“Revisioni false ai camion”, otto indagati alle Motorizzazioni di Brescia e di Bergamo

Camion che passavano la revisione senza nemmeno andare alla Motorizzazione di Brescia. Altri ai quali veniva fatto un controllo tutt’altro che accurato, limitato ai freni o poco più. Lo scandalo revisioni investe la Motorizzazione di Brescia, ma anche quella di Bergamo, con otto dipendenti indagati per falso ideologico in atto pubblico e sospesi. Tra loro anche il direttore dell’ufficio di Bergamo, dove era stato trasferito, che andrà in pensione a fine anno. Gli altri sette lavorano ancora a Brescia. Continua a leggere

Trasporti eccezionali bloccati. Ciocca: “Serve un portale europeo con indicati gli itinerari sicuri”

Realizzare un portale europeo dedicato al rilascio delle autorizzazioni per il trasporto eccezionale con indicati gli itinerari sicuri. È la strada indicata dall’europarlamentare della Lega Nord, Angelo Ciocca, per superare gli innumerevoli ostacoli che i trasportatori trovano sulla strada quando devono chiedere un’autorizzazione. “In Italia”, spiega Ciocca, “l’iter per ottenere le autorizzazioni necessarie alla circolazione dei veicoli con trasporti eccezionali è lenta e macchinosa e comporta notevoli ostacoli alla normale attività delle aziende con gravi ripercussioni sulle attività economiche”. Continua a leggere

Autotrasportatore in fuga da Napoli: “Lì gli uffici pubblici impediscono di lavorare”

“Vado via da Napoli per colpa di gente come voi, perché voi siete la vergogna di Napoli e dell’Italia, perché è per colpa vostra se in molti continuano ad avere di Napoli e del Sud Italia un’immagine devastante, di gente che non fa nulla, che lavora per finta anche se lo stipendio dallo Stato a fine mese lo intasca vero…”. Non ha certo lasciato la sede della Motorizzazione civile di Napoli con il sorriso sulle labbra e non si è certo accomiatato amichevolmente, in particolare da un suo dipendente, Angelo Panico, titolare di un’impresa di autotrasporto che lavora nel settore calcestruzzi, ma un risultato almeno l’ha ottenuto: risolvere finalmente l’ultima pratica rimasta aperta con quell’ufficio statale e trasferire tutto al Nord, dove, spiega raccontando la sua storia di straordinaria malaburocrazia e inefficienza del sistema Paese, “i problemi non mancano, ma almeno si tenta di risolverli”. Lavorando, per consentire anche agli altri di lavorare.  Continua a leggere

Le strade che portano ai finanziamenti europei? Ecco quelle che possono prendere i trasportatori

Trovare nuove strade per accedere a un finanziamento può rappresentare un’importante svolta per un’impresa di autotrasporto, in particolar modo in periodi in cui, nonostante qualche segnale di ripresa anche in questo settore, alcune banche ancora “latitano”. Strade che per esempio portano in Europa, con “destinazione” bandi per accedere a finanziamenti che spesso restano inutilizzati perché non si è a conoscenza di queste opportunità, perché non si sa se la propria attività rientra fra quelle ammesse ad accedere ai finanziamenti, perché non si ha la più pallida idea di come presentare la richiesta…. Strade che, in altre parole, non vengono percorse.  Continua a leggere

Trasporti eccezionali, caos sulle autorizzazioni. Garofalo: “Tempi rapidi o si rischia la paralisi”

Trasporti eccezionali paralizzati. Con tempi di attesa lunghissimi per avere le autorizzazioni, quando si riescono ad avere. La situazione legata a ponti e cavalcavia non si è ancora risolta. Anzi. L’ultimo allarme lo ha lanciato il deputato di Alternativa Popolare e vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, Vincenzo Garofalo. “La direttiva del governo non risolve” il problema, ha detto: “Serve una procedura chiara e rapida oppure si rischia la paralisi”. Continua a leggere

Troppe bugie sui trasporti: perché non fare un confronto pubblico per scoprire chi le dice?

Un confronto pubblico, per permettere agli italiani di scoprire la “verità” sul quanto sta avvenendo nel mondo del trasporto e della logistica, partendo dal rinnovo del contratto nazionale per arrivare fino alle manifestazioni di protesta. Un faccia a faccia per scoprire, per esempio, se davvero gli scioperi dei trasportatori di fine ottobre hanno visto scendere in piazza (e in strada) moltissimi lavoratori, come trionfalmente annunciato da alcuni sindacalisti, oppure se sono stati un flop clamoroso, come denunciato da associazioni di categoria e come “provato” in molti casi dalle telecamere installate su strade e autostrade che hanno ripreso un mare di mezzi pesanti in viaggio. E, ancora, un faccia a faccia per scoprire se il pericolo che le associazioni datoriali possano togliere la quattordicesima ai lavoratori è davvero reale, come affermato da esponenti dei sindacati, oppure una colossale bugia, “incredibili fake news” come le ha definita il presidente nazionale di Fai Conftrasporto Paolo Uggè. Continua a leggere

Nuove autostrade del mare, Gnv lancia il collegamento merci tra Livorno e Trapani

Gnv lancia un nuovo collegamento merci via mare. Dal 9 novembre, infatti, sarà operativa la linea bisettimanale Livorno-Trapani. “Dopo aver con soddisfazione potenziato i servizi a favore degli operatori della Sicilia Orientale grazie agli investimenti su Termini Imerese, con l’apertura di questa nuova Autostrada del Mare intendiamo rispondere le specifiche esigenze delle aziende di trasporto e delle piattaforme logistiche del trapanese, particolarmente attive nell’ambito della filiera industriale toscana della carta e della filiera vitivinicola della Sicilia occidentale”, ha spiegato Matteo Catani, amministratore delegato di Gnv. Continua a leggere

Ferrobonus 2017, le domande per i contributi sono da presentare entro il 2 ottobre

C’è tempo fino al 2 ottobre 2017 per presentare le domande per il Ferrobonus. Con il Decreto interministeriale n. 367 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 16 agosto e con il Regolamento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 17 agosto è stata infatti disposta l’apertura dei termini per la presentazione delle domande di accesso ai contributi e le modalità operative. Contributi che, come stabilito dalla legge di Stabilità, sono di 20 milioni di euro l’anno. Continua a leggere

Nuovi incentivi, contributi anche per i rimorchi per il trasporto a temperatura controllata

Ci sono diverse novità nel decreto del Ministero pubblicato l’1 agosto sulla Gazzetta Ufficiale che definisce le regole per accedere agli incentivi ideati per dotare le imprese di autotrasporto di mezzi più moderni, efficienti e meno inquinanti. Oltre alla possibilità di acquisire dispositivi idonei a convertire gli autoveicoli superiori a 3,5 tonnellate in veicoli elettrici, c’è anche un capitolo riguardante gli investimenti per rimorchi e semirimorchi nuovi per il combinato ferroviario e marittimo, con la possibilità, rispetto alla precedente annualità, di ricomprendere in questa tipologia d’investimento anche “le acquisizioni di rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per il trasporto in regime Atp (ovvero la norma che prescrive i tipi di alimenti deperibili da trasportare in regime di temperatura controllata) mono o multitemperatura”.  Continua a leggere

Sostituire i vecchi camion costa meno con gli incentivi maggiorati dallo Stato: ecco i dettagli

Aumentano gli incentivi che lo Stato ha deciso di destinare alle imprese di autotrasporto che vogliono ammodernare i propri mezzi. Sulla Gazzetta ufficiale numero 178 del 1 agosto 2017 sono stati infatti pubblicati i provvedimenti ministeriali che disciplinano la concessione degli incentivi e l’importo degli stanziamenti che, rispetto al 2016, sono aumentati, passando da 25 milioni a 35.950.177 euro. Gli aiuti sono rivolti alle aziende di autotrasporto merci per conto di terzi attive in Italia in regola con i requisiti di iscrizione all’Albo degli autotrasportatori e al Ren, il registro elettronico nazionale delle imprese del settore. Gli incentivi sono destinati all’acquisto entro il 15 aprile 2018 di diverse tipologie di beni.  Continua a leggere