PICCOLA GRANDE ITALIA / SARDEGNA 1

DA ORISTANO A ARBOREA

ALLA SCOPERTA DI ORISTANO, SANTA GIUSTA, ARBOREA


USCITA AUTOSTRADALE: percorrendo la Strada statale 131, detta anche Carlo Felice, che collega da nord a sud l’isola da Porto Torres a Cagliari, prendere l’uscita per Oristano in direzione Simaxis.

Il viaggio alla scoperta dei piccoli grandi tesori dell’Italia fa tappa in Sardegna e propone tre possibili destinazioni: Oristano, dove si può ammirare il sito archeologico di Tharros, semplicemente fantastico; Santa Giusta, con la celebre cattedrale del XII secolo; Arborea, tappa imperdibile per gli appassionati di birdwatching, a caccia (fotografica) delle numerose specie di uccelli che popolano gli stagni. Senza dimenticare le bellissime spiagge di Santa Giusta, Torre Grande, Marina di Arborea, Cala Sinzias, raggiungibili in pochi minuti da tutti e tre i centri abitati.

Oristano,
ci invita
nel museo
all’aperto
di Tharros


Visitare Oristano significa innanzitutto ammirare il sito archeologico di Tharros, a sud della penisola del Sinis, con i resti della città fondata dai Fenici nell’VIII secolo a.C: un autentico museo all’aria aperta con il tophet (il santuario con l’area consacrata dove venivano sepolti i resti dei sacrifici infantili), le terme e le fondamenta del tempio. Bellissime sono anche la chiesa di San Francesco, con il famoso crocifisso di Nicodemo, il più importante esempio in Sardegna di scultura gotica spagnola, e la cattedrale di Santa Maria Assunta, con l’imponente campanile a pianta ottagonale risalente al 1400.
Altre attrazioni di Oristano sono la statua di Eleonora d’Arborea, famosa per aver dato alla comunità la “Carta de Logu”, uno dei primi esempi di carta costituzionale, e la Torre di Mariano II, con la torretta merlata che ospita una campana in bronzo del 1430. Per gli amanti dei bagni e della tintarella, c’è solo l’imbarazzo della scelta fra decine di spiagge dalla sabbia fine e bianca o a grani rosati, un regalo del corallo, ambite da acque dalle incredibili sfumature dal verde all’azzurro. Come la spiaggia di Torregrande, dalla sabbia bianca, contraddistinta dalla grande torre, o la spiaggia di Is Arutas, lunga diverse centinaia di metri, unica nel suo genere perché formata da granuli di quarzo tondeggianti rosa e bianchi, nota ai surfisti per le condizioni di vento ideali che formano fantastiche onde da cavalcare. O, ancora, come la Baia de S’Archittu, dove ammirare un arco naturale scavato nella roccia dal vento e dalle onde, o la spiaggia di Putzu Idu, punto di partenza per un’escursione in barca alla suggestiva isola di Mal di Ventre.

120 cavalieri
si sfidano nella
giostra equestre
inseguendo
la fortuna


Dove: Oristano.
Quando: l’ultima domenica e l’ultimo martedì di carnevale.
Cosa offre: la Sartiglia é una giostra equestre di origine medievale lasciata in eredità dai dominatori catalani che vede impegnati 120 cavalieri mascherati per i quali un’eventuale caduta da cavallo porta, secondo la leggenda, un’annata di carestia. I cavalieri devono raggiungere con la spada una stella appesa a un nastro: pìù stelle vengono conquistate, migliore sarà l’auspicio della fortuna.

Altro che uovo
di Pasqua,
a Oristano
ci sono
le Formagelle


Formagelle (dolci pasquali di diverse varietà, da quelli delicatissimi con ricotta a quelli dal sapore più deciso con il formaggio fresco, con l’uvetta o aromatizzati al limone o all’arancia), somarettoni (dolci di mandorle), mostaccioli (biscotti aromatizzati alla cannella) vengono proposti da:

Pasticceria Eleonora di Maria
piazza Eleonora 1,
09170 Oristano
tel 0783 71454.

Qui acquistate
le ceramiche
ma imparate
anche come
vengono fatte


Le tradizionali ceramiche sarde, pezzi artigianali riletti in chiave moderna dalla titolare che insegna anche questa nobile arte, sono in vendita da:

Ceramiche artistiche di Margherita Piloni
via Crispi 29/a
09170 Oristano
tel 0783 303980.

I ricci
di mare,
se cucinati
pungono solo
l’appetito


Mariano IV Palace hotel
piazza Mariano 50
09170 Oristano
tel 0783 360101
isarosenet@yayoo.it.

Il menu propone bottarga (uova di pesce essiccate) di muggine di Cabras, prelibati ricci di mare, squisite aragoste pescate all’Isola di Mal di Ventre, accompagnati dal vino tipico oristanese, la vernaccia. Per chi vuole assaggiare la cucina di terra, da non perdere il “porcetto” arrosto, il cinghiale, il pecorino, accompagnati dal vino Cannonau.

La sera
in camera
si naviga
alla ricerca
di nuove spiagge


Hotel Duomo
via Vittorio Emanuele 34
09170 Oristano
tel 0783 778061
info@hotelduomo.net.

Dispone di 10 confortevoli e luminose camere elegantemente arredate e funzionali, con connessione a Internet per navigare, in attesa di dormire, alla ricerca di nuove mete da scoprire il giorno seguente.



Comune Oristano
piazza Eleonora d’Arborea 14
09170 Oristano
tel 0783 7911
info@comune.oristano.it.






Santa Giusta
custodisce
una delle cattedrali
più belle
di tutta l’isola


Per chi ama il mare, Santa Giusta offre fantastiche mete: a partire dalla solitaria spiaggia di Santa Giusta, celebre per il grande scoglio a forma di tartaruga conosciuto con il nome di “scoglio di Peppino”; cala Sant’Elmo; le spiagge di Cannisoni e di San Pietro; cala Sìnzias, magnifica spiaggia incastonata nel verde delle colline costiere; cala Pira, con la spiaggia di candida sabbia. Ma anche dove l’acqua non lambisce la terra, Santa Giusta custodisce numerosi tesori. Primo fra tutti la cattedrale (edificio di culto dedicato a Santa Giusta, che la tradizione vuole essere stata martirizzata all’epoca di Diocleziano nella cripta) costruita quasi totalmente in arenaria e considerato uno dei più importanti esempi di romanico sardo e uno dei più preziosi monumenti dell’isola. Da vedere anche il nuraghe di San Omu e San Orcu, il più grande di tutta la zona sudorientale, costituito da un mastio (la torre principale) centrale e da una cortina muraria che comprende cinque torri e un cortile interno.

I migliori
pescatori
sono anche
campioni
d’equilibrio


Dove: Santa Giusta.
Quando: mese di agosto.
Cosa offre: nella “regata de is fassonis” pescatori-equilibristi si sfidano nello stagno sui “fassonis”, imbarcazioni fabbricate con giunchi legati insieme formando degli scafi piatti che ricordano le barche di papiro degli egizi. Intanto su grandi griglie vengono arrostiti i muggini appena pescati, cefali di cui gli stagni dell’oristanese abbondano e che vengono cucinati, secondo la tradizione sarda, con le interiora e senza squamare. Le ragazze indossano costumi tradizionali, gli uomini si sfidano nel gioco della morra sarda al suono delle launeddas, strumenti musicali tipici dell’isola simili a sottili flauti.

C’è un mondo
tutto
fatto
di mandorle


Amaretti, gueffus (dolci fatti con pasta di mandorle cotti in padella), petifus (gli ingredienti sono albume zucchero, limone, mandorle cotte al forno si trovano da:

Shirru Berta
via Giovanni XII 215
09096 Santa Giusta
tel 078 3358742
gia.berta@tiscali.net.

Dopo arselle
e gamberi,
arrivano in tavola
muggini
e anguille


Ristorante Pizzeria Incontro di Planaria Giorgio
via Garibaldi 68,
09096 Santa Giusta
tel 0783 352062
planargia_giorgio@libero.it.

Il menu propone gnocchetti alla campidanese con salsiccia fresca di maiale, fregola (semola grossa cotta al vapore con forma di piccoli dadini), arselle e gamberi, muggini arrosto, anguille, spigole e orate.

Svegliatevi
con una biciclettata
immersi
nella natura
incontaminata


Bed & Breakfast Cuccuru e Portu
via Belloni 74,
09096 Santa Giusta
tel. 347 8046281
caterina.sorrent@tiscali.it.

La struttura immersa nella natura più incontaminata offre la possibilità di noleggiare biciclette per tonificanti passeggiate mattutine o serali.



Comune Santa Giusta
via Garibaldi 84
09096 Santa Giusta
tel 0783 35451
info@comune.santagiusta.or.it.






Arborea,
il paradiso
in terra
per chi ama
la zoologia
e la botanica


Chi passa per Arborea, ribattezzata dopo essere stata Mussolina perché costruita e bonificata nel periodo fascista, non può non visitare gli stagni S’ena Arrubia e Corru Sittiri, entrambi siti di importanza comunitaria per la ricchezza di uccelli palustri e specie vegetali. Chi ama il mare troverà invece affascinante la spiaggia ma anche la confinante pineta di Marina d’Arborea che si estende per vari chilometri: l’ideale per immergersi in un “mare” di aria pura e iodio, autentico toccasana per bronchi e polmoni. Per chi ama immergersi invece nella storia, la meta è il castello di Sanluri, costruito tra il XIII e il XIV secolo, l’unico ancora integro degli 88 castelli edificati in Sardegna, sede del museo risorgimentale Duca d’Aosta. Fra i cimeli esposti, la bandiera della vittoria italiana su Trieste e il bollettino originale firmato dal generale Armando Diaz, oltre a una collezione di ceroplastiche realizzate tra il cinquecento e l’ottocento.

Mentre le mucche
si truccano,
voi assaggiate
la loro panna
(con le fragole)


Dove: Arborea.
Quando: a fine aprile.
Cosa offre: la sagra della fragola propone una gara di toelettatura di bovini e, soprattutto, la degustazione delle fragole (coltivate nelle pianure di Arborea) con panna.

Regalatevi
e regalate
bottiglie d’annata
da custodire
in cantina


Il miglior vino rosso di Arborea Doc (l’ideale per accompagnare i piatti di carni rosse e i salumi, ma anche tortellini, tagliatelle al ragù, formaggi stagionati) e il Trebbiano di Arborea Doc (da abbinare invece ad antipasti di pesce, uova, zuppe di pesce) sono proposti da:

Il fortino
piazza Ungheria 12,
09092 Arborea
tel 349 7518193
ilfortino@gmail.com.

Fatevi
stuzzicare
il palato
dal pecorino
piccante


Agriturismo Il melograno
Strada 22 ovest
09092 Arborea
tel 0783 801040
fabrizio.aroffu@tiscali.it.

Il menu propone salumi misti, olive, pecorino, verdure grigliate, polpettine di melanzane, crostini di pomodoro, lorighittas con melanzane (pasta fatta intrecciando sottili e corti spaghetti e chiudendo poi la treccia a formare un anello, loringa in sardo, da cui il nome) e porcini.

La disposizione
delle camere
a ferro di cavallo
concilia il sonno
anche ai più
superstiziosi


Hotel Le Torri
via Sardegna 23,
09092 Arborea
tel 0783 80003831
info@letorrihotel.com.

Dispone di 38 camere disposte a ferro di cavallo, american bar ideale per conversare e sorseggiare un drink, capiente sala convegni.



Comune Arborea
viale Omodeo 5
09092 Arborea
tel 0783 8033212
commercio@comunearborea.it.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *