L’auto dei sogni non c’è più. Ora gli italiani cercano il modello che possono permettersi

Basta sogni, gli italiani si scoprono realisti. E se con gli occhi chiusi, almeno in passato, il dubbio era tra Ferrari e Porsche, con gli occhi aperti si scegono auto completamente diverse. Come la Fiat Panda, la vettura più immatricolata del primo semestre 2018, o come la Dacia Duster, che per il portale DriveK è la più configurata sul web. L’analisi è stata svolta su circa 100.000 ricerche organiche che gli italiani hanno effettuato nel corso del primo semestre 2018 con l’obiettivo di scoprire quale fosse l’auto più adatta ai propri bisogni e al proprio budget. Continua a leggere

L’Italia si muove meno: nuova frenata nella crescita del trasporto persone e merci

L’Italia si muove meno. Sia per quanto riguarda le persone, sia per quanto concerne le merci trasportate. A confermarlo sono i dati elaborati dal primo Osservatorio trasporti Confcommercio-Conftrasporto che evidenziano come nel primo semestre del 2018 il traffico complessivo passeggeri sia aumentato solo dell’1,8 per cento (rispetto al 4,5 per cento dello stesso periodo dello scorso anno) mentre quello delle merci è cresciuto del 2,5 per cento perdendo per strada uno 0,8 per cento di crescita se raffrontato con il primo semestre del 2017). Continua a leggere

Autostrada del Mediterraneo senza blocchi, rimossi tutti i cantieri in vista dell’esodo estivo

Meno ostacoli sulle strade delle vacanze. L’Anas ha infatti comunicato di aver rimosso i cantieri attivi sulla A2, l’Autostrada del Mediterraneo “per consentire un esodo estivo tranquillo e senza disagi alla circolazione”. Fino agli inizi di settembre, gli automobilisti potranno percorrere la A2 in entrambe le carreggiate (su due e tre corsie per senso di marcia) lungo l’intero tracciato di circa 432 chilometri, con 150 chilometri di carreggiata con nuova pavimentazione e dieci gallerie rinnovate, tra Cosenza e San Mango D’Aquino. Continua a leggere

274 auto rubate al giorno: i ladri, sempre più tecnologici, cercano soprattutto i Suv

Ogni giorno, in Italia, vengono rubate 274 auto. Di queste, ben 164 non vengono più ritrovate, sparendo nel nulla. Lo scorso anno i furti sono diminuiti, scendendo sotto i 100mila, ma sono calati sensibilmente anche i recuperi, visto che solo quattro auto su dieci tornano ai legittimi proprietari. I ladri utilizzano sempre più dispositivi hi-tech e l’obiettivo delle organizzazioni criminali si sta spostando verso i Suv, i cui furti sono cresciuti dell’8 per cento rispetto al 2016. È quanto emerge dal dossier “L’evoluzione dei furti d’auto: emergenza SUV”, elaborato da LoJack Italia, la società americana parte del colosso della telematica CalAmp e leader nel rilevamento e recupero di beni rubati. Continua a leggere

Venezia-Trieste tra cantieri e code, ecco le mosse della Regione per tamponare i disagi

Sarà un’estate calda per chi percorrerà l’A4 tra Venezia e Trieste. I lavori per la terza corsia genereranno inevitabilmente ancora più traffico e code. Per tamponare l’emergenza legata all’esodo e al controesodo dei vacanzieri, la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto una serie di mosse – dall’incremento degli ausiliari del traffico ai limiti di velocità più bassi per i Tir – illustrate dal governatore Massimiliano Fedriga, dal presidente di Autovie Venete, Maurizio Castagna, e dall’assessore a Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti. Continua a leggere

Un’unica app per acquistare i biglietti di treno, mezzi pubblici e car sharing: ecco Nugo

Treni, metro, autobus, traghetti, car e bike sharing, taxi. Tutto assieme, in un’unica app. Si chiama Nugo ed è l’applicazione che consente di organizzare il proprio viaggio, acquistando in pochi click tutti i biglietti dell’itinerario scelto, oltre a prenotare la sosta dell’auto nei parcheggi delle stazioni ferroviarie. Nugo, spiega Trenitalia in una nota, “offre soluzioni di viaggio multimodali combinando le informazioni su orari e corse di circa 400 vettori, di cui 50 già acquistabili”. Continua a leggere

La frenata del mercato dell’auto, a giugno immatricolazioni in calo del 7,25 per cento

È un calo decisamente pesante quello registrato a giugno dal mercato italiano dell’auto. Secondo i dati del Ministero dei Trasporti, le immatricolazioni sono state 174.702, con un calo del 7,25 per cento rispetto allo stesso mese del 2017. A metà anno, quindi, il bilancio è negativo, con 1.120.829 auto targate e una flessione dell’1,45 per cento. A giugno le vetture del gruppo Fca immatricolate sono state 43.343, il 19,3 per cento in meno rispetto a giugno 2017. Cala, dal 28,52 al 24,81 per cento, anche la quota. Continua a leggere

Auto elettriche, l’Italia è il fanalino di coda. Da noi il 2,35 per cento delle colonnine europee

Poche vendite, pochissime colonnine di ricarica. Nel nostro Paese il mercato delle auto elettriche non accelera. Anzi, come commenta la società di ricerca Quintegia, l’Italia è “in retromarcia”. È vero che “cresce l’appeal dell’elettrico” ma “siamo il fanalino di coda tra i grandi Paesi Ue sia nelle vendite di auto pulite sia soprattutto nelle infrastrutture di supporto”. “Secondo una nostra recente indagine”, dichiara il general manager di Quintegia, Gabriele Maramieri, commentando uno studio dell’Acea (l’associazione europea dei costruttori auto) sulla mobilità a emissioni zero, “oltre metà dei consumatori italiani prende in considerazione l’acquisto di una ibrida o elettrica”, ma i dati dicono che “il mercato vale ancora lo 0,2 per cento (1,5 per cento la quota Ue) e le colonnine di ricarica presenti nelle nostre strade sono, secondo lo studio di Acea, poco più di 2.700, il 2,35 per cento del totale Ue”. Continua a leggere

Stangata sul diesel, Assopetroli chiede un nuovo approccio: “Le accise non sono un bancomat”

“È inaccettabile l’ipotesi allo studio dell’ennesima stangata fiscale sul gasolio, già penalizzato da un carico fiscale tra i più alti al mondo (60 per cento del prezzo al consumo). Si colpirebbe duramente le nostre imprese e con esse settori vitali dell’economia italiana tra cui logistica, trasporti, agricoltura, marina”. Lo dichiara Andrea Rossetti, presidente di Assopetroli-Assoenergia che chiede di “cambiare approccio” sulla tassazione dei prodotti energetici. “Le accise sui carburanti non possono più essere usate come il bancomat dei governi pro tempore”. Continua a leggere

Al condizionatore non si può rinunciare: ecco gli optional più amati dagli automobilisti

Nelle auto di oggi non possono mancare condizionatore, servosterzo e airbag. Lo sostiene facile.it, che ha chiesto a 1.000 automobilisti di indicare gli optional ai quali non si può proprio rinunciare, quelli più odiati e quelli che dovrebbero essere montati di serie su tutte le auto. L’optional cui non possiamo più rinunciare è, per la stragrande maggioranza degli intervistati, il condizionatore (58,33 per cento), seguito dal servosterzo (47,66 per cento) e dall’airbag (38,32 per cento). Continua a leggere