Cascate del Serio: allo spettacolo ci pensa l’acqua, alla sicurezza per strada la colonnina mobile

L’apertura delle cascate del fiume Serio, con le acque che compiono uno spettacolare triplice salto per un totale di 315 metri,il più alto d’Italia e il secondo in Europa, è uno spettacolo che domenica 20 agosto vedrà migliaia di turisti salire in alta valle Seriana. Uno spettacolo spettacolo mozzafiato della natura che si scatena in tutta la sua forza, rovesciando a valle circa 10.000 metri cubi d’acqua, che con migliaia di auto e moto sulle strade vuol però dire anche traffico, code, possibili incidenti. È per affrontare al meglio ogni possibile situazione possa presentarsi che i responsabili dell’associazione Croce Blu di Gromo, utilizzeranno anche in questa occasione la colonnina mobile per le emergenze messa a punto, come ha spiegato il presidente Battista Santus, per ottimizzare il servizio di assistenza. Continua a leggere

Colpo di calore in auto, rischiano soprattutto i bambini: come evitarlo e come curarlo

Il caldo può essere molto pericoloso. Anche in auto, mentre si viaggia e, ancora di più, quando si è fermi. Mai lasciare qualcuno a bordo sotto il sole, anche se solo per pochi minuti, perché l’auto si può trasformare in un attimo in un vero e proprio forno. Quando si viaggia è importantissimo tenere rinfrescato e ben areato l’abitacolo. Sono le basi per evitare i colpi di calore, pericolosi soprattutto per i bambini, che sono quelli che rischiano di più. Continua a leggere

Auto intelligenti che si guidano da sole, per renderle stupide basta un adesivo sui cartelli?

Un adesivo appiccicato al cartello stradale, magari stampato per fare uno scherzo da qualche buontempone. Potrebbe bastare questo a mandare in tilt le auto che si guideranno da sole nel futuro? Il rischio esiste, almeno secondo alcuni ricercatori dell’Università di Washington, secondo i quali non sarebbe affatto necessario ricorrere a attacchi tecnologici effettuati da pirati dell’informatica per mandare “in tilt” le centraline delle auto a guida autonoma, ma potrebbe bastare alterare i comuni segnali stradali. Continua a leggere

Alcol e droga al volante, nove patenti ritirate durante una notte di controlli a Bologna

Nove patenti ritirate per guida sotto l’effetto di alcol e droga. È questo il preoccupante bilancio di una notte di controlli in via Stalingrado, a Bologna, dove tre pattuglie della Polizia stradale, altrettanti equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e personale Medico e Sanitario della Questura di Bologna hanno effettuato un posto di controllo. In totale sono stati controllati 115 conducenti, 67 uomini e 48 donne. Sette (tre donne e quattro uomini) sono risultati positivi all’alcol test. Continua a leggere

Luglio mese più pericoloso alla guida. Velocità e mancate precedenze le cause degli incidenti

Sono distrazione, mancata precedenza e velocità troppo elevata le prime tre cause degli incidenti stradali. In totale questi comportamenti sono all’origine del 41,5 per cento dei sinistri. Lo spiega il rapporto Aci-Istat sugli incidenti stradali del 2016 che segnala tra le altre cause più rilevanti “distanza di sicurezza (21.780), manovra irregolare (15.924), comportamento scorretto del pedone (7.417): rispettivamente il 9,8 per cento, il 7,2 per cento e il 3,3 per cento del totale”. Continua a leggere

Meno morti sulle strade, ma aumentano incidenti e feriti. Tra le vittime troppi bambini

Diminuiscono i morti sulle strade italiane. Secondo il Rapporto Aci-Istat, nel 2016 le vittime sono state 3.283, il 4,2 per cento in meno rispetto alle 3.428 del 2015. Ma nei dati del rapporto il segno meno relativo ai morti resta purtroppo abbastanza isolato. Sono aumentati, infatti, gli incidenti (175.791 rispetto ai 174.539 dello scorso anno: +0,7 per cento), i feriti (249.175 rispetto ai 246.920 del 2015: +0,9 per cento), e, soprattutto, i feriti gravi (oltre 17.000 rispetto ai 16.000 del 2015: +9 per cento). Sale, spiega una nota, da 4,7 a 5,2 il rapporto feriti gravi/decessi e i costi sociali sono stimati in 17 miliardi di euro. Continua a leggere

Seggiolini auto, i crash test bocciano alcuni modelli omologati: “Gravi rischi per i bimbi”

Ci sono seggiolini auto che non proteggono i vostri bambini. L’allarme arriva da Altroconsumo, che dopo i crash test in laboratorio ha definito “pericolosi” i seggiolini Recaro Optia con la base Recaro SmartClick e Jané Grand. “In caso di urto frontale i rischi sono molto gravi sia per i bimbi sia per gli altri passeggeri”, denuncia l’associazione. Dai test di Altroconsumo è emerso che “il seggiolino Recaro si stacca dalla base Isofix e viene sbalzato nell’abitacolo”, mentre “nel seggiolino Jané gli agganci Isofix non sopportano le forze a cui sono sottoposti in un incidente frontale e si aprono”. Si tratta, è bene precisarlo, di modelli omologati.  Continua a leggere

L’auto si guiderà con un solo pedale, Nissan mette assieme acceleratore e freno

Acceleratore e freno in un solo pedale. Una vera e propria rivoluzione, ideata da Nissan, e che “cambierà radicalmente l’esperienza di guida”, come promette la casa costruttrice. Il sistema si chiama e-Pedal e farà il suo debutto sulla nuova Nissan Leaf il 6 settembre. “Per la prima volta al mondo”, spiega una nota, “questa tecnologia consente di guidare l’auto utilizzando un solo pedale”. Continua a leggere

L’auto carica di bagagli vi può far alleggerire la vacanza: si rischia una multa fino a 338 euro

Dimenticatevi di portare mezza casa in vacanza con voi. Caricare in auto di tutto e di più è decisamente una pessima idea. Per la vostra sicurezza e anche per il portafogli, che rischia un pesante alleggerimento. Il Codice della strada, infatti, prevede una multa fino a 338 euro per chi carica in maniera scorretta la propria vettura, oltre al possibile ritiro della patente e della carta di circolazione. A conti fatti, è meglio fare delle scelte, rinunciare a qualcosa e partire con più tranquillità.  Continua a leggere

Caccia aperta per 7 giorni a Tir e bus fuorilegge. Nel mirino lo stato psicofisico dei conducenti

Sarà una settimana ad “altissimo rischio di sanzioni” quella dal 24 al 30 luglio 2017  per i conducenti di tir e di pullman che non amano rispettare le regole. In quei sette giorni su strade e autostrade di tutta Europa scatterà infatti una vera e propria caccia ai mezzi pesanti  “fuorilegge”, con migliaia e migliaia di controlli effettuati nell’ambito della  campagna europea ‘Truck & Bus’, organizzata da Tispol,  la rete di cooperazione tra le Polizie Stradali nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale oggi aderiscono tutti i Paesi membri dell’Unione, più la Svizzera e la Norvegia. Continua a leggere