PICCOLA GRANDE ITALIA / PIEMONTE 1

DA SESTRIERE A CLAVIERE

ALLA SCOPERTA DI SESTRIERE, SANSICARIO, SAUZE D’OULX, CLAVIERE


USCITA AUTOSTRADALE: percorrete l’autostrada A32 che unisce Torino con Bardonecchia, uscite a Oulx e seguite per Sestriere. Oppure percorrete la statale 23 da Torino, passando per Pinerolo.

Il viaggio alla scoperta dell’Italia fa tappa in Piemonte e propone quattro possibili destinazioni tutte riservate agli amanti della neve e dello sci: Sestrière, centro del grande comprensorio della Via Lattea, dove si può sciare in notturna sulla pista Gianni Alberto Agnelli; Sansicario, vietata alle auto e dove ci si può cimentare sulla pista Fraiteve; Sauze d’Oulx, che ha dato i natali a Piero Gros e dove si sono svolti i giochi olimpici di freestyle; Claviere, da dove si possono raggiungere le piste francesi del Monginevro per poi rientrare in Italia attraverso l’impegnativa pista del Colletto Verde.


Sestrière
vi offre
l’emozione
di sciare
di notte
sulla pista
olimpionica


Centro del grande comprensorio della Via Lattea, Sestriere offre agli sciatori la possibilità di collegamento con altre cinque stazioni per un totale di 400 chilometri di piste da discesa e 10 chilometri di piste da fondo. Per provare forti emozioni, è possibile sciare (anche in notturna) sulla pista Kandahar slalom Gianni Alberto Agnelli, dove hanno avuto luogo le olimpiadi di slalom speciale, e sulla pista Kandahar Banchetta Giovanni Nasi, dove si sono tenute le gare olimpioniche di discesa libera e di supergigante. Chi ama divertirsi tra le gobbe naturali o nei canaloni si può cimentare invece sulla pista 32 Motta e sulla 5 Sises, mentre i più spericolati possono praticare snowbord e ski cross, una specialità della disciplina del freestyle nella quale più atleti scendono contemporaneamente lungo un percorso artificiale che presenta diverse difficoltà tecniche. I non sciatori possono invece divertirsi facendo passeggiate sulla neve con le ciaspole (le racchette che, infilate ai piedi, servono per camminare sulla neve fresca) e fare escursioni con i cani da slitta.


La sci-volante
mette alla prova
i piloti
d’auto d’epoca
anche fra i paletti


Dove: Sestrière.
Quando: fine marzo.
Cosa offre: la Sci-volante è una gara di regolarità per autovetture d’epoca abbinata a una gara di sci, ed è la riedizione delle famose autosciatorie che si svolgevano negli anni ’30 al Colle del Sestriere. Sono previste prove in diurna e una in notturna. Alla gara di sci deve partecipare tassativamente un componente dell’equipaggio iscritto. Anche quella sciistica é una prova di regolarità: infatti l’atleta impegnato nella discesa di slalom gigante deve ottenere nella seconda un risultato il più possibile vicino a quello della prima.

Le sculture
in legno?
Adornano
le case ma anche
i presepi


Le sculture in legno scolpite a mano, dai religiosi presepi, e madonnine agli oggetti per la casa, si possono acquistare da:

Trucioli d’Autore Carlo Piffer
via Louset
10058 Sestrière
tel 335 6775493
carlo.piffer@libero.it.

C’è un menu
personalizzato
per chi soffre
di intolleranze
alimentari


Ristorante Colombiere
via Monterotta 30,
10058 Sestriere
tel 0122 76323
colombiere@libero.it.

Il menu propone cucina tipica piemontese a base di carne, selvaggina, polenta, ma anche piatti a base di pesce fresco che arriva due volte alla settimana dai mercati ittici di Torino. Sono proposti anche menù personalizzati per clienti che soffrano di intolleranze alimentari.

Addormentatevi
con impressa
negli occhi
la vista delle Alpi


Hotel Belvedere
via Cesana 18,
10058 Sestrière
tel 0122 750698
info@newlinehotels.com.

L’hotel, che dispone di camere arredate con tutti i comfort, si trova a 400 metri dagli impianti e a 800 metri dal centro ed è collegato con un servizio navetta gratuito funzionante fino a mezzanotte. Impareggiabile la posizione panoramica, con una magnifica vista sulle Alpi.



Comune
via Europa 1,
10058 Sestrière
ufficiostampa
@comune.sestriere.to.it.
eziolink@gmail.com
cell 348 3054324.
(chiedere di Ezio Romano)






Sansicario,
il sogno
di vivere
immersi
nella natura
senza auto
qui diventa realtà


San Sicario è un piccolo paese immerso nei boschi dove l’accesso è rigorosamente vietato alle auto che possono essere parcheggiate in garage sotterranei, utilizzando per gli spostamenti verso le zone più decentrate una modernissima monorotaia disegnata da Pininfarina. La particolare posizione geografica consente innumerevoli discese su pendii idonei agli sciatori più esperti che possono salire sino ai 2700 metri di quota del monte Fraiteve e sciare sull’omonima pista, molto tecnica, disegnata appositamente per le gare di discesa libera del super gigante femminile delle olimpiadi invernali, evento che ha consentito di rinnovare completamente gli impianti di risalita. Chi si vuole avvicinare per la prima volta al mondo dello sci può invece approfittare di piste facili con un’ottima esposizione al sole. A San Sicario è possibile provare anche l’ebbrezza di una discesa sui ciambelloni di gomma che scivolano sulla neve, ma anche il divertimento di una corsa sulla pista per bob, slittino e skeleton (si scende lungo una pista ghiacciata, sdraiati a pancia in giù).

Volete
sapere
quanto vale
un maialino?


Dove: Sansicario.
Quando: metà luglio.
Cosa offre: il raduno montano della Coldiretti di Torino attira a Sansicario i coltivatori che provengono da tutta la provincia. Durante tutta la giornata hanno luogo gare di bocce e stime del maialino, oltre a concorsi a premi, iniziative con divertimenti, per grandi e piccini. Nel pomeriggio, ballo liscio per tutti. E’ inoltre previsto il tradizionale mercatino dei prodotti tipici.

Barbera
o nebbiolo?
Nel dubbio
assaggiateli
entrambi


La barbera (in Piemonte per tradizione questo vino viene indicato al femminile), o un ottimo nebbiolo si possono acquistare da:

Ferragut
via Roma
10054 Cesana
(a sei chilometri da Sansicario)
tel 0122 89110
enoteca.ferragut
@hotmail.it.

La polenta
concia?
È un richiamo
irresistibile
per la selvaggina


Ristorante Les Chalmettes
piste da sci di Sansicario
10054 Sansicario
tel 333 3285027.

Il menu propone antipasti della casa come la carne cruda all’albese, pappardelle al sugo di selvaggina, polenta concia (polenta con formaggio fuso sopra), cervo, salsiccia in umido (salsiccia piccante con peperoncini e patate tagliate a cubetti), pollo alla cacciatora, tacchino all’aceto balsamico, dolci della casa.

Dall’hotel
raggiungete
le piste
con gli sci
ai piedi


Olympic Centre Cesana Sansicario
frazione Sansicario 57,
10054 Sansicario
tel 0122 8111934
andrea.trevisi
@cooperativadoc.it.
(chiedere di Andrea Trevisi)

Dispone di infrastrutture interne all’avanguardia con una spiccata attenzione all’ambiente, grazie all’impiego di un impianto di pannelli fotovoltaici che godono di lunga esposizione al sole.È immerso nei boschi e d’inverno è possibile raggiungere con gli sci ai piedi gli impianti di risalita.



Segreteria Via Lattea
piazza Agnelli 4,
10058 Sestrière
tel. 0122 799411
ufficio.stampa
@vialattea.it.
(chiedere di Claudia Debernardi)






Sauze D’Oulx,
il balcone
delle Alpi
dal quale
si è affacciato
Piero Gros


Sauze d’Oulx, definito il balcone delle Alpi per la sua caratteristica di affacciarsi sulle imponenti vette che la circondano, ha ospitato i giochi olimpici di freestyle (una disciplina nella quale si scende da una pista ripida compiendo, con sci molto corti, evoluzioni aeree e acrobatiche) ed è nota per aver dato i natali a Piero Gros, uno dei campioni della valanga azzurra capitanata da Gustav Thoeni. Il comprensorio sciistico si snoda su tracciati coinvolgenti come quelli della pista 29 Canale Colò (dedicata al grandissimo campione della storia dello sci mondiale, Zeno Colò), delle piste 33 Moncrons e Rossella, per gli amanti delle gobbe, della pista numero 12, una delle più famose e delle più lunghe piste rosse della zona. Il centro abitato è suddiviso in due parti: il borgo vecchio, tipicamente alpino e costituito in prevalenza da vicoli stretti e case dai tetti di tegole di pietra nera, e la parte più recente, formata da ville e alberghi. La località rappresenta anche il luogo ideale per le escursioni con le ciaspole, per le arrampicate sulle cascate di ghiaccio e per lo sci fuoripista. Il piccolo borgo di Sauze d’Oulx cela anche dei luoghi di interesse artistico e architettonico, come la chiesa parrocchiale di San Giovanni, che conserva una pregiata vasca battesimale in pietra verde con scolpito lo stemma dei Delfini di Francia.

Avete idea
di quante ricette
si possano
preparare
con le patate?


Dove: Sauze d’Oulx.
Quando: prima metà di settembre.
Cosa offre: la tradizionale sagra della patata é una giornata di festa con pranzo con menù a base di patate di montagna e mercatino dei prodotti di Sauze d’Oulx. Le patate di montagna sono la produzione più diffusa e famosa di questa località.

Con le erbe
di montagna
il miele
ci guadagna…


Per gli amanti del miele, miele di acacia, (dal sapore delicato e miscelato con la pasta di nocciole, ottenuta solo ed esclusivamente da selezionate nocciole Piemonte), miele di tarassaco (miele primaverile tipico delle aree con prati, dal sapore forte), la meta da non perdere è:

L’Argurensie
via della Chiesa 4,
10050 Sauze d’Oulx
tel 0122 859740
s.gorlier@libero.it.

Soupe grasse,
cajette,
soubrics, bùnet:
sapori
da scoprire


L’Orto del Frate
via Assetta 18,
tel 347 7612439
10050 Sauze d’Oulx
olinkas2000@yahoo.com.

Il menu propone soupe grasse (tipico piatto povero della tradizione sauzina a base di brodo, grissini, toma – un formaggio stagionato di montagna – e verza); cajette (saporiti gnocchi rustici di patate e ortiche fatti in casa) al ragù batard (ragù tipico di carni miste e verdure) o burro e salvia; soubrics (polpette di manzo e mele renette, pepate, cotte al vino rosso e accompagnate da patate di montagna al rosmarino); bùnet, (l’antenato del budino preparato senza usare gelatine, o colla di pesce e addensanti); frittelle di mela).

Scegliete
la camera
in base
al vostro segno
zodiacale


Chalet Il Capricorno
via case Sparse 21,
10050 Sauze d’Oulx
tel 0122 850273
cell 340 2509515
s.bertuzzi@chaletilcapricorno.it.
(chiedere della signora Simonetta Bertuzzi)

Dispone di nove camere contraddistinte da un segno zodiacale, accoglienti e tranquille con mobili in legno scolpiti a mano. Lo chalet si trova direttamente sulle piste da sci e c’è la possibilità di richiedere trasferimenti in motoslitta.



Segreteria Via Lattea
piazza Agnelli, 4
10058 Sestrière
tel. 0122 799411
ufficio.stampa
@vialattea.it.
(chiedere di Claudia Debernardi)






Claviere,
chi scia qui
può fare
lo slalom
fra Italia
e Francia…


Un’esperienza di puro divertimento fra sport e natura: questo è sciare a Claviere, immersi in un paesaggio incantato di boschi e picchi innevati. In questa località ci sono piste di ogni tipo e difficoltà e si possono raggiungere quelle francesi del Monginevro, per poi rientrare in Italia attraverso l’impegnativa e panoramica pista del Colletto Verde: un’occasione da non perdere per gli sciatori e gli snowboarder più esperti. Le piste si estendono per circa 18 chilometri e quelle più rinomate sono la Serra Granet-La Coche (discesa relativamente facile), la pista rossa Gimont e la pista nera del Pian del Sole. Claviere ha ospitato le prime gare di sci a livello internazionale disputatesi in alta valle di Susa ed è stata la sede degli allenamenti per i giochi olimpici di Saint Moritz del 1927. Ma Claviere non è soltanto sci alpino, perché a cavallo del confine italo-francese si estende anche la pista di fondo. La salita all’imponente monte Chaberton e la traversata in direzione Bardonecchia offrono invece due bellissime escursioni.
D’estate ci sono itinerari naturalistici lungo il Rio Secco, la Piccola Dora e il Rio Gimon e ci si può cimentare in nuovi percorsi sospesi, attrezzati lungo le gorge (vie ferrate) di San Gervasio.

In bicicletta
lungo i più
affascinanti
sentieri
della val di Susa


Dove: Claviere.
Quando: settembre.
Cosa offre: La Clavierissima è una gara ciclistica che si snoda su bellissimi sentieri, fra i più panoramici dell’intera valle di Susa. Si parte dai 1706 metri di Claviere passando per i 2210 metri del lago Gignoux. È previsto anche un percorso di medio fondo per i cicloturisti di 1200 metri di dislivello.

I baci di dama
vi faranno
innamorare
di questa
regione


Gli amanti dei dolci possono gustare gli amaretti, i baci di dama (si chiamano così per la forma che rievoca un bacio tra due biscotti suggellato da un cuore fondente), le bugie (dolce tipico del carnevale), i finocchini (biscotti di semi di finocchio ed essenza di anice), acquistandoli da:

Gipi 2000
via Nazionale 13
tel 0122 878944
10050 Claviere
risto@libero.it.

Di carne
o di formaggi,
l’importante
è che sia
fonduta…


‘L Gran Bouc
via Nazionale 24,
tel 0122 878830
10050 Claviere
info@granbouc.it.

Il menu propone carpaccio caldo al gorgonzola, carpaccio di spada affumicato con pomodoro crudo, prosciutto di cervo, agnolotti di fonduta alla panna, filetto di manzo alla Gran Bouc, torta della valle alla Gran Bouc, torta alle mandorle, fonduta savoyarde (ai formaggi fusi), fonduta bourguignonne (con pezzi di carne).

Dopo una
stancante
sciata
rilassatevi
con un massaggio


Hotel Bes
via Nazionale 18,
10050 Claviere
tel 0122 878735
hotelbes@hotelbes.com.

Dispone di wellness centre, un luogo ideale per rilassare corpo e psiche che invita a una piacevole pausa distensiva. L’hotel é attrezzato con vasca idromassaggio, sauna, aree relax con bagno turco, lampada Uva, ampia zona dedicata ai trattamenti olistici (trattamenti rilassanti), possibilità di massaggi praticati da mani esperte e palestra attrezzata.



Comune
via Nazionale, 30
10050 Claviere
tel. 0122 878 821
comune.claviere@tin.it.
(chiedere del sindaco Franco Capra)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *