Il semaforo diventa giallo, è meglio fermarsi o proseguire? Ecco cosa dice il Codice della strada

Con il semaforo rosso ci si ferma, con il verde si può passare. Lo sanno tutti. E con il giallo? In questo caso i dubbi aumentano: quanto tempo ho a disposizione, rischio una multa o peggio ancora un incidente? Il Codice della strada dice che “durante il periodo di accensione della luce gialla, i veicoli non possono oltrepassare gli stessi punti stabiliti per l’arresto, a meno che vi si trovino così prossimi, al momento dell’accensione della luce gialla, che non possano più arrestarsi in condizioni di sufficiente sicurezza; in tal caso essi devono sgombrare sollecitamente l’area di intersezione con opportuna prudenza”.  Continua a leggere

Guidare un Tir ubriachi è un reato da punire con durezza. Ma va scoperto anche il “mandante”

Un autista ubriaco semina il panico in autostrada guidando il suo Tir a zig zag? Chi ha affidato a quell’autista l’incarico di trasportare le merci e perché? Magari solo perché costava pochissimo? È quanto esige di sapere il presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè che ha chiesto la massima severità per quanto accaduto lungo l’autostrada A1, in provincia di Firenze, dove un Tir ha percorso una ventina di chilometri passando continuamente da una corsia di marcia all’altra prima d’essere bloccato da una pattuglia della polizia stradale all’altezza dell’uscita di Valdarno. Solo qui l’autista, originario dell’Ucraina, talmente ubriaco da non reggersi in piedi, è stato costretto a fermare il pesante mezzo e a scendere dalla cabina di guida dove sono state trovate diverse bottiglie di alcolici vuote. Continua a leggere

Revisioni facili a Savona, sequestrata un’officina: i trucchi utilizzati per superare i test

La revisione dell’auto era semplice. Troppo. E non importa se quel veicolo non possedeva i requisiti minimi per circolare. Il certificato veniva stampato lo stesso e il mezzo tornava sulla strada. L’attività illecita del centro di revisioni è stata scovata dagli agenti della Polizia stradale di Savona grazie alle telecamere per la videoregistrazione delle operazioni di revisione. L’officina è stata sequestrata.  Continua a leggere

Investe un gatto e non si ferma a soccorrerlo: 413 euro di multa a un automobilista

Povero gatto. Investito mentre attraversava la strada, sulle strisce pedonali tra l’altro, e lasciato lì agonizzante dal suo investitore, un automobilista sessantenne. L’uomo, rintracciato tramite le telecamere di sicurezza, si è beccato una multa di 413 euro per non essersi fermato a soccorrere il felino. Il Codice della strada, infatti, prevede l’obbligo di fermarsi e soccorrere qualunque animale investito e ferito.  Continua a leggere

Le donne al volante? Meglio degli uomini: scelgono auto sicure e prendono meno multe

Scelgono auto più sicure, più confortevoli, più pratiche. E, sulla strada, sono coinvolte in meno incidenti di quello che si possa pensare. Le donne al volante, in definitiva, sono meglio degli uomini. Almeno secondo la ricerca “Donne e auto aziendali: un’opportunità per i Fleet Manager per rendere più efficiente la gestione della flotta”, realizzata dal Corporate Vehicle Observatory di Arval Italia in collaborazione con Econometrica. Dallo studio emerge che le donne, alla ricerca di comfort e sicurezza, scelgono station wagon, auto compatte e suv.  Continua a leggere

“Cantiere maledetto” sull’autostrada del Brennero? In pochi giorni morti 4 automobilisti

La distrazione alla guida, unita a una situazione logistica evidentemente non impeccabile, stanno coprendo di sangue l’autostrada del Brennero nel Basso Trentino. Il cantiere “sul banco degli imputati” è quello aperto nei pressi del casello di Ala-Avio. Lunedì 13 due sorelle di Rovereto hanno perso la vita in uno scontro causato dai rallentamenti per il cantiere, mercoledì 15 marzo un 34enne di Lecco è stato ricoverato in prognosi riservata per aver tamponato violentemente un tir fermo in coda, mentre giovedì 16 si è registrato, purtroppo, l’ennesimo schianto mortale: un 48enne altoatesino al volante di una Mazda ha centrato il tir che gli stava davanti e che aveva dovuto rallentare proprio per i lavori. Per non parlare dei tamponamenti e degli incidenti meno gravi. Continua a leggere

Trasporto persone, il libero mercato senza regole può solo diventare un pericolo per tutti

Le grandi manovre per liberalizzare il mercato del trasporto persone stanno accelerando? Verrebbe da pensare di sì, almeno  a giudicare dalla recentissima “manovra” compiuta dal presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella che ha proposto di aprire il mercato a 360 gradi, creando nuovi  spazi anche a servizi innovativi. Come quelli ideati da Uber, il colosso partito da San Francisco per conquistare il monopolio del settore grazie al telefonino a colpi di App, ovvero grazie a un’applicazione informatica che consente di prenotare un’autovettura a noleggio in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo usando il proprio smartphone. Un progetto  basato  su un conto economico ben preciso (destinato a far realizzare, a chi dovesse diventare il padrone incontrastato del settore, montagne di denaro) ma che prevedendo l’ impiego di autisti non professionisti (come nel caso di  Uber Pop) dimentica di fare i conti con l’esigenza di tutelare i pur giusti principi del libero mercato con l’altrettanto sacrosanta garanzia di sicurezza sulle strade e di rispetto dei diritti di tanti piccoli operatori. Continua a leggere

Impennata di furti sulle auto prese a noleggio. E i turisti esasperati scappano dall’Italia

Una vacanza può trasformarsi in un incubo. Il sogno di vedere la torre di Pisa può portare a un risveglio tutt’altro che piacevole. Nella città toscana stanno infatti aumentando sensibilmente i furti sulle auto prese a noleggio all’aeroporto. L’allarme arriva direttamente dalle società di autonoleggio che raccolgono con sempre maggiore frequenza le denunce dei turisti derubati. Noleggiatori che ormai sono costretti a mettere in guardia i clienti, a sconsigliare certe zone. Continua a leggere

Liberalizzare il mercato dei taxi? Chi guida l’Antitrust non sa quali pericoli causerebbe

La proposta del presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella di aprire il mercato del trasporto persone a 360 gradi, aprendo nuovi  spazi anche a servizi innovativi come quelli proposti da Uber, colosso internazionale ideatore di un’applicazione informatica, che consente  di prenotare un’autovettura a noleggio, offrendo contemporaneamente una compensazione ai titolari di licenze di taxi, evidentemente penalizzati da una simile decisione, attraverso un fondo  finanziato sia dai nuovi operatori sia dai maggiori introiti fiscali, ha già scatenato le prime reazioni. Prima fra tutte quella del presidente di Conftrasporto e vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggé secondo il quale la proposta di spalancare gigantesche autostrade, liberalizzando il mercato, a piattaforme digitali che impiegano autisti non professionisti (come appunto Uber Pop) è un’idea “bislacca da contrastare in ogni modo e, soprattutto, tutti insieme. Continua a leggere

Riaperta la A14 tra Ancona e Loreto. Autostrade: “I nostri cavalcavia sono sicuri e controllati”

È stato riaperto in entrambe le direzioni il tratto dell’autostrada A14 tra Ancona Sud e Loreto chiuso da ieri a causa del cedimento di una struttura provvisoria posizionata a sostegno di un cavalcavia. Lo rende noto Autostrade per l’Italia. Il traffico scorre su una corsia per senso di marcia. In un comunicato, la società Autostrade spiega che il cantiere dei lavori sul cavalcavia della A14 che ha ceduto giovedì “era stato avviato il 7 febbraio e si sarebbe dovuto concludere – per quanto riguarda le attività sulle pile finalizzate all’innalzamento del cavalcavia – il 31 marzo”.  Continua a leggere