Venezia-Trieste tra cantieri e code, ecco le mosse della Regione per tamponare i disagi

Sarà un’estate calda per chi percorrerà l’A4 tra Venezia e Trieste. I lavori per la terza corsia genereranno inevitabilmente ancora più traffico e code. Per tamponare l’emergenza legata all’esodo e al controesodo dei vacanzieri, la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto una serie di mosse – dall’incremento degli ausiliari del traffico ai limiti di velocità più bassi per i Tir – illustrate dal governatore Massimiliano Fedriga, dal presidente di Autovie Venete, Maurizio Castagna, e dall’assessore a Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti. Continua a leggere

Un’unica app per acquistare i biglietti di treno, mezzi pubblici e car sharing: ecco Nugo

Treni, metro, autobus, traghetti, car e bike sharing, taxi. Tutto assieme, in un’unica app. Si chiama Nugo ed è l’applicazione che consente di organizzare il proprio viaggio, acquistando in pochi click tutti i biglietti dell’itinerario scelto, oltre a prenotare la sosta dell’auto nei parcheggi delle stazioni ferroviarie. Nugo, spiega Trenitalia in una nota, “offre soluzioni di viaggio multimodali combinando le informazioni su orari e corse di circa 400 vettori, di cui 50 già acquistabili”. Continua a leggere

La frenata del mercato dell’auto, a giugno immatricolazioni in calo del 7,25 per cento

È un calo decisamente pesante quello registrato a giugno dal mercato italiano dell’auto. Secondo i dati del Ministero dei Trasporti, le immatricolazioni sono state 174.702, con un calo del 7,25 per cento rispetto allo stesso mese del 2017. A metà anno, quindi, il bilancio è negativo, con 1.120.829 auto targate e una flessione dell’1,45 per cento. A giugno le vetture del gruppo Fca immatricolate sono state 43.343, il 19,3 per cento in meno rispetto a giugno 2017. Cala, dal 28,52 al 24,81 per cento, anche la quota. Continua a leggere

Auto elettriche, l’Italia è il fanalino di coda. Da noi il 2,35 per cento delle colonnine europee

Poche vendite, pochissime colonnine di ricarica. Nel nostro Paese il mercato delle auto elettriche non accelera. Anzi, come commenta la società di ricerca Quintegia, l’Italia è “in retromarcia”. È vero che “cresce l’appeal dell’elettrico” ma “siamo il fanalino di coda tra i grandi Paesi Ue sia nelle vendite di auto pulite sia soprattutto nelle infrastrutture di supporto”. “Secondo una nostra recente indagine”, dichiara il general manager di Quintegia, Gabriele Maramieri, commentando uno studio dell’Acea (l’associazione europea dei costruttori auto) sulla mobilità a emissioni zero, “oltre metà dei consumatori italiani prende in considerazione l’acquisto di una ibrida o elettrica”, ma i dati dicono che “il mercato vale ancora lo 0,2 per cento (1,5 per cento la quota Ue) e le colonnine di ricarica presenti nelle nostre strade sono, secondo lo studio di Acea, poco più di 2.700, il 2,35 per cento del totale Ue”. Continua a leggere

Stangata sul diesel, Assopetroli chiede un nuovo approccio: “Le accise non sono un bancomat”

“È inaccettabile l’ipotesi allo studio dell’ennesima stangata fiscale sul gasolio, già penalizzato da un carico fiscale tra i più alti al mondo (60 per cento del prezzo al consumo). Si colpirebbe duramente le nostre imprese e con esse settori vitali dell’economia italiana tra cui logistica, trasporti, agricoltura, marina”. Lo dichiara Andrea Rossetti, presidente di Assopetroli-Assoenergia che chiede di “cambiare approccio” sulla tassazione dei prodotti energetici. “Le accise sui carburanti non possono più essere usate come il bancomat dei governi pro tempore”. Continua a leggere

Al condizionatore non si può rinunciare: ecco gli optional più amati dagli automobilisti

Nelle auto di oggi non possono mancare condizionatore, servosterzo e airbag. Lo sostiene facile.it, che ha chiesto a 1.000 automobilisti di indicare gli optional ai quali non si può proprio rinunciare, quelli più odiati e quelli che dovrebbero essere montati di serie su tutte le auto. L’optional cui non possiamo più rinunciare è, per la stragrande maggioranza degli intervistati, il condizionatore (58,33 per cento), seguito dal servosterzo (47,66 per cento) e dall’airbag (38,32 per cento). Continua a leggere

In Italia il diesel più caro d’Europa: il pieno costa il 12 per cento in più rispetto alla media Ue

L’Italia è il paese europeo nel quale il diesel costa di più. Lo rileva il Codacons che chiede “un incontro urgente a Matteo Salvini e Luigi Di Maio, affinché si intervenga con urgenza per tagliare le accise e introdurre misure contro la speculazione sui prezzi dei carburanti alla pompa”. Secondo gli ultimi dati sui listini dei carburanti diffusi dalla Commissione europea, con un prezzo di “1,528 euro al litro l’Italia supera la Svezia e si piazza al primo posto dei paesi europei dove il diesel costa di più”, spiega il Codacons.  Continua a leggere

Ecco la squadra del ministero dei Trasporti: saprà farli viaggiare diversamente dal passato?

Due “pezzi da novanta” della Lega, Edoardo Rixi e Armando Siri, e l’esponente del Movimento 5 Stelle Michele Dell’Orco: sono loro i nuovi sottosegretari che affiancheranno il ministro delle Infrastrutture e trasporti, Danilo Toninelli, nel difficilissimo lavoro che attende questo dicastero, alle prese con problemi colossali (basti pensare, per quanto riguarda le infrastrutture, al disastroso stato di manutenzione di migliaia di ponti e cavalcavia, non certo crollati per caso negli ultimi tempi, o ai porti italiani, come per esempio quello di Genova, penalizzati da collegamenti retroportuali fermi a decenni fa….) ma soprattutto con un problema “culturale” ancora più grave: l’incapacità a guardare agli interventi da progettare e compiere con una visione d’insieme, dove trasporti e logistica siano un tutt’uno e dove la programmazione e la pianificazione siano il punto di partenza obbligatorio per evitare di continuare a realizzare singole strutture in ambiti diversi (strade, ferrovie, porti e aeroporti, piattaforme logistiche….) completamente “scollegate” fra loro. Continua a leggere

Carburanti alle stelle sull’autostrada del Brennero. I distributori: “La colpa è dell’Austria”

“L’Austria distrugge con un dumping sleale sul prezzo del gasolio ogni concorrenza, costringendo i distributori a sud del Brennero ad alzare ulteriormente i prezzi, perdendo così ancora più clienti”. Lo ha spiegato il presidente dell’Associazione liberi distributori dell’Alto Adige, Haimo Staffler, in relazione ai prezzi dei carburanti, ormai alle stelle, sull’autostrada del Brennero, con la benzina sopra i 2 euro al litro e il diesel appena più sotto. Continua a leggere

Programmazione delle opere, intermodalità e più fondi per i treni: Toninelli parte da qui

“Programmazione oculata delle opere, potenziamento del project review affidato alla Struttura Tecnica di Missione e implementazione del metodo di valutazione costi-benefici. Ma anche minore discrezionalità nella scelta delle priorità e maggiore capacità progettuale per togliere spazio alla corruzione e all’illegalità. Senza dimenticare l’esigenza puntare sull’intermodalità e di spostare i fondi sul ferro, aumentando gli investimenti soprattutto sulle tratte regionali e migliorando la manutenzione della rete”. Sono questi, spiega una nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alcuni dei temi toccati nel passaggio di consegna tra Graziano Delrio e Danilo Toninelli.  Continua a leggere