Le auto volanti sono la soluzione per superare il traffico? Uber vuole testarle entro tre anni

Uber alza lo sguardo e cerca una nuova “strada”. La compagnia non ha nel mirino solo le auto che si guidano da sole, ma anche le prime vetture volanti. A Dallas, il direttore prodotti di Uber Jeff Holden ha annunciato che l’azienda ha intenzione di effettuare i primi test sulle auto volanti entro tre anni. A ottobre Uber aveva spiegato di voler progettare veicoli volanti per permettere ai pendolari di superare il traffico.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Il nuovo approdo dei terminalisti: “Assiterminal potrebbe aderire a Confcommercio”

Un nuovo approdo per i terminalisti italiani? Secondo il Secolo XIX/The MediTelegraph, Assiterminal, “l’associazione che raggruppa al suo interno buona parte dei terminalisti che operano in Italia, starebbe infatti valutando l’ipotesi di aderire a Confcommercio e defilarsi da Confetra, la Confederazione generale italiana dei trasporti e della logistica del presidente Nereo Marcucci”. In tempi stretti, visto che se l’accordo “dovesse andare in porto verrebbe ufficializzato entro la fine di quest’anno”.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Autotrasporto, il Governo ora ha una sola via per dimostrare di non aver detto bugie

Sarà decisivo, in un senso o nell’altro, l’incontro in programma il 27 aprile al ministero dei Trasporti tra i rappresentanti dell’Unatras e quelli del dicastero. Per il mondo dell’autotrasporto, che in  tempi non sospetti ha valutato positivamente la conduzione e le decisioni assunte dal ministro Graziano Delrio in tema di trasporto, questo incontro rappresenta infatti  “l’ora della verità”, l’appuntamento, non più in alcun modo rinviabile, per scoprire se le intese che sono state sottoscritte e che contengono misure importanti per la vita delle imprese di autotrasporto diverranno operative oppure se resteranno sulla carta. Ipotesi, quest’ultima, che non potrà che avere, come conseguenza, la protesta. Ipotesi purtroppo tutt’altro che remota: i segnali che i responsabili delle associazioni stanno raccogliendo, non sembrano aprire troppe strade alla speranza.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Nuove luci in galleria, con i led si accende anche la sicurezza: interventi per 45 milioni di euro

Nelle gallerie arrivano i led di ultima generazione. Anas ha infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’accordo quadro triennale del valore complessivo di 45 milioni di euro per la sostituzione dei corpi illuminanti obsoleti con i led. Si tratta della prima tranche del progetto “Greenlight”. L’appalto è suddiviso in otto lotti, uno per ciascuna delle nuove macro-aree di Anas. Nell’ambito di questa prima fase verranno realizzati interventi su circa 160 gallerie.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Carabiniere eroe salta su un Tir fuori controllo e lo ferma. Il camionista si era sentito male

Riccardo Capeccia ha 44 anni, una compagna, una figlia adolescente e una divisa cucita addosso. Ma dentro la divisa da Carabiniere ha il dna degli eroi, ha il cuore di chi è disposto a tutto pur di salvare delle vite, ha la capacità di prendere la decisione giusta in un istante. Venerdì, l’appuntato scelto Capeccia è riuscito a bloccare un camion lanciato a 100 all’ora in discesa, un Tir fuori controllo a causa di un malore del conducente. Il carabiniere è riuscito ad appendersi alla portiera, ad entrare in cabina e a bloccare il camion impazzito.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Attenzione, c’è un italiano al volante: per il resto d’Europa siamo i guidatori più spericolati

Aiuto, c’è un italiano al volante. Per il resto degli europei siamo noi i peggiori guidatori del Vecchio continente. Lo rivela un’indagine condotta dal Barometro della Fondazione Vinci Autoroutes per una guida responsabile, che mette a confronto il comportamento dei guidatori in undici Paesi dell’Unione Europea. Per il 27 per cento degli intervistati, gli italiani sono i meno responsabili al volante, seguiti dai greci (18 per cento), polacchi (16 per cento), spagnoli e francesi (8 per cento). I migliori sono gli svedesi, considerati i più responsabili dal 38 per cento del campione.  Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Migliorare i treni dei pendolari e raddoppiare le rotaie? Fs preferisce investire sui Tir olandesi…

Perchè le ferrovie italiane scelgono d’investire in una società di trasporto su gomma in Olanda e non utilizzano invece quei soldi per per migliorare i trasporti ferroviari in Italia? A porre la domanda, condivisa probabilmente da qualche milione di italiani, è il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Ugge, che commentando l’annuncio dell’amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini, in merito alla partecipazione a una gara in Olanda per acquisire una società di trasporto su gomma, è immediatamente intervenuto sul “caso”. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Beppe Grillo vuole più merci sui treni? Anche i trasportatori, pronti a discuterne con lui

“Salutiamo positivamente le recenti dichiarazioni di Beppe Grillo sui trasporti. Pur con alcune inesattezze riguardo l’incidentalità e la quota assicurata dal trasporto su gomma le dichiarazioni del leader del Movimento 5 stelle confermano la centralità della logistica per la competitività nazionale e l’importanza del confronto con le imprese e gli operatori da tempo sostenuta dalla nostra confederazione”. A commentare con queste parole quanto scritto da Beppe Grillo sul proprio blog in merito alla necessità di implementare il trasporto merci su rotaia è il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè, che ha approfittato dell’occasione per spiegare le ragioni della protesta del mondo dell’autotrasporto. Protesta che, guarda caso, riguarda anche le mancate risposte da parte della politica alla domanda di uno sviluppo combinato strada rotaia sostenuto da tempo da Conftrasporto. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Fai Conftrasporto-Authority 1-0. La sfida sul 6 per mille da pagare è stata vinta dai trasportatori

Fai Conftrasporto – Authority 1-0. Ha scelto un titolo “calcistico” il sito www.conftrasporto.it per annunciare la vittoria della federazione (anche se solo nella partita d’andata) contro l’;autorità dei trasporti alla quale Fai-Conftrasporto aveva contestato la legittimità della richiesta del contributo rivendicato dall’Authority dei trasporti nei confronti delle imprese di autotrasporto. Sono stati gli stessi avvocati dello studio legale al quale la federazione ha dato mandato di opporsi alla decisione dell’Authority a dare notizia che il contributo (annuale per un importo pari al 6 per mille del fatturato, chiesto alle imprese di autotrasporto dal garante per il proprio funzionamento) non è dovuto. I giudici del Tar, il tribunale regionale amministrativo, hanno infatti ribadito che le disposizioni di legge non assoggettano le imprese che esercitano nell’autotrasporto merci in conto terzi alla vigilanza stessa. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

I 5 Stelle spingono per portare le merci sui treni: “L’autotrasporto inquina e viene agevolato”

“In Italia oltre l’80 per cento delle merci viaggia su gomma e solo il 5-6 per cento su ferro. In Francia e Germania la percentuale delle merci trasportate su rotaia arriva fino al 23,4 per cento, in Svizzera addirittura al 50 per cento! Il trasporto su gomma inquina e aumenta i consumi energetici, il traffico e gli incidenti stradali. Eppure, nonostante questo, viene agevolato con sgravi fiscali e incentivi diretti e indiretti”. Lo scrive il Movimento 5 Stelle sul blog di Beppe Grillo. Continua a leggere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page