti nazionali, grazie alla loro posizione strategica nel Mediterraneo, hanno rispetto ai competitor. Continua a leggere

Automobilisti stuprati dalle donne, scatta l’emergenza nello Zimbabwe

Qualche anno fa era in voga sulla rete la storiella della “Truffa all’Ikea”. Due splendide ragazze in abiti succinti che prima lavano la tua auto e poi ti si concedono, ma mentre avviene il rapporto ti rubano il portafogli. Ebbene quello che può essere il “sogno” di molti automobilisti è una realtà truce e preoccupante nello Zimbabwe. Sono talmente frequenti i casi di stupri ai danni di automobilisti da parte di autostoppiste che il governo locale da un paio d’anni ha emanato consigli alla popolazione maschile: evitare l’autostop e i passaggi in auto da sconosciuti, servirsi solo dei mezzi pubblici, evitare la bicicletta. Nel Paese africano è infatti attiva una strana “mafia delle stupratrici”.  Continua a leggere

Gli Automobile club non hanno dubbi: “Favorire le auto elettriche”

Arriva dagli Automobile club di mezzo mondo l’esplicita richiesta di puntare sulle auto elettriche. Riuniti in occasione dell’International Club Conference a Estoril, in Portogallo, Automobile e Touring club di Europa, Africa e Medio Oriente hanno approvato un documento congiunto con il quale sollecitano le istituzioni europee a promuovere politiche di sostegno alla mobilità privata, anche con incentivi economici, puntando soprattutto sulle tecnologie verdi che alimenteranno i veicoli, in particolare in ambito urbano e verso specifici gruppi di utenti (trasporto pubblico, car sharing, aziende per la distribuzione delle merci in città). Continua a leggere

Lista nera degli aerei: a rischio compagnie spagnole e tedesche

La Commissione europea ha aggiornato la lista nera delle compagnie bandite dallo spazio aereo dell’Unione: le novità riguardano l’inserimento nella black list di tutti i vettori certificati in Mozambico e di due Boeing 676 di Air Madagascar. Intanto la Commissione ha anche messo in guarda Germania e Spagna per la sicurezza di alcune piccole compagnie aeree che rischiano di finire nella lista nera: sono le tedesche Bin Air e ACH Hamburg e la spagnola Flightline. Continua a leggere

Denunciavano i furti dei camion, in realtà li spedivano in Nord Africa

La truffa era stata congegnata nei minimi particolari, ma dopo un anno di indagini i finanzieri sono riusciti a smascherare una banda di malviventi che acquistava costosi camion con contratti di leasing. Peccato che dopo alcuni mesi smettevano di corrispondere i canoni di locazione e trasferivano all’estero i mezzi pesanti, denunciandone il furto. A insospettire le fiamme gialle sono stati alcuni camion fermi su una banchina del porto di Genova e in procinto di essere imbarcati con destinazione Nord Africa con una documentazione all’apparenza regolare. Continua a leggere

Sudafrica, elefante in calore prova ad accoppiarsi con una Passat

Nella riserva di Pilanesberg, in Sudafrica, gli animali circolano liberamente e per i turisti è un’emozione fantastica passare con l’auto a poca distanza da un rinoceronte, una mandria di zebre o un gruppo di leoni. Uno dei residenti più grandi della riserva è Amarula, un elefante enorme che evidentemente ha qualche problema di vista. Non è consigliabile infatti imbattersi in Amarula se si è a bordo di un’auto di colore grigio. Cosa che invece è successa alla coppia irlandese John Somer e Carina Lowers. I due erano a bordo di una Volkswagen Passat berlina, grigia metallizzata quando il pachiderma Amarula si è accorto di loro, o meglio dell’auto, scambiandola per un’avvenente femmina di elefante. Continua a leggere

Sudafrica, camion fermi da giorni: a secco i distributori di carburante

Quando la categoria dell’autotrasporto decide di applicare un fermo e questo si protrae per oltre un giorno si accorge quantomeno tutta una nazione dell’importanza dei camion. Ai disagi per il traffico si uniscono infatti quelli di non trovare la merce sui bancali dei supermercati e, come è successo in questi giorni in Sudafrica, di avere difficoltà nel trovare una stazione di rifornimento con il serbatoio pieno e quindi in grado di erogare gasolio e benzina. Da quasi una settimana sono infatti in sciopero i camionisti del Sudafrica e la chiusura di alcune stazioni di benzina sta creando gravi preoccupazioni alla maggiore potenza economica africana. Continua a leggere

L’Opec: “Nessuna emergenza petrolio”. Ma i prezzi salgono

Il petrolio è tra le materie prime sempre più sotto stretta osservazione nei mercati mondiali, soprattutto in relazione alle vicende politiche che stanno interessando l’area dei Paesi nord africani, e in modo particolare l’Egitto. La scorsa settimana il prezzo del Brent ha superato quota 100 dollari al barile. Era dall’ottobre del 2008 che non raggiungeva questo livello. Un incremento dovuto sostanzialmente alle preoccupazioni legate all’operatività del Canale di Suez, la cui chiusura causerebbe seri problemi agli approvvigionamenti di greggio, con la lievitazione del costo del trasporto, visto che le navi petroliere provenienti dall’area Saudita sarebbero costrette a circumnavigare il continente africano per arrivare nel Mediterraneo. Continua a leggere

Merci sui treni, il Marocco ci crede e potenzia la Tangeri-Marrakech

La Banca africana per lo sviluppo AfDB ha deliberato un finanziamento di 300 milioni di euro da destinare allo sviluppo e al relativo potenziamento della linea ferroviaria che collega Marrakech con il porto di Tangeri. Il progetto, che ha al centro del proprio interesse il trasporto delle merci in virtù dell’incremento registrato nell’ultimo decennio dalle produzioni che hanno trovato collocazione in Marocco, comporterà una spesa complessiva di circa 440 milioni di euro (in valuta marocchina sono più o meno 5,1 milioni di dirham), ed è tra dei principali lavori inseriti in un piano di più ampio potenziamento delle infrastrutture ferroviarie marocchine, per un costo totale di 12,8 miliardi di dirham nel quinquennio 2010/2015. Continua a leggere

Logistica e intermodalità,
la Germania guarda verso l’Italia

“Contiamo sui servizi offerti dagli scali portuali liguri per far transitare le merci, provenienti principalmente dal sud della Germania, destinate ai Paesi dell’Africa del Nord e dell’Estremo Oriente”. Queste, in estrema sintesi, le dichiarazioni rilasciate da una delegazione di operatori logistici tedeschi, provenienti dalla regione del Baden-Wurttemberg, nel sud della Germania, che ha visitato in questi giorni le strutture portuali liguri di Genova, Savona e Vado. Continua a leggere