Amazon premiata con il Top Employer Italia: fa lavorare in modo gratificante e sicuro

Sono molte le aziende che affermano di far di tutto perché i propri dipendenti possano godere di un ambiente di lavoro gratificante e sicuro. Decisamente meno le aziende che questa affermazione possono “certificarla”, con tanto di riconoscimento. Come il Top Employer Italia 2021, riconoscimento attribuito
per la qualità dell’ambiente di lavoro, le opportunità di formazione e
i piani di carriera offerti ai dipendenti in Italia. Un attestato che possono orgogliosamente esibire i responsabili di Amazon che, come affermato dall’amministratore delegato di Top Employers Institute, 
David Plink, “pur in un anno difficile, che ha sicuramente avuto un forte impatto sulle aziende in tutto il mondo, ha continuato a dimostrare di essere in grado di mettere al primo posto la salute e la sicurezza dei suoi dipendenti”. Continua a leggere

Il primo green bond fa accelerare il viaggio di Scania verso un futuro sempre più elettrico

Fondi per 1,25 miliardi di corone svedesi, con scadenza a 4 anni, destinati agli investimenti per convertirsi alla produzione di veicoli elettrici. E questo il risultato della prima emissione di Scania di un green bond, obbligazione “verde” ( del tutto identica a quelle ”classiche”) la cui emissione è legata a progetti che hanno un impatto positivo per l’ambiente, come l’efficienza energetica, la produzione di energia da fonti pulite, l’uso sostenibile dei terreni. Uno strumento per accelerare la decarbonizzazione del sistema di trasporto che Scania ha deciso di utilizzare ottenendo un grande successo grazie alla partecipazione di circa 30 banche nordiche, aziende, società assicurative e gestori di fondi pensione. Continua a leggere

Bergamo-Treviglio, questa autostrada s’ha da fare? “Così rischia d’essere poco utile e costosa”

Autostrada Bergamo -Treviglio, ovvero il progetto destinato a creare un nuovo collegamento con la BreBeMi. Un progetto che per molti rappresenta una nuova, decisiva, svolta in quella “mobilità di cui Bergamo (ma non solo) avrebbe bisogno per ripartire” e che da anni viene invocata. Per molti, ma non per tutti. C’è chi, per esempio, è invece convinto che il maxi finanziamento da 130 milioni di euro stanziato dalla Regione Lombardia per la realizzazione dell’opera (costo totale circa 400 milioni) potrebbe essere utilizzato diversamente, magari per aprire cantieri su molte strade statali provinciali e comunali, su ponti e gallerie per adeguarli e metterli in sicurezza, per realizzare nuove varianti che consentano ai mezzi pesanti di evitare di attraversare i centri abitati… Continua a leggere

Se le strade (e le ferrovie) non vanno alla montagna sarà la fine per chi ci vive e lavora

Un’antichissima storia, tramandata nei secoli, narra che il profeta Maometto, invitato dalla folla a compiere un miracolo, avesse iniziato a pregare chiedendo alla montagna che aveva di fronte di spostarsi e avvicinarsi a lui, ma non avendo ottenuto alcun risultato si fosse messo in cammino affermando che “se la montagna non viene a Maometto, Maometto va alla montagna”. Nelle valli bergamasche sono decine di migliaia le persone che sperano da decenni nel miracolo che la montagna possa “avvicinarsi alla pianura”, e quindi a nuove opportunità di lavoro, di turismo, di utilizzo di servizi”, attraverso nuove strade, ferrovie che facilitino i collegamenti. Ma inutilmente. Anche perché nessun “profeta” della politica italiana si è mai avvicinato realmente alla montagna per capirne i problemi e per risolverli. Continua a leggere

Disastro Ncc: “Abbandonati dallo Stato siamo costretti a vendere i mezzi e a licenziare”

C’è chi, come Daniele, è stato costretto a vendere un pulmino che utilizzava per lavorare; e chi, come Robert, dopo aver resistito per mesi accumulando debiti non è stato più in grado di rinnovare il contratto a due suoi autisti. Storie di “ordinaria disperazione” nel settore del Noleggio auto con conducente, ormai notissimo con la sigla Ncc, con i titolari delle aziende abbandonati dallo Stato, così,come purtroppo numerose altre categorie di lavoratori “privati”, sempre più “separati”, a livello di “vicinanza da parte dello stato”, dai dipendenti pubblici. Continua a leggere

Autoscuole, nuova proroga per i corsi ai camionisti che si svolgono in aule esterne

L’attività delle autoscuole continua a essere regolamentata da nuove proroghe. L’ultima, in ordine di tempo, è quella che rinvia al 30 aprile 2021 la possibilità di usare aule esterne per i corsi di CQC e corsi ADR, possibilità che, sempre con una proroga, era stata già precedentemente “allungata” fino al 31 gennaio. Continua a leggere

Autisti e magazzinieri: a chi è sempre a contatto con altri va la precedenza nelle vaccinazioni

Gli autisti, i magazzinieri e in generale tutti gli operatori del trasporto e della logistica, settori fondamentali per l’intero comparto economico nazionale, che hanno garantito, fin dall’inizio della pandemia, il continuo rifornimento delle merci, a cominciare dai farmaci e dai generi di prima necessità devono essere inclusi tra le categorie prioritarie alle quali somministrare il vaccino anti Covid-19. A chiederlo sono i responsabili dell’Osservatorio territoriale del trasporto e della logistica di Milano, Monza e Brianza, Lodi, Continua a leggere

Electric Days Digital, chi viaggia in rete qui può fare un pieno d’informazioni sull’auto elettrica

Diciassette case automobilistiche (Citroen, DS Automobiles, Fiat, Ford, Hyundai, Honda, Jaguar, Jeep, Land Rover, Mazda, Mercedes Benz, Opel, Peugeot, Renault, Suzuki, Toyota, Volkswagen Veicoli Commercial): saranno loro le protagoniste della prima edizione di Electric Days Digital, l’appuntamento pensato per guidare il grande pubblico a orientarsi nel mondo delle auto elettrificate promosso da Motorsport Network (Motor1.com, InsideEVs.it) in collaborazione con Condé Nast (Wired, Vanity Fair, GQ), pronto a partire, dall’8 al 12 febbraio 2021, sul sito www.electricdays.it. Continua a leggere

Batterie protette in caso d’incidente? Il crash test su un camion elettrico Scania risponde sì

I crash test rappresentano un passaggio fondamentale per far raggiungere il massimo livello alla sicurezza dei veicoli. Un passaggio obbligatorio anche per i nuovi camion elettrici che gli ingegneri di Scania hanno messo alla prova per testare la resistenza delle batterie, possibile “punto debole”in caso d’incidente per i veicoli di nuova generazione green. Continua a leggere

Ponti crollati, dopo due anni parte l’agenzia per la sicurezza. Ma con il freno tirato

Due anni d’attesa per farla partire, per colpa di una lunga serie di adempimenti burocratici e ora che è pronta l’Ansfisa, l’agenzia per la sicurezza ferroviaria e autostradale voluta dall’allora ministro dei Trasporti Danilo Toninelli in seguito al 
contraccolpo emotivo del crollo del viadotto Morandi e diventata operativa dallo scorso 30 novembre rischia di dover subito rallentare la sua corsa per colpa di una “grossa sofferenza di personale” per alcuni profili denunciata dal direttore Fabio Croccolo in un’intervista sule pagine del quotidiano “Il Corriere della Sera”. Continua a leggere

Raggi ultravioletti sui bus come in sala operatoria: così ci proteggeremo dal contagio?

Una fila di camion militari carichi di bare: un’immagine che ha fatto il giro del mondo, diventata uno dei più tristi simboli della pandemia da Coronavirus. L’immagine di un solo autobus, fermo, vuoto e illuminato all’interno da centinaia di lucine blu, potrebbe diventare invece il simbolo di una nuova importantissima battaglia per fermare proprio quel virus che ha seminato paura e morte ovunque. Un’immagine che, come la prima, ha per sfondo la provincia di Bergamo, martoriata nella primavera scorsa dalla “polmonite sconosciuta”: è qui, infatti, che, confuso fra le centinaia di mezzi pubblici che fanno servizio ogni giorno, ha iniziato a circolare un pullman capace non solo di trasportare passeggeri, ma anche una nuova “protezione sperimentale” contro il virus: Continua a leggere

Brivio & Viganò, l’azienda che ci ha trasportati verso un nuovo modo di distribuire le merci

Se su una parete nella sala d’ingresso della Brivio & Viganò, una delle più importanti imprese di trasporti e logistica d’Italia, dovesse essere scritta, come avviene con l’epigrafe nelle prime pagine di un libro, una citazione destinata a riassumere in una manciata di parole il “messaggio” più importante che quell’impresa vuol dare, quella frase potrebbe benissimo essere presa in prestito da Peter Ferdinand Drucker, scrittore, economista e docente americano: “L’unico modo per gestire il cambiamento è crearlo in prima persona”. Un insegnamento che i fondatori dell’impresa hanno perfettamente messo in pratica fin dal primo importante “esame” ai quali li ha sottoposti quella grandissima scuola che è il lavoro di ogni giorno: chiamati a “viaggiare” attraverso una vera e propria rivoluzione in atto nel mondo della distribuzione delle merci, con l’avvento della grande distribuzione organizzata, i due “padri” dell’azienda, Giovanni Viganò e Luigi Brivio, Continua a leggere

50mila persone guidano in Campania con la patente ottenuta grazie a falsi certificati medici?

Sarebbero oltre 50mila i falsi certificati medici prodotti da un’organizzazione, di cui facevano parte un dottore e i suoi familiari, oltre a 
titolari e collaboratori di autoscuole e agenzie delle province di Napoli e Caserta, per far ottenere la patente o il suo rinnovo ad automobilisti disposti a pagare pur di aver una “corsia preferenziale” per avere il prezioso documento. Corsie preferenziali spalancate proprio attraverso false
 certificazioni mediche, molte delle
 quali munite anche di valori bollati contraffatti, che attestavano la necessaria idoneita’ psicofisica dei candidati a firma di un “professionista abilitato” talmente bravo e stakanovista da riuscire a rilasciarle perfino durante il periodo in
cui era invece ricoverato in una clinica. Continua a leggere

Non sono i camion a inquinare l’aria al Brennero. Ecco l’ennesima prova che l’Austria dice il falso

“I dati dimostrano che, nonostante i contingentamenti e il lockdown, i valori delle polveri sottili al Brennero rimangono invariati. E questa è  l’ennesima inconfutabile prova che l’Austria bara. Intanto però il governo austriaco, con i nuovi divieti al confine, porta avanti il suo disegno economico contrabbandandolo con un disegno ecologico: ora il presidente del Consiglio non può non intervenire a livello comunitario perché questo è problema politico che va risolto”. È un “atto d’accusa” pesante quello del presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè  sulla questione delle nuove, ulteriori, limitazioni al transito dei mezzi pesanti al Brennero, Continua a leggere

Camion a idrogeno, #FORUMAutoMotive ci aiuta a capire quando e come viaggeranno

“Idrogeno, dalle parole ai fatti. Si materializza il carburante “green” del futuro.L’impatto sull’autotrasporto”. È questo il titolo della  prima puntata dello  “Special Automotive Webinar” di #FORUMAutoMotive del 2021 (per collegarvi cliccate qui) in programma, in diretta streaming  Facebook, venerdì 15 gennaio alle 15.30, all’inizio dei lavori. Un appuntamento, moderato come sempre da Pierluigi Bonora, promotore di #FORUMAutoMotive, per “fare il punto” sull’utilizzo dell’idrogeno Continua a leggere