Autotrasporto, bocciato il pacchetto stradale. De Monte: “Grave errore, si mantiene il far west”

“È stata persa l’occasione di approvare un provvedimento che difende davvero gli interessi delle imprese e dei lavoratori dell’autotrasporto italiano. Si disfa tutto e si ricomincia daccapo: è un grave errore e mi batterò per rimediare, lottando contro quanti hanno interesse a mantenere il far west, a scapito dell’Italia”. Lo afferma l’eurodeputata del Pd Isabella De Monte, componente della commissione Trasporti e turismo, relatrice ombra dei due dossier sui tempi di guida e di riposo degli autisti e sul tachigrafo digitale, contenuti nel Pacchetto stradale, approdato in Aula a Strasburgo questa settimana e inviato nuovamente alla commissione per mancanza di accordo. Continua a leggere

Lavoratori sulle navi, troppi numeri falsi. “Il Governo obblighi gli armatori a dare quelli veri”

Il Governo convochi gli armatori italiani e li obblighi a mostrare i “veri” numeri dei marittimi, in modo da poter riformare il settore, in modo da mettere in condizione le aziende di assumere lavoratori italiani. Perché è davvero paradossale che da una parte ci siano armatori che hanno bisogno di marittimi e dall’altra marittimi disoccupati. È questo, in sintesi, l’appello lanciato al Governo da AssArmatori, l’associazione nata lo scorso gennaio e che a metà settembre aprirà al pubblico la propria sede a Roma. Una nuova, importante realtà, timonata da Stefano Messina, che alla vigilia di un incontro con i rappresentanti del governo ha chiesto un vero e proprio censimento del settore. Continua a leggere

Carburanti, vietato pagarli con contante per chi usa l’auto per lavoro e vuole detrarre le spese

L’obbligo della fatturazione elettronica da parte dei distributori stradali di carburanti partirà dal primo gennaio 2019; la carta carburanti rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2018; le fatture emesse nei confronti degli autotrasportatori continueranno a essere emesse in formato cartaceo fino al 31 dicembre 2018. Dal primo luglio scatterà invece l’obbligo, per i lavoratori che viaggiano con auto aziendali, rappresentanti e tutti coloro che acquistano carburanti nei distributori stradali per la propria attività, di non utilizzare denaro contante per pagare, ma di farlo esclusivamente con sistemi tracciabili. Continua a leggere

Appalti semplificati per le infrastrutture: solo così i cantieri non resteranno fermi anni

“L’Italia deve semplificare il codice degli appalti  per fare in modo che i fondi previsti per la realizzazione di infrastrutture possano essere immediatamente disponibili per aprire i cantieri”. A sollecitare il Governo perché imbocchi la strada della sburocratizzazione del Paese è stato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, che dal palco dell’assemblea dell’Anie, l’associazione delle imprese elettroniche ed elettrotecniche, ha sottolineato come questa sia “la prima cosa da fare in campo economico da parte del nuovo Governo.

Stangata sul diesel, Assopetroli chiede un nuovo approccio: “Le accise non sono un bancomat”

“È inaccettabile l’ipotesi allo studio dell’ennesima stangata fiscale sul gasolio, già penalizzato da un carico fiscale tra i più alti al mondo (60 per cento del prezzo al consumo). Si colpirebbe duramente le nostre imprese e con esse settori vitali dell’economia italiana tra cui logistica, trasporti, agricoltura, marina”. Lo dichiara Andrea Rossetti, presidente di Assopetroli-Assoenergia che chiede di “cambiare approccio” sulla tassazione dei prodotti energetici. “Le accise sui carburanti non possono più essere usate come il bancomat dei governi pro tempore”. Continua a leggere

Camionista svizzero commette 55 infrazioni: multa da 21mila euro e sequestro del Tir

21mila euro di multa: è questo il “conto” che si è visto sbattere sotto il naso un camionista svizzero fermato la scorsa settimana dalla polizia stradale di Viareggio sulla A12, vicino all’area di servizio Versilia Ovest. Appena l’autista ha abbassato il finestrino, “la pattuglia è stata investita da un forte puzzo di alcol”. Ma la guida in stato di ebbrezza non era l’unica infrazione commessa dal camionista. Continua a leggere

Tempi di riposo dei camionisti e distacco, i sindacati dicono no alle proposte dell’Europa

No alle nuove proposte dell’Unione europea che riguardano il trasporto su strada con autobus e pullman e il trasporto merci. Lo dicono le sigle dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil che oggi partecipano a Strasburgo alla manifestazione europea per il trasporto equo organizzata dalla Federazione Europea dei Trasporti. “Vanno respinte le proposte del Parlamento europeo sull’applicazione del distacco dei lavoratori e sulla revisione dei tempi di guida e di riposo degli autisti di autobus e pullman e dei conducenti di camion”, affermano in un comunicato i segretari nazionali della Filt Cgil, Giulia Guida e Michele De Rose, ricordando che “il 4 giugno la Commissione trasporti del Parlamento europeo esprimerà il proprio voto sui temi del trasporto su strada con autobus e pullman e sul trasporto delle merci”. Continua a leggere

Pagare l’autostrada all’estero sarà più facile: via libera al sistema di telepedaggio europeo

Con un unico dispositivo si potrà pagare l’autostrada in tutta Europa. È questa la strada scelta dal Parlamento europeo che ieri ha approvato a larghissima maggioranza (40 voti a favore e 1 contrario) in Commissione trasporti un dossier sul sistema unico europeo di telepedaggio. “Dando il via libera al telepedaggio unico europeo, l’Europarlamento ha spianato la strada a un servizio in grado di generare enormi benefici, facendo risparmiare milioni di euro a cittadini e imprese”, ha dichiarato l’eurodeputato di Forza Italia-Ppe Massimiliano Salini, relatore del dossier. Continua a leggere

Limiti alla circolazione dei Tir: aumenteranno i giorni nei quali dovranno restare fermi?

Il rilascio di eventuali deroghe alla limitazione della circolazione dei Tir sulle strade in particolari giornate “deve essere ben circostanziato e motivato nonché fondato su presupposti specifici ed altrettanto eccezionali”. Lo si legge nella sentenza con cui il Tar del Lazio ha accolto un ricorso proposto dal Codacons. Inoltre, si legge nella sentenza dovranno essere fornite alle Prefetture “puntuali indicazioni sui criteri e parametri alla base del rilascio degli eccezionali permessi in deroga, che garantiscano un omogeneità di condotta degli stessi Uffici, pur nella considerazione delle peculiarità dei singoli territori amministrati”.  Continua a leggere

Camion meno inquinanti, l’Europa fissa gli obiettivi: -15 per cento di emissioni entro il 2025

Passare a una mobilità sicura, pulita, connessa e automatizzata. È questo l’obiettivo del terzo pacchetto “L’Europa in movimento” presentato ieri dalla Commissione europea e che contiene, per la prima volta, delle norme relative alle emissioni di Co2 dei veicoli pesanti. Nel 2025, spiega Bruxelles, le emissioni medie di Co2 dei nuovi veicoli pesanti dovranno essere inferiori del 15 per cento rispetto al 2019. E, per il 2030, l’obiettivo è arrivare a una riduzione di almento il 30 per cento, sempre rispetto al 2019. Continua a leggere