Moratoria di tasse e contributi per chi lavora nei trasporti. Misiani: “ci stiamo lavorando”

Una moratoria di tasse e contributi per chi lavora nei settori maggiormente coinvolti dalla crisi  come turismo, logistica, trasporti, cultura. Ad annunciare che ilGoverno sta lavorando al progetto,“dialogando con la Banca d’Italia e immaginando forme di garanzia pubblica che aiutino il sistema  bancario a sostenere nel migliore dei modi possibili questo intervento”, è Antonio Misiani vice ministro  all’Economia intervistato da Simone Spetia e Maria Latella su  Radio 24, spiegando che è allo studio “una parziale garanzia pubblica per assistere questa moratoria”. Continua a leggere

Togliere i camion dalle strade? La logistica intelligente può evitare centinaia di migliaia di viaggi

La logistica del largo consumo in Italia è una filiera non solo importante (con circa18 milioni di tonnellate di merce movimentata nel 2018 e l’89 per cento dei flussi tra aziende di produzione e grande distribuzione organizzata che è passata attraverso i 450 centri di distribuzioni presenti in tutto lo Stivale) e insostituibile: è anche una filiera sempre più efficiente e virtuosa. Pur essendo aumentata la complessità gestionale (più referenze ed espositori da trasportare, maggiore concentrazione delle consegne a calendario, più vincoli nell’accesso alle aree urbane), la “catena di distribuzione delle merci” funziona infatti meglio rispetto dieci anni fa ed è diventata anche più sostenibile grazie all’adozione di pratiche a minor impatto ambientale (camion più carichi, utilizzo di bilici con minori emissioni e aumento delle unità di carico intere) che hanno permesso di risparmiare l’equivalente di 450mila viaggi rispetto al 2009 e, quindi, di ridurre di 97 mila tonnellate le emissioni di CO2. Continua a leggere

C’è un’Italia che vende a imprese straniere e una che invece le acquista: è quella dell’autotrasporto

C’è un’Italia che vende a investitori stranieri (a partire dai giganti francesi del lusso Kering e Lvmh, con i primi diventati proprietari dei marchi Gucci, Brioni e Pomellato e i secondi capaci di dare la scalata, negli anni, al made in Italy firmato Fendi, Acqua di Parma, Bulgari e Loro Piana), e un’Italia che invece acquista aziende all’estero. È l’Italia dell’autotrasporto che ha visto il gruppo alessandrino Mrz Group, guidato da Alberto Marenzana, figlio del fondatore Armando, e da Alessandro Pais, socio e amministratore delegato, “fare shopping” proprio in Francia, acquistando il 75 per della Transports Olivier Leloup, azienda con oltre cento dipendenti e una flotta di 90 trattori e 350 semirimorchi cisterna con sede operativa nel porto francese di Le Havre, crocevia della “grande chimica d’oltralpe”. Continua a leggere

Logistica, passa dalle scuole la strada per impedire che si perdano 500mila posti di lavoro

Potrà viaggiare solo attraverso la formazione scolastica, a partire dalle elementari fino all’Università, la possibilità di frenare il pericolo, più che concreto, che nel giro di pochi anni il settore della logistica italiana possa perdere per strada un quinto dei posti di lavoro oggi garantiti da un settore che occupa complessivamente oltre due milioni e mezzo di lavoratori nelle diverse funzioni dei comparti economici, fra servizi logistici, appunto, ma anche commercio, alberghi e ristorazione, costruzioni, industria. Mezzo milione, i posti di lavoro destinati a scomparire se il mondo scolastico non saprà formare (ma anche aggiornare) figure professionali, dagli operai imballatori e carrellisti agli  impiegati addetti ai servizi, a tecnici informatici e manager, in continua e rapida evoluzione. Continua a leggere

Trasporti e logistica, nella filiera c’è un ingranaggio da aggiustare: l’intermediario

Il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere”. Sono le parole chiare che Teofrasto, filosofo della Grecia antica, utilizzava per definire il tempo. Gli operatori del mondo dei trasporti accomunano tale concetto alla funzione logistica, che si misura, appunto, con il tempo. In questi ultimi anni chi ha saputo evolversi da vettore a operatore logistico ha speso bene il proprio tempo, mettendosi in condizione di poter partecipare da protagonista al nuovo sistema dei trasporti, di essere competitivo in un mercato in continua evoluzione. Perfettamente consapevole che attuare servizi di logistica significa immaginare una modalità organizzativa che si regge su dei fattori determinanti: qualità del servizio, sicurezza, infrastrutture, rispetto delle regole. Continua a leggere

Logistica, il settore che può rilanciare l’occupazione ma anche cancellare 500mila posti

La logistica può far crescere in modo significativo l’occupazione, ma può anche determinare la perdita di mezzo milione di posti di lavoro. Un dato, emerso dal Rapporto di Randstad Research “Le nuove sfide per il futuro del lavoro nella logistica” presentato oggi in un convegno a Piacenza, destinato a far riflettere. Cosa che ha fatto il vicepresidente di Confcommercio e di Conftrasporto Paolo Uggè. Che commentando quella che “è solo apparentemente una contraddizione in termini, che salta agli occhi solo di chi pensa che le operazioni di logistica non debbano sempre più trovare addetti disposti ad adeguarsi ai cambiamenti che il mercato globale impone”, si domanda se sia “sufficiente l’adeguamento professionale ai nuovi sistemi”, ma anche come “contrastare i fenomeni di sfruttamento che si determinano nelle operazioni di intermediazione parassitaria. Continua a leggere

Verona Fiere e Alis: parte un viaggio lungo 10 anni fra trasporti, logistica e intermodalità

Un nuovo evento fieristico internazionale su trasporti, logistica e intermodalità sostenibile. A ospitarlo sarà la città di Verona e sarà il frutto di un accordo fra Verona Fiere e Alis, associazione che rappresenta le aziende della logistica. Una partnership che prevede dieci edizioni a cadenza annuale, a partire da marzo 2020, con l’obiettivo, come spiega una nota dell’associazione presieduta da Guido Grimaldi, “di promuovere uno sviluppo sempre più sostenibile del trasporto intermodale in ambito nazionale ed europeo”. Continua a leggere

Un polo logistico nell’area dell’ex zuccherificio. Il finale più dolce per l’area dismessa di Bondeno

Avrà un finale “dolce”  la storia dell’ex zuccherificio di Bondeno, nel Ferrarese: il Gruppo Bertani Trasporti, sede a Castiglione delle Stiviere (Mantova), ha infatti dato seguito al preliminare di acquisto del  terreno e l’ex insediamento produttivo verrà trasformato in  un polo della logistica. A confermarlo sono due articoli pubblicati dai quotidiani Nuova Ferrara e Resto del Carlino. Il colosso della logistica, che si occupa principalmente di trasporto di vetture, utilizzerà lo spazio sfruttando il collegamento con la vicina stazione ferroviaria, una linea che può garantire un rapido collegamento sull’asse che comprende il porto di Ravenna e il Brennero. Continua a leggere