Viaggiare a ritroso nell’emergenza Coronavirus fa scoprire un pesantissimo “carico” di colpe

L’epidemia di polmonite ha mietuto e continua a mietere vittime. Colpa solo di un minuscolo, invisibile nemico, il Coronavirus, o anche di chi, il Governo, questa emergenza non ha saputo gestirla come avrebbe dovuto? Un Governo che era ben informato su questa vicenda: basterebbe leggere la Gazzetta ufficiale del giorno 1 febbraio a pagina 7 per rendersene conto. È stato in quel Consiglio dei ministri, infatti, che è stato dichiarato lo stato di emergenza per il Coronavirus. Quindi lo si sapeva, ma non si è voluto essere chiari e si è preferito trattare gli italiani come dei bambini ai quali le “cose brutte” si nascondono. Perché non sono state attuate misure serie preventive adeguate? Continua a leggere

Il Governo tenga aperti i benzinai o metterà in pericolo il trasporto delle merci essenziali

“Il blocco minacciato dai benzinai deve essere assolutamente evitato, se non si vuole mettere a rischio il trasporto delle merci essenziali”. A lanciare l’allarme, dopo l’annuncio da parte dei dindacati dei benzinai di voler “chiudere i rubinetti” dei carburanti a partire da mercoledì notte  è il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè, che invita il Governo a fornire risposte alle richieste dei gestori degli impianti autostradali e stradali di carburante per evitare che l’autotrasporto sia costretto, suo malgrado, a fermarsi per l’impossibilità di far rifornimento interrompendo l’approvvigionamento delle merci. Continua a leggere

Chiudono i benzinai: “Ci hanno lasciati senza protezioni sanitarie e senza difese economiche”

Non sono stati messi in condizioni di assicurare il necessario livello di sicurezza sanitaria, e neppure una sostenibilità economica del servizio: per questo migliaia di benzinai hanno deciso di chiudere i distributori: prima quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali, dove non sarà possibile fare rifornimento da mercoledì notte, poi via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria. Ad annunciare la decisione sono i rappresentanti sindacali della categoria. “C’è una categoria di persone, oltre 100mila in tutta Italia, che, senza alcuna menzione, ha finora assicurato, senza alcun sostegno né di natura economica, né con attrezzatura sanitaria adeguata, il pubblico servizio essenziale di distribuzione di energia e carburanti per il trasporto di beni e persone”, denunciano i sindacalisti di Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio. Continua a leggere

Merci per la Sicilia bloccate in porto: colpa di 40 auto arrivate sui pontili nonostante i divieti

Quaranta auto sulle quali viaggiavano 80 persone fermate dalle forze dell’ordine per irregolari dichiarazioni. Una notizia destinata a passare quasi inosservata se non fosse per il fatto che quelle vetture, bloccate a Villa San Giovanni nel piazzale Anas, stanno a loro volta bloccando l’arrivo in Sicilia anche delle merci”. A denunciare l’incredibile episodio è il sindaco di Messina, Cateno De Luca , tornato agli imbarcaderi della Caronte & Tourist per verificare i controlli delle auto che sbarcano a Messina solo poche ore dopo aver convocato una giunta straordinaria proprio davanti alla stazione degli arrivi per impedire lo sbarco di qualunque auto privata, come prevede il nuovo decreto del presidente del consiglio dei ministri che consente sullo Stretto solo il traffico merci e di persone autorizzate. Continua a leggere

Motorizzazioni civili, le pratiche che è possibile fare nonostante l’emergenza Coronavirus

Quali sono le cose che è possibile fare e quelle invece vietate? La domanda, probabilmente la più diffusa in emergenza epidemia da Coronavirus, riguarda anche le operazioni da effettuare negli  uffici della Motorizzazione  civile  che i responsabili del ministero per le Infrastrutture e i trasporti hanno ritenuto opportuno chiarire, alla luce del decreto del 17 marzo sulle “Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da  Covid19”, evidenziando le operazioni  indifferibili e che , dunque, possono essere fatte. Eccole. Continua a leggere

Tempi di guida per i trasportatori, Paola De Micheli pronta a firmare il decreto per sbloccarli

“Firmerò il decreto che sblocca i tempi di guida per gli autotrasportatori, stiamo lavorando intensamente a un documento da presentare all’Unione Europea che garantisca nell’immediato futuro un sostegno economico oltre che giuridico-legislativo al settore per evitare che tornino nella discussione temi del passato, temi che questa crisi dovrebbe aver totalmente spazzato via”. Un annuncio, quello fatto dal ministro ai Trasporti Paola De Micheli che insieme a un’altra dichiarazione in proposito dell’atteggiamento di alcuni Paesi che hanno socchiuso le frontiere alle merci (“Sbandierano la scusa della difesa sanitaria per nascondere un tentativo di bloccare alcune specifiche merci e di ricostruire così barriere all’ingresso.Di fronte a queste situazioni la Commissione europea e la commissaria ai Trasporti Valean si sono impegnati a intervenire in maniera dura”) è stata accolta con favore da Conftrasporto-Confcommercio. Continua a leggere

Conftrasporto: “Pugno di ferro del Governo per chi non tutela la salute dei camionisti”

Le manovre da fare nel settore dell’autotrasporto merci per fermare l’epidemia di polmonite da Coronavirus sono state decise e indicate dal Governo con precise linee guida: ora il Governo le faccia applicare, con con decisione e precisione, sanzionando severamente chi non le applica perché così mette a rischio la salute di altre persone , in questo caso di migliaia di camionisti che con il loro lavoro quotidiano assicurano un servizio di pubblica utilità e consentono al Paese di non morire. È un intervento duro, per far rispettare quelle che altrimenti rischiano, come troppo spesso accade in Italia, che le parole, gli impegni, le promesse restino tali, quello chiedo al Governo da Paolo Uggé, vicepresidente di Conftrasporto e Confcommercio, ospite, insieme a Michele De Rose della Filt-Cgil, della trasmissione radiofonica Giorno per giorno , condotta da Ceci Francesca Romana su Radio Uno, Continua a leggere

Avviso alle aziende: siete obbligate a fornire ai camionisti un bagno pulito con igienizzanti

La sanificazione e l’igienizzazione dei locali, dei mezzi di trasporto e dei mezzi di lavoro deve essere effettuata nei modi e nelle forme prescritte dalle circolari del ministero della Salute (in particolare la circolare 5443 del 22 febbraio 2020) e dell’Istituto superiore di sanità. E solo il primo di una serie di adempimenti previsti per le imprese di autotrasporto il Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel settore del trasporto e della logistica, condiviso tra la ministra dei Trasporti Paola De Micheli e i rappresentanti delle principali confederazioni e le organizzazioni sindacali del trasporto e della logistica. Una serie di adempimenti pubblicati sul sito di Conftrasporto (cliccate qui), , insieme a una importante precisazione iniziale: “viene chiarito in maniera esplicita che per quanto riguarda l’autotrasporto, le trasferte sono consentite”. Ecco gli adempimenti “nello specifico settore dell’autotrasporto merci”, per il quale “è stabilito che: Continua a leggere

#iostocoltrasporto: i “campioni” del mondo dei tir ringraziano in un video migliaia di camionisti

Campioni dello sport, star del cinema  e della musica: sono in moltissimi ad aver registrato dei video, soprattutto per invitare la gente a stare a casa, a non muoversi per non rischiare di far viaggiare ancor più rapidamente un’epidemia, quella da Coronavirus, già di suo velocissima, contagiosissima e, dunque, pericolosissima. Un gruppo di “campioni” della costruzione di mezzi pesanti , volti spesso notissimi fra gli operatori del mondo dei trasporti (Paolo Starace, di Daf Trucks Italia; Massimiliano Calcinai, di Ford Trucks Italia; Mihai Daderlat, di Iveco mercato Italia; Maurizio Pompei, di Mercedes – Benz Trucks Italia; Pierre Sirolli, di Renault Trucks Italia; Francesco Fenoglio, di Scania Italia e Giovanni Dattoli di Volvo TruckItalia) hanno invece deciso di “riunirsi” per realizzare un video,  videomessaggio “#iostocoltrasportoContinua a leggere

La Fai piange Duilio Balducchi, il presidente che ha viaggiato per 50 anni con la “sua” federazione

“Ci sentiamo fra una decina di giorni, non appena mi avranno portato le altre fotografie. Le ultime che ho trovato le ho lasciate nell’ufficio di Doriano.  Sono bellissime. Mi raccomando. Ciao Maura, e butta via quella sigaretta…. Ciao ragazzi e buona giornata.  Vado, se no mio figlio Achille mi sgrida, sono in ritardo.”. Si  era congedato così, tre settimane fa,  Duilio Balducchi dai “ragazzi” della Fai di Bergamo, dove era andato per portare gli “ultimi materiali preziosi” da utilizzare per la realizzazione di un’iniziativa destinata a celebrare i primi 50 anni di storia della federazione, la “sua associazione”, alla quale aveva aderito fin da subito, quasi mezzo secolo fa,  diventandone uno dei “padri”. Continua a leggere