Sciopero dei tir, l’incontro con il ministro ha aperto la strade per evitarlo. Ora vanno “chiuse”

“Dopo l’incontro con il ministro dei Trasporti Paola De Micheli sembra aprirsi uno scenario nuovo che prevede la ripresa costante e continua del confronto con cadenza mensile. Un fatto indubbiamente positivo”. A scriverlo, nel suo appuntamento settimanale con gli autotrasportatori associati in line sul sito di Conftrasporto (cliccate qui) è il vicepresidente di Conftrasporto e Confcommercio Paolo Uggè, uno dei protagonisti dell’incontro avvenuto giovedì 14 al ministero e che ha spinto Unatras a rinviare al 19 novembre ogni decisione sul fermo nazionale dell’autotrasporto già proclamato a fine ottobre. Continua a leggere

Fumata nera per lo sciopero dell’autotrasporto. La decisione rinviata al 19 novembre

Fumata nera sul possibile fermo nazionale dell’autotrasporto. La presidenza dell’Unatras, riunitasi a seguito dell’incontro avuto oggi con il ministro per le Infrastrutture e i trasporti Paola De Micheli, ha infatti deciso, “in considerazione degli impegni annunciati”, di non avviare le procedure per la protesta proclamata a fine ottobre ma di “proseguire la trattativa con il ministro nella giornata di martedì 19 novembre. Continua a leggere

“Ministro De Micheli, è ora di fare chiarezza. Anche su chi rappresenta l’autotrasporto”

Sarà sicuramente una settimana decisiva quella che si è aperta domenica con diverse assemblee del mondo dell’autotrasporto organizzate in alcune zone del Paese e che hanno visto emergere un primo messaggio sufficientemente chiaro e forte, riassumibile con uno slogan: “confronto o scontro”. Confronto che potrà iniziare (questo è l’augurio di tutti ) il 14 novembre con l’incontro con i rappresentanti della categoria fissato dal ministro per le Infrastrutture e i trasporti Paola De Micheli; scontro che non potrà essere evitato in caso di risposte inadeguate e inaccettabili. La prima questione che occorrerà dirimere è legata alla chiarezza sulla rappresentanza. Il ministro si dovrà bene documentare sul tema: è chiaro che esistono realtà associative che non sono in linea con la posizione Unatras e chiarirsi sulle imprese rappresentate sarà questa volta un punto di particolare importanza. Continua a leggere

Paternoster, Squeri, De Poli, Fidanza: ecco cosa dicono i politici del taglio sul gasolio

Il primo è stato Paolo Paternoster, parlamentare leghista, poi è stata la volta dell’onorevole Luca Squeri, esponente di Forza Italia, dell’onorevole Antonio De Poli, dell’Udc, del senatore Carlo Fidanza, di Fratelli d’Italia: quattro esponenti politici che non hanno esitato a raccogliere l’invito lanciato da Conftrasporto Confcommercio a schierarsi pubblicamente sul “caso” del taglio dei rimborsi per le accise sul gasolio alle imprese di autotrasporto deciso dal Governo. Taglio che, per ora, sembra riscuotere solo pesanti critiche: all’attacco sferrato, da Paolo Paternoster, pronto a evidenziare che “se una azienda non cambia regolarmente i propri mezzi non lo fa certo per il banale desiderio di inquinare l’ambiente a semplicemente perché non ha a disposizione le risorse economiche per farlo,” ma ancora più pronto ad annunciare di essere disposto “a fare le barricate anche su questo scandaloso provvedimento”, ha infatti “risposto” Luca Squeri evidenziando che “ oltre alla necessità di concedere alle imprese il tempo di potersi “preparare” a una simile manovra è indispensabile calcolare che il rischio è di aumentare i rifornimenti di carburante all’estero, provocando evidenti danni all’erario”. Continua a leggere

Vampiri? Zombie? Macché: ecco il travestimento di Halloween che ha spaventato gli automobilisti

Travestirsi da zombie, da vampiri, da bambola assassina? Tutte ottime scelte per mettere paura ad amici e conoscenti, ma anche perfetti sconosciuti, magari dei passanti incrociati sul marciapiedi, la notte di Halloween. Per terrorizzare gli automobilisti di passaggio, invece,meglio cambiare genere. Per esempio travestendosi da Autovelox e piantandosi sul ciglio di una strada trafficata. Continua a leggere

Unatras conferma il fermo nazionale dei Tir, “sola risposta possibile ai silenzi del governo”

L’ipotesi è diventata realtà. Il fermo nazionale dei Tir, nell’aria ormai da giorni, è stato proclamato. A dare la conferma è un comunicato stampa di Unatras nel quale si annuncia che “al termine della riunione del comitato esecutivo, il presidente Amedeo Genedani è stato autorizzato a proclamare il fermo nazionale dei servizi dell’autotrasporto” e che “quindi la presidenza di Unatras ha ricevuto il mandato pieno di espletare tutte le modalità previste dal codice di autoregolamentazione sulle iniziative di protesta. Continua a leggere

Travestito da carta di credito insegue i taxi: “Lo Stato a loro spalanca le strade dell’evasione”

Si è travestito da “carta di credito vivente e ha rincorso alcuni taxi per le vie del centro storico. Una “provocazione” per denunciare come la legge in Italia non sia uguale per tutti, come ha spiegato Giorgio Dell’Artino, presidente di Azione Ncc, ribadendo, per l’ennesima volta, come esistano due categorie di lavoratori, tassisti e noleggiatori di auto con conducente, che fanno svolgono lo stesso identico lavoro, ma con i primi liberi di poter “evadere”, non avendo l’obbligo di rilasciare la fattura fiscale elettronica ed emettere ricevuta, obbligo invece imposto ai secondi. Continua a leggere

Controlli sui tir in ingresso dal Brennero? È solo un primo passo contro la concorrenza sleale

“È un primo importante passo in avanti, compiuto con ogni probabilità anche per dare una risposta alle tante rimostranze fatte sia a livello nazionale sia a livello provinciale dalle associazioni di categoria, ma c’è ancora molta strada da fare in tema di controlli sui mezzi pesanti.  Controlli diventati oggi più che mai indispensabili nei confronti di tutti i tir in circolazione sulla strade italiane ma con particolare attenzione a quelli stranieri, nei confronti dei quali occorre intensificare le verifiche considerato che oggi rappresentano solo una “minoranza”, con appena un 20 per cento di controlli su mezzi stranieri contro l’70 per cento sui mezzi di casa nostra. Lasciando spalancate  così molte “scorciatoie” alla concorrenza sleale”.    Continua a leggere

Il primo obiettivo per un autobus? Convincere sempre più persone a usare i mezzi pubblici

Riducono i consumi di carburante ed energia e aumentano la capacità di trasporto passeggeri, ma consentono anche una maggior manovrabilità e più comfort a bordo per passeggeri ed autista: sono gli autobus della gamma di  nuova generazione per il trasporto urbano capeggiata dall’elettrico Scania Citywide, e completata da mezzi  alimentati con i diversi carburanti alternativi.  Continua a leggere

Agghiacciante scoperta su un camion bulgaro: in un container viaggiavano 39 cadaveri

Il carico più agghiacciante che potesse viaggiare su un tir: un carico composto da 39 cadaveri scoperti dentro un container caricato su un camion immatricolato in Bulgaria e arrivato dal Belgio in Gran Bretagna dove è stata fatta la macabra scoperta, in una zona industriale nell’Essex, nel sud-est dell’Inghilterra. Trentanove corpi senza vita, fra cui quello di un ragazzino, ammassati nel container e scoperti grazie alla segnalazione del personale di un’ambulanza. Il conducente del camion, imbarcatosi per l’Inghilterra dal porto di Zeebrugge, un 25enne nordirlandese, è stato arrestato. Il primo ministro Boris Johnson si è detto inorridito.