Rc auto: le città dove essere i “primi della classe” nel rispettare le regole non serve a pagare meno

Essersi guadagnati, in migliaia di ore di guida passati al volante rispettando i limiti di velocità e la segnaletica, evitando sorpassi o altre manovre pericolose, restando assolutamente concentrati senza farsi distrarre da nulla, a cominciare dal “maledetto” telefonino causa di moltissimi incidenti, può… costare caro. Soprattutto se si vive in una città invece che in un’altra. Parola di Facile.it, o meglio, dei risultati di una ricerca svolta dai responsabili del portale che hanno evidenziato come a Napoli una prima classe (e dunque un “certificato” di ottima condotta al volante, costi “comunque” il 151 per cento in più rispetto a una polizza Rc auto stipulata a Milano. Continua a leggere

Rinnovo del contratto della logistica e dei trasporti, anche Federtraslochi scioglie la riserva

Dopo il raggiungimento dell’accordo siglato fra Conftrasporto e organizzazioni sindacali che ha portato allo scioglimento della riserva sul rinnovo del contratto collettivo nazionale del settore Logistica, trasporto merci e spedizione, anche Federtraslochi a livello nazionale ha deciso di confermare la sigla definitiva al testo contrattuale. Ad annunciarlo è Claudio Fraconti, vice presidente della federazione particolarmente impegnata, attraverso le proprie sedi in importanti città Continua a leggere

Contratto nazionale Logistica e trasporti, ora i lavori per il rinnovo possono ripartire

Alla fine l’intesa è stata raggiunta, consentendo di sciogliere la riserva che, come una spada di Damocle, pendeva sul rinnovo del contratto collettivo nazionale del settore Logistica, trasporto merci e spedizione del 3 dicembre 2017. Il 23 luglio Anita, Assotir, Fai, Fiaip e Unitai e le organizzazioni sindacali Filt/Cgil, Fit/Cisl e Uil trasporti, al termine di i numerosi incontri tra le parti per individuare le condizioni utili a superare lo stallo, hanno ufficializzato, sottoscrivendolo,  l’accordo raggiunto il 4 luglio scorso con il quale si riconosce pari condizioni per tutte le associazioni e dunque una neutralità contrattuale garantita dall’assenza di qualunque elemento contrario a tale principio, quali elementi fondamentali per realizzare un efficace sistema di relazioni industriali e la corretta applicazione del Ccnl. Continua a leggere

Licenziato l’esperto “dissidente” che osò sfidare Toninelli promuovendo i costi benefici della Tav

Era l”unico esperto del ministero dei Trasporti che ha bocciato la relazione sui costi-benefici della Tav, ed è stato licenziato in tronco dal ministro Danilo Toninelli. Un licenziamento, quello di Pierluigi Coppola, professore “dissidente” firmatario di una contro-relazione favorevole alla Ta (ufficialmente “scaricato” dalla  Struttura tecnica di missione incaricata dal ministero di studiare costi e benefici dell’opera per aver violato la riservatezza rilasciando interviste non autorizzate) inaccettabile, secondo il vicepresidente di Conftrasporto e Confcommercio Paolo Uggè, “in un Paese che merita più investimenti e più ‘sì’ per sbloccare le grandi opere. Continua a leggere

Il traforo del Monte Bianco chiude ai veicoli Euro 3. Lo stop scatterà il 1 °settembre

Il Monte Bianco chiude” ai mezzi Euro 3. A darne notizia sono i responsabili di Geie Tmb, il  Gruppo europeo di interesse economico del traforo del Monte Bianco comunicando che “per decisione dell’autorità intergovernativa, a decorrere da 1° settembre 2019, al Traforo del Monte Bianco sarà vietato il transito dei veicoli adibiti al trasporto di massa complessiva massima autorizzata superiore a 3,5 tonnellate classificati Euro 3”.

Mara Bizzotto “ambasciatrice” a Strasburgo della campagna per una guida italiana ai trasporti

Una foto scattata nella sede dell’Europarlamento di Strasburgo  che la ritrae mentre mostra la lettera aperta al Governo italiano, pubblicata a  tutta pagina sul quotidiano Il Giornale il 1° luglio,  con l’invito a chiedere  dall’Unione Europea di assegnare al nostro Paese la guida della Commissione ai Trasporti.  A condividere così, nel modo più esplicito che si possa immaginare, la  campagna di Conftrasporto per far ottenere a un rappresentante italiano l’incarico di Commissario europeo ai trasporti è stata l’onorevole Mara Bizzotto, eletta nella circoscrizione Nord Est, Continua a leggere

Caso Brennero, costi minimi, pagamenti: il ministero è pronto a incontrare l’autotrasporto

Il caso Brennero, con divieti imposti dall’Austria ai tir italiani carichi di merci destinate al mercato europeo; i costi minimi per la sicurezza della circolazione stradale; i tempi di pagamento da parte della committenza alle imprese di autotrasporto: sono questi i temi al centro dell’incontro  fra i rappresentanti del ministero per le Infrastrutture e i trasporti e quelli delle associazioni di categoria convocate a Roma il 23 luglio alle15.30. Un incontro richiesto da tempo ormai dai rappresentanti della categoria che  a più riprese hanno denunciato il mondo politico d’aver dimenticato un settore fondamentale per l’economia del Paese come quello dell’autotrasporto. Continua a leggere

Aponte: “I porti di Genova e Trieste attardati nella corsa a servire il mercato europeo”

Genova e Trieste sono ancora attardate nella competizione per servire i mercati del centro Europa. Un ritardo confermato da uno che di servizi offerti ai mercati “via mare” ne sa come pochissimi altri al mondo, Gianluigi Aponte, patron del colosso mondiale dei trasporti marittimi Msc, che in occasione dell’assemblea annuale di AssArmatori, associazione guidata dal genovese Stefano Messina, si è detto d’accordo con quanto appena sostenuto dal presidente di Conftrasporto-Confcommercio, Fabrizio Palenzona, Continua a leggere

Politica del mare, per Stefano Messina è stato “il più grande fallimento dell’Unione europea”

Politica marittima, il più grande fallimento dell’Unione europea. Parola di Stefano Messina, presidente di Assarmatori, l’associazione che raggruppa i principali armatori italiani e internazionali con prevalenti interessi in Italia, che in occasione del meeting annuale dell’associazione ha denunciato come la Commissione uscente di Bruxelles, salvo rarissime occasioni, non si sia mai occupata in modo razionale della politica del mare e questo nonostante il fatto che “per Paesi come l’Italia sulle navi e attraverso i porti transiti più dell’ 80 per cento dell’interscambio commerciale”. Continua a leggere

Capannoni per la logistica, come cambieranno e dove verranno costruiti quelli nuovi

Strutture, tecnologie, formazione: su cosa sono più propensi a investire gli operatori logistici per lo sviluppo della loro attività? A chiederlo agli operatori del settore è stata un’indagine commissionata dai responsabili di World Capital società italiana di consulenza e intermediazione immobiliare, i cui risultati sono stati presentati in occasione del convegno “Logistica, settore ancora in crescita o in consolidamento?”, organizzato da Nctm studio legale in collaborazione con Il Sole 24 Ore. Un’indagine che ha rivelato come la maggior parte degli operatori (34 per cento ) punterebbe sull’automazione del lavoro, riammodernando (nel 25, per cento dei casi) capannone, mentre il 23,4 per cento, sceglierebbe la formazione e il 17 per cento gli impianti. Continua a leggere