Il ponte sul Po chiude quattro mesi per lavori: autostrada gratis tra Occhiobello e Ferrara

Chiuderà totalmente il prossimo 21 maggio il ponte sul fiume Po che unisce Occhiobello (in provincia di Rovigo) e Ferrara. Ieri nella sede Anas di Bologna si è tenuto un incontro alla presenza dei responsabili di Anas, di società Autostrade per l’Italia, delle Regioni Emilia-Romagna e Veneto e dei comuni di Ferrara e Occhiobello. Anas ha confermato la data di partenza dei lavori e ha annunciato che la durata della chiusura è stata ridotta a 4 mesi rispetto ai 7 mesi contrattualmente previsti. “Anas”, spiega una nota, “si farà carico dei maggiori costi necessari a compensare le lavorazioni che saranno eseguite su tre turni (h24) e continuativamente 7 giorni su 7”. Continua a leggere

Cortina 2021, i Mondiali di sci partono dalle strade: al via 17 cantieri per 13 milioni

Per un atleta la preparazione è fondamentale. Lo sanno bene gli sciatori che tra tre anni si sfideranno sulle piste di Cortina per una medaglia ai Mondiali. Ma la preparazione è fondamentale anche per chi è impegnato a disegnare un’organizzazione perfetta, a permettere agli atleti di rendere al meglio e agli spettatori di godere di uno spettacolo unico. In questo contesto, la viabilità è importantissima. Nei giorni scorsi, il Commissario di Governo e presidente di Anas Ennio Cascetta ha fatto il punto sul Piano Straordinario di potenziamento della viabilità in vista dei Mondiali di sci. Continua a leggere

Conftrasporto: “L’Italia va collegata meglio, ma ora rischia d’essere scollegata dall’Europa”

“Connettere l’Italia è un’esigenza indispensabile: l’importante è che non venga sconnessa l’Italia dal resto d’Europa. E per impedirlo serve un netto, deciso e immediato intervento del presidente del Consiglio sulla decisione, illegittima, adottata dall’Austria di limitare il transito dei Tir al Brennero”. Ad affermarlo è il vicepresidente di Conftrasporto e di Confcommercio Paolo Uggè che all’indomani della presentazione del volume “Connettere l’Italia” da parte del ministro dei Trasporti Graziano Delrio, intervenendo sul “caso Brennero”, è immediatamente sceso in campo chiedendo all’Italia di non stare a guardare neppure un secondo. Continua a leggere

Trasporti e logistica cambieranno l’Italia solo quando chi la guida saprà guardare oltre

Il tema delle connessioni è centrale, se non restiamo dentro il gioco saremo tagliati fuori. Connettere l’Italia con se stessa e sempre di più con l’Europa e con il mondo è la sfida cruciale e globale. Parola di Graziano Delrio ministro “in uscita” dal dicastero per le Infrastrutture e i trasporti che intervenendo a Roma alla presentazione del libro “Connettere l’Italia: Trasporti e logistica in un Paese che cambia”, ha evidenziato come “oggi il 90 per cento delle guerre non si combatte con gli armamenti, ma con gli investimenti nelle infrastrutture”. Come del resto dimostra la sfida globale lanciata dalla Cina che, ha affermato Graziano Delrio, “ sta facendo una vera offensiva egemonica con la pianificazione infrastrutturale”. Continua a leggere

Tangenziale di Catania, A19, Itinerario Catania-Gela: il punto sulle infrastrutture siciliane

La Tangenziale di Catania, destinata a diventare “un’arteria moderna e innovativa”, il piano di manutenzione straodinaria dell’autostrada A19 Palermo-Catania, la riqualificazione e il potenziamento dell’itinerario Catania-Gela sono stati al centro di un incontro che si è svolto a Palermo tra i vertici della Regione Siciliana e di Anas nel quale sono stati analizzati gli investimenti in corso e quelli futuri. Molti i temi trattati, a partire da quello, molto sentito, relativo alle attività finalizzate al monitoraggio e alla prevenzione del rischio idrogeologico. Continua a leggere

Terremoto in Centro Italia, proseguono i lavori per sistemare le strade: affidati altri interventi

Continuano i lavori per la sistemazione delle strade danneggiate dal terremoto nel Centro Italia. In questi giorni Anas ha completato le procedure di affidamento e stipulato i contratti con le imprese esecutrici di altri quattro interventi per un investimento complessivo 14,7 milioni di euro nelle province di Ascoli Piceno, Rieti e Macerata. Come spiega una nota, nell’ambito dei primi due stralci del Programma di ripristino e messa in sicurezza della viabilità nei territori colpiti dal sisma, sono ad oggi complessivamente in corso lavori per oltre 203 milioni di euro di investimento e sono in fase di aggiudicazione ulteriori appalti per un valore di 122 milioni di euro, mentre procedono le attività di progettazione ed approvazione dei restanti interventi. Continua a leggere

Cavalcavia pericolante chiuso a traffico sulla statale Porto Empedocle – Caltanissetta

Chiuso perché pericolante. La decisione, adottata per prevenire possibili tragedie come quella che un anno e mezzo fa ad Annone Brianza, nel lecchese, vide un uomo morire sepolto sotto un ponte crollato, riguarda  un cavalcavia che sovrasta un tratto della statale 640 Porto Empedocle-Caltanissetta alle porte del capoluogo nisseno, chiuso  al traffico perché non in rado di garantire la sicurezza con i mezzi in transito. Il cavalcavia si trova immediatamente dopo lo svincolo per la zona industriale viaggiando in direzione di Caltanissetta e subito dopo l’hotel Ventura in direzione di Agrigento.

La strada colabrodo incubo dei camionisti: la Goitese va a pezzi e i pericoli aumentano

Cambiano le stagioni, cambiano le amministrazioni, ma la situazione della Goitese, la strada che da Montichiari porta a Goito, collegando le province di Brescia e Mantova, non cambia e resta decisamente critica. La denuncia arriva dal presidente di Fai Lombardia, Antonio Petrogalli, che rilancia l’allarme ricevuto dai numerosi autotrasportatori che utilizzano la strada. “I più fortunati hanno “solo” forato. Poi c’è chi invece ha dovuto cambiare il cerchione. E anche chi riuscisse a uscire indenne dalla “gimkana” (con il rischio di finire fuori strada) non è al sicuro. Perché con l’asfalto sbriciolato, i detriti “sparati” dalle ruote di quelli che viaggiano sulla corsia opposta rischiano di danneggiare i vetri”, spiega Petrogalli in una lettera nella quale cita uno stralcio di un articolo pubblicato sulla Gazzetta di Mantova a novembre 2017.  Continua a leggere

Pedemontana Veneta, tutti i dubbi della Corte dei Conti: “Rilevate numerose criticità”

“Il controllo sulla realizzazione della superstrada Pedemontana veneta, avviato nel 2015, ha rilevato numerose criticità. Ciò ha determinato una situazione di incertezza che non ha consentito un’efficiente programmazione dell’azione amministrativa”. Lo spiega in un comunicato la Corte dei Conti. Secondo l’organo dello Stato è apparso problematico “il ricorso al partenariato pubblico-privato e criticità sono state riscontrate nell’applicazione della normativa europea in materia di concessioni”. Continua a leggere

Cavalcavia crollato ad Annone Brianza, i lavori di ricostruzione partiranno entro fine aprile

Inizieranno entro fine aprile i lavori per la ricostruzione del cavalcavia crollato il 28 ottobre 2016 ad Annone Brianza, in provincia di Lecco, provocando la morte di un automobilista, Claudio Bertini. Anas ha infatti consegnato all’impresa Co.e.st. Costruzioni e Strade in raggruppamento temporaneo di imprese con Bea Service i lavori per la ricostruzione del cavalcavia della strada provinciale 49 di sovrappasso alla statale 36 del Lago di Como e dello Spluga. I lavori, per un importo di circa due milioni di euro, avranno una durata contrattuale di 340 giorni, spiega Anas, e “con questo atto l’impresa è titolata ad avviare immediatamente tutte le operazioni propedeutiche all’inizio della cantierizzazione”, che dovrebbero portare le “maestranze in cantiere prima di fine aprile”.  Continua a leggere