Sblocca cantieri, il ritorno al massimo ribasso farà salire al massimo l’occupazione abusiva?

Il ritorno al sistema del massimo ribasso previsto dal decreto Sblocca cantieri è preoccupante perché non solo rischia di non produrre un’accelerazione della realizzazione delle opere ma solo dell’affidamento, ma soprattutto perchè in assenza di un efficiente meccanismo anti-turbativa presenta rischi per la fase realizzativa e la qualita’ dell’occupazione, con possibilita’ di alimentare dumping contrattuale e favorire accordi di cartello, in assenza di un efficiente meccanismo anti-turbativa”. Ad affermarlo sono stati gli esponenti dell’Alleanza delle Cooperative nel corso dell’audizione sul decreto sblocca cantieri davanti alle Commissioni riunite Lavori pubblici, comunicazioni e Territorio, ambiente beni ambientali del Senato. Continua a leggere

Il decreto sblocca cantieri? “Belle parole ma nei fatti non migliora le regole sugli appalti”

Sblocca-cantieri di nome ma non di fatto. A bocciare il decreto legge, affermando come “al di la dell’enfasi nominalistica, non sciolga i nodi sulla regolamentazione della materia, limitandosi ad interventi mirati, non sempre idonei a conferire un nuovo e più appropriato assetto alla disciplina degli appalti”, sono stati gli esponenti di Cna ascoltati in audizione in commissione Lavori pubblici e Ambiente riunite al Senato proprio sul decreto sblocca-cantieri. Continua a leggere

Un maxi hub a Piombino per lo stoccaggio delle auto nuove provenienti dal centro Europa

Piombino si prepara a diventare il maxi hub per lo per lo stoccaggio di auto nuove provenienti dal centro Europa, in particolare dalla Germania, grazie alla realizzazione nella darsena nord del porto sulla costa livornese di una stazione capolinea per il traffico marittimo con accesso garantito a una banchina pubblica che occuperà, inizialmente, un’area di 50mila metri quadrati, con obiettivi di ampliamento successivo fino a 300mila metri quadrati. Continua a leggere

Fake news sulla Torino Lione, Confindustria Piemonte le combatte a colpi di video sui social

Ci sono molte  bufale (o se si preferisce un linguaggio più moderno troppe fake news) che viaggiano sulla  costruzione della nuova linea ad alta velocità Torino – Lione . Ed è proprio contro queste false notizie che  Confindustria Piemonte ha avviato una campagna informativa digitale invitando  gli imprenditori piemontesi a condividere le informazioni corrette attraverso brevi pillole video. Un viaggio contro l’informazione sbagliata e, spesso, pilotata, visibile  sui canali social ufficiali di Confindustria Piemonte e sul sito web www.confindustria.piemonte.it. giunto alla  terza puntata, dopo quelle con il presidente di Confindustria Piemonte Fabio Ravanelli (che ha ricalcolato i costi a carico dell’Italia per la costruzione dell’opera) e con  la presidente dei Giovani di Confindustria Piemonte Giorgia Garola (che ha spiegato i vantaggi che la nuova linea porterà anche al traffico passeggeri).  Continua a leggere

A 10 Genova – Savona, cambiano le chiusure al traffico per i lavori nelle gallerie

Cambia il piano delle chiusure al traffico sull’autostrada A10 Genova-Savona per consentire il potenziamento degli impianti nelle gallerie. Lo hanno comunicato i responsabili di Autostrade per l’Italia fornendo la nuova programmazione delle chiusure che prevede, per la settimana dall’11 al 17 marzo la chiusura del tratto Genova Aeroporto-Genova Pra’, verso Genova, dalle 22 di mercoledì 13 alle 6 di giovedì 14 marzo e dalle 22 di giovedì 14 alle 6 di venerdì 15 marzo. Continua a leggere

Tav, il ministro Toninelli non ha ancora avuto tempo di sedersi a parlarne con la Lega

“Sulla Tav con la Lega non abbiamo ancora avuto tempo di sederci a un tavolo e discutere, ma anche se partiamo da posizioni molto lontane, sono sicuro che riusciremo a trovare una sintesi”. Ad affermarlo, ai microfoni di “Zapping” su Radio1, è stato il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Danilo Toninelli, imboccando di fatto una strada che va un direzione opposta a quella di Alessandro Di Battista che ha sempre ribadito invece come il “no” senza se e senza Continua a leggere

Tav, nessuno ha calcolato che sarebbe un’arma contro la concorrenza sleale dei Tir dell’Est?

Nell’analisi dei benefici della Tav andrebbero aggiunte alcune voci importanti che nessuno sembra aver preso in considerazione.  Per esempio con la Tav le imprese italiane avrebbero le armi per combattere contro il dumping sociale che le aziende dell’Est europeo fanno ai loro danni, frenando la concorrenza distorta con benefici per lo Stato anche sul piano fiscale. Ne è certo il vicepresidente di Confcommercio e di Conftrasporto Paolo Uggè, che ha anche spiegato il “funzionamento ” di questi benefici. Continua a leggere

Metropolitana Milano – Monza, senza soldi dal Governo la Regione non potrà realizzarlo

Se il Governo stanzierà i fondi anche la Regione Lombardia farà la sua parte, ma tre quarti delle risorse sono di competenza del Governo e senza queste risorse il prolungamento della linea metropolitana M5 da Milano a Monza,non potrà partire. Ad affermarlo è stato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenuto al convegno “Sotto il cielo di Lombardia” dove ha confermato che “quest’opera è fondamentale per il nostro territorio”, e che “la Regione cercherà di contribuire per sanare la parte che manca di risorse”, ma che senza il contributo del Governo, stimato in circa 900 milioni di euro, l’opera non si potrà fare.   Continua a leggere

Allarme giallo: così la Via della Seta rischia di trasformare l’Europa in una colonia della Cina

“Sorprende il ritardo con il quale l’Occidente sta scoprendo il pericolo, e non solo l’opportunità, rappresentato dalla nuova  Via della Seta”. A sorprendersi è Luigi Merlo,  presidente di Federlogistica-Conftrasporto che indica i rischi che l’Italia e l’Europa stanno correndo: ” sul piano dell’economia, della sicurezza e soprattutto dei trasporti e della logistica. La nuova Via della Seta non è una rete infrastrutturale neutrale, bensì rischia di essere una rete mondiale di proprietà di una nazione che sarà “sovrana” su altre”, spiega Luigi Merlo a chi ancora non avesse aperto gli occhi per vedere la realtà.   Continua a leggere

Bergamo e Modena, riparte da qui l’e-commerce italiano del colosso Amazon

Casirate, in provincia di Bergamo, e Spilamberto, nel modenese: sono questi i due nuovi “poli” del trasporto merci del colosso mondiale dell’e-commerce Amazon. La prima piattaforma logistica è già pronta e, dopo la consegnata da parte di Vailog avvenuta il 21 agosto 2018, diventerà operativa il prossimo 28 ottobre, con un magazzino di 35mila metri quadrati dove si calcola che entro tre anni potranno trovare lavoro circa 400 dipendenti. Continua a leggere