Amazon, un’etichetta “guida” i clienti all’acquisto di 40mila prodotti che difendono la natura

Come può un cliente scoprire quali sono i prodotti più sostenibili da acquistare fra milioni di prodotti? A “guidarli” ecco una nuova “etichetta sostenibilità”, la’ “Climate Pladge Friendly”, creata da Amazon che identificherà i prodotti dotati di una o più delle 19 diverse certificazioni di sostenibilità che aiutano a preservare l’ambiente come, per esempio, ridurre l’impronta di carbonio nelle spedizioni. Un’etichetta che clienti vedranno da oggi su più di 40mila prodotti (generi alimentari, elettronica, ufficio e prodotti per la cura della casa e della persona) con la possibilità di scoprire, nella pagina prodotto, ulteriori informazioni sulla sostenibilità. Continua a leggere

Cavalli marini, la mostra ad Arese dedicata ai motori Alfa Romeo che correvano sull’acqua

Ci sono cavalli che corrono a tutta velocità nel verde dei prati e cavalli (o meglio, cavallucci) che si spostano invece nel blu di mari e oceani. E poi ci sono i “cavalli dei motori”, che possono correre indifferentemente sulla terraferma o sull’acqua. Come quelli realizzati dall’Alfa Romeo, protagonisti di una mostra allestita, in occasione del 110° anno dalla nascita di Alfa Romeo, al Museo di Arese,e aperta fino al 21 febbraio 2021, dedicata ai “Cavalli marini” del Biscione, quelli realizzati per correre sull’acqua: sulle barche da competizioni, ma anche per il trasporto pubblico, sui mezzi militari e da diporto, fino ai motopescherecci. Continua a leggere

Italia e Germania alleate contro i divieti al Brennero: “le merci devono circolare”

La Commissione europea ha il dovere di risolvere i problemi di dimensione europea: ha invitato il Tirolo a porre fine ai blocchi unilaterali, ma è necessario intraprendere ulteriori azioni per evitare blocchi al Brennero. A scriverlo, in una dichiarazione congiunta sul tema delle infrastrutture di trasporto e, in particolare, sui problemi di transito al valico del Brennero, sono Carlo Bonomi e Dieter Kempf, presidenti, rispettivamente, di Confindustria e dell’associazione tedesca degli industriali Bdi, che hanno deciso di “scendere in campo” insieme per “riaffermare la necessità di un’azione congiunta per superare gli ostacoli che persistono sul Brennero. Continua a leggere

Vaccini anti Covid: chi e come sta organizzando le consegne (su mezzi a temperatura controllata)?

La corsa alla produzione di vaccini anti Covid-19 è partita ormai da mesi e potrebbe essere in vista del traguardo, con decine di milioni di dosi destinate a essere distribuite su tutto il territorio nazionale mettendo (almeno questa è la speranza di tutti) la parola fine a uno dei capitoli più drammatici della storia sanitaria ed economica del nostro Paese e dell’intero pianeta. Ma se nei laboratori di ricerca tutto sembra procedere nel migliore dei modi la stessa cosa avviene per la “corsa” a organizzare nel migliore dei modi la distribuzione e la consegna dei vaccini?  La domanda sorge spontanea leggendo la notizia, pubblicata su Trasporti-Italia.com  di uno studio realizzato Continua a leggere

Delby srl, trasportare il nostro aiuto all’ospedale anti Covid è stato un lavoro indimenticabile

Fra le centinaia, spesso le migliaia di lavori che un’impresa di autotrasporto ha realizzato nel corso della sua attività ce n’è sempre qualcuno che ha un “posto d’onore” nell’album dei ricordi. Per la complessità della commessa, per la bravura dimostrata nel risolvere ogni problema, per gli attestati di stima ricevuti dal cliente…  Giuseppe Del Bello che con i figli Diego e Federica è al volante dell’azienda di famiglia, la Delby srl con sede legale a Chiuduno e operativa a Calcinate, in provincia di Bergamo, nella  propria lista dei “lavori più belli” inserisce, ai primissimi posti, un’attività particolare, che l’ha coinvolto ed emozionato come nessun altra. Continua a leggere

Trasportare carburanti significa far viaggiare l’Italia. Ma anche garantire sicurezza sulle strade

Il trasporto stradale dei carburanti, la necessità di garantire la distribuzione per far marciare la flotta italiana garantendo la sicurezza dei veicoli e la professionalità degli autisti. Sono questi i temi al centro della puntata di giovedì 22 ottobre (alle 16.15) della trasmissione “Sulla Strada” appuntamento che Rai Isoradio dedica a notizie e approfondimenti per chi è alla guida di un camion condotta da Paolo Barilari. Continua a leggere

L’epidemia riesploderà “trasportata” da bus e treni? “Agite subito dove non è possibile gestirli”

“Nelle aree in cui non fosse possibile gestire in modo adeguato i trasporti si attui subito la didattica a distanza per scuole superiori e università”. A chiederlo,per fronteggiare una nuova emergenza pandemia definita, senza mezzi termini “esplosiva” a Milano e Napoli, è Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, secondo cui occorre ”intervenire presto, per evitare il punto
di non ritorno”. Continua a leggere

Autostrade per l’Italia, pronta un’offerta per acquistare l’88 per cento da Atlantia

Il Consiglio d’amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti ha dato il via libera alla presentazione di un’offerta per l’acquisizione dell’ 88,06 per cento di Autostrade per l’Italia detenuto da Atlantia attraverso Cdp Equity, insieme ai fondi Blackstone Infrastructure Partners e Macquarie Infrastructure and Real Assetsm con la possibilità di consentire l’ingresso di altri investitori istituzionali, in particolare italiani. Continua a leggere

Recovery Fund, ecco quali strade dovranno seguire i fondi per far ripartire l’Italia

Formazione professionale, transizione verde e digitale, infrastrutture: sono questi i tre “punti chiave” del ‘manifesto’ elaborato dai responsabili di Conftrasporto-Confcommercio per l’impiego dei fondi del Recovery Fund. Un documento, redatto  dalla Confederazione delle imprese italiane di autotrasporto, del trasporto marittimo e ferroviario, e della logistica, alla luce dell’emergenza Covid e per accedere i riflettori sulla necessità, sempre più urgente, di ‘riconnettere l’Italia’, realizzando interventi di manutenzione e messa in sicurezza di ponti, gallerie e tratti stradali e autostradali,realizzando nuove infrastrutture, con particolare attenzione a quelle destinate a “collegare” forme di trasporto diverse, come per esempio quelli via terra e via mare. Continua a leggere

Motor Village Arese, ecco i modelli della vespa che hanno scritto la storia su due ruote

Una giornata a “tutto Vespa”. A “regalarla” a tutti gli appassionati di quello che, oltre 70 anni dalla nascita, è oggi più che mai un simbolo di italianità nel mondo e di stile in fatto di due ruote, molto più di una passione, un vero e proprio cult, sono i responsabili del Vespa Club Rho, ch sabato 10 ottobre, in occasione del Campionato italiano regolarità e del Campionato rievocazioni storiche “Memorial Luciano Barbieri” hanno trasformato un’area del Motor Village Arese in una straordinaria “vetrina” delle vespe storiche in gara. Continua a leggere

Scalo merci Bergamo, dopo decenni l’unica cosa che si muove è “un percorso partecipato”?

“Le sollecitazioni pervenute in commissione  non possono che essere accolte  e sono l’occasione per iniziare un percorso  sempre più partecipato”. Così la presidente della Commissione Territorio e Infrastrutture  della Regione Lombardia, Claudia, Carzeri, ha risposto alla richiesta fatta dal vicepresidente di Conftrasporto e Confcommercio Paolo Uggé di inserire fra le opere prioritarie  in Lombardia un nuovo scalo merci a Bergamo, in sostituzione del vecchio scalo ferroviario  non più adeguato  alle esigenze. Continua a leggere

Gruppo Gavio, Dogliani, Toto: ecco chi è in corsa per guidare Autostrade per l’Italia

È partita la corsa per l’acquisizione di Autostrade per l’Italia, società messa sul mercato dopo essere finita nella bufera in seguito al crollo del ponte Morandi a Genova, tratto autostradale di cui ha la concessione. E al cancelletto di partenza sarebbero schierati ben 13 “concorrenti” (di cui nove avrebbero già firmato la lettera di riservatezza) tra cui tre realtà italiane presenti nel settore autostradale: Astm del gruppo Gavio; la famiglia di costruttori piemontesi Dogliani, in partnership col fondo di private equity londinese Circuitus; il gruppo abruzzese Toto, in partnership col fondo americano Apollo. Continua a leggere

Questo pilota va squalificato a vita? Guardate il video che mostra cosa ha fatto e giudicate voi…

Chissà, forse avrebbe potuto avere un futuro sulla scia di Louis Hamilton o di altre leggende della Formula Uno. Invece, il rischio, è che nel suo futuro, con ogni probabilità,ci possa essere al massimo solo il ricordo del “peggio” del suo passato: non le immagini di un sorpasso da brivido ma quelle di un gesto capace di provocare altri brividi (di paura ma anche di incapacità e sconcerto, per l’impossibilità a poter comprendere e giustificare), fotogrammi di poche decine di secondi di follia, di quelle che mandano in testa coda la capacità di ragionare. Un video della durata di poche decine di secondi che ha fatto il giro del mondo e che vedo un pilota in piedi, a bordo pista, “armato” di un pezzo del paraurti del suo kart da lanciare addosso al rivale, “colpevole” di chissà quale manovra scorretta. Continua a leggere

Rimborsi negati a chi inquina meno: “I filtri Fap non cambiano la categoria del camion”

È stata definita un’autentica beffa, l’ennesimo esempio di come la pubblica amministrazione “sappia” danneggiare i privati. È lo “scandalo “caso Fap”, sigla che indica i filtri anti particolato montati su mezzi di trasporto per ridurre l’inquinamento, denunciato dai titolari di un’impresa di trasporti bergamasca, la Fenaroli Trasporti, il cui titolare si è sentito preso in giro e derubato scoprendo che i filtri montati sui propri camion permettevano di equiparare degli “Euro 3” a degli “Euro 5”, ma solo sotto l’aspetto ambientale, non fiscale. Impedendo a quei mezzi, sottoposti a lavori costati 7500 euro per ogni intervento, di rientrare nell’elenco per i quali chiedere il rimborso delle accise sul gasolio. Una vergogna, come l’hanno definita senza usare giri di parole Massimo Fenaroli e Dino Valtulina, soci nell’attività di trasporto di medicinali e cosmetici, e come la ritengono moltissimi altri loro colleghi in tutta Italia. Compreso il trasportatore che, letta la notizia, ha voluto “indagare” sul caso, scoprendo un documento Continua a leggere

Trieste separa la Germania dalla Cina seguendo la via della Seta e non la Belt and Road.

“L’intesa con la “tedesca Hhla di Amburgo, forse primo porto ferroviario del mondo, è un’ottima soluzione per non rinunciare alla Via della Seta. E sottolineo Via della Seta e non Belt and Road perché nella prima, corridoio trasportistico deciso dal mercato e non pianificato da nessuno che propone una soluzione europea, Trieste e Amburgo non sono soggetti passivi come accade quando si entra nella seconda, un progetto cinese, ma sono soggetti propositivi che accettano la sfida”. A separare nettamente le due nuove “strade” destinate a collegare i mercati del futuro è il presidente dell’Autorità portuale di Trieste, Zeno D’Agostino, Continua a leggere