La metro C di Roma è in ritardo, la consegna della stazione dei Fori Imperiali slitta di 18 mesi

Per usare la stazione Fori Imperiali della metro C di Roma bisognerà aspettare più del previsto. I lavori per la realizzazione della fermata con vista archeologica e della stazione Amba Aradam registrano già un ritardo di un anno e mezzo. Slitta, quindi, la data di consegna, prevista per settembre 2020. “Sulla realizzazione della stazione Amba Aradam ci sono dei rallentamenti”, spiega Andrea Sciotti, responsabile unico di Roma Metropolitane del procedimento unico della metro C durante un’audizione in commissione capitolina Trasporti. Continua a leggere

Il Governo fa una radiografia alla logistica per capire dove corre e dove frena l’Italia

Il nome, SiNaMolo, è quanto di peggio possa partorisce il peggior burocratese, ma l’obiettivo è, almeno sulla carta, quanto di meglio: realizzare un sistema nazionale di monitoraggio della logistica per poter così realizzare un ceck up completo delle condizioni di salute (spesso pessime) delle infrastrutture e dei servizi del Paese e trovare una cura. Che col nome SiNaMolo c’azzecca pure. Un’unica “regia” per capire quanto funziona e quanto invece rappresenta un ostacolo quell “insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell’azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni dalle origini presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita”. come viene comunemente “spiegato” il concetto di logistica.

Continua a leggere

Pedemontana veneta nel caos, i cantieri rischiano di fermarsi. Zaia: “Serve buon senso”

Sarà un’incompiuta, una superstrada con i cantieri che non finiscono mai? La Pedemontana veneta rischia di fermarsi e il governatore della Regione, Luca Zaia, lancia un appello: “Il presidente Renzi può avere tanti difetti, ma non quello di essere così poco lucido da non vedere l’importanza di questa partita. Lo invito veramente a guardarci dentro perché è il più grande cantiere di opere pubbliche presente oggi in Italia”. Continua a leggere

Treni lunghi 750 metri e con carichi da 2000 tonnellate: l’Italia rilancia la rotaia

Laguzzi © Francesco Vignali Photography

Laguzzi © Francesco Vignali Photography

“La principale difficoltà del trasporto ferroviario merci oggi in Italia consiste nel vantaggio per il settore dell’autotrasporto determinato essenzialmente dal costo inferiore e competitivo verso le imprese clienti,  fattore che rappresenta una delle principali cause che ha impedito l’aumento della quota modale delle merci trasportare per ferrovia in Italia ma che sta per essere eliminato grazie alla serie di interventi infrastrutturali e alle politiche attuate dal ministero dei Trasporti nell’ultimo periodo, politiche che possono considerarsi epocali, vista la portata e la visione di sistema che governa la strategia di rilancio del comparto”. Continua a leggere

Salerno-Reggio Calabria finita entro l’anno: “È questo l’obiettivo del governo”

La Salerno-Reggio Calabria sarà finita entro il 2016. Lo ha ribadito il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, a margine di un convegno sulla mobilità del futuro. Ai giornalisti che chiedevano se l’obiettivo rimanesse di finire entro fine anno, il ministro ha risposto “ovviamente” aggiungendo che proprio su questa tratta “vogliamo investire perché diventi una delle arterie più avanzate tecnologicamente in Europa”. Continua a leggere

Porti, la rotta per ripartire è giusta ma ci sono alcune manovre da correggere

Occorre assicurare l’effettiva separazione tra attività di gestione del porto e attività economiche di interesse portuale  e che quindi venga reso più chiaro ed esplicito nel testo normativo il divieto per le Autorità di governo di svolgere operazioni economiche in ambito portuale, anche indirettamente per il tramite di società partecipate. Ma occorre anche fare attenzione affinché in merito alla semplificazione di organi e poteri intermedi sul fronte della riorganizzazione non si verifichino duplicazioni dei centri decisionali, con il rischio di aumentarne la frammentazione e i costi. Sono queste alcune delle “preoccupazioni” espresse  dal Consiglio di Stato nel parere redatto dalla Commissione speciale sul provvedimento in materia di Governance e semplificazione di organi e poteri previsti dalla riforma dell’autorità portuale. Continua a leggere

Sicilia, il viadotto riaperto con un anno di ritardo? Gli ingegneri: “Perso del tempo”

Il viadotto Himera in direzione Palermo poteva essere riaperto 11 mesi fa. Lo sostiene il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Palermo, Giovanni Margiotta, che considera la riapertura di sabato “un fatto importante per la mobilità regionale, soprattutto per i risvolti positivi che avrà sull’economia siciliana. Il buonsenso ha prevalso, e ne va dato atto al ministro Delrio e al presidente di Anas Gianni Armani che, con atteggiamento di autentica apertura, hanno preso in considerazione il nostro invito a non demolire la carreggiata e ad accertarne l’efficienza”. Ma, secondo gli ingegneri, molto tempo è stato perso. Continua a leggere

Sassari-Olbia, entro l’estate aperti i primi 26 chilometri della nuova strada

Sassari Olbia Armani“Entro l’estate saranno aperti i primi 26 chilometri della Olbia-Sassari”. L’annuncio è stato fatto dal presidente dell’Anas, Gianni Vittorio Armani, al termine di una giornata di sopralluoghi in tutti i cantieri della nuova arteria. Come spiega l’Anas in un comunicato, tra maggio e giugno saranno aperti al traffico i lotti iniziali (0 e 1) della lunghezza complessiva di 11 chilometri, dalla statale 131 a Sassari ad Ardara, e i lotti 7 e 8, della lunghezza complessiva di 15,5 chilometri, da Monti ad Olbia. Continua a leggere

Tecnologia in galleria, Anas investe 7 milioni di euro per le statali della Sardegna

Sette milioni di euro per la manutenzione straordinaria degli impianti tecnologici installati nelle gallerie di molte statali sarde. Anas ha fatto partire l’operazione #stradatecnologica, che prevede lavori per i prossimi tre anni nelle statali delle province di Cagliari, Nuoro e Ogliastra e sulla strada statale 131 “Diramazione Centrale Nuorese”. Venerdì 25 marzo c’è stata la pubblicazione della gara d’appalto sulla Gazzetta Ufficiale. Continua a leggere

All’aeroporto di Venezia arriverà anche il treno, si parte con il progetto

L’aeroporto di Venezia sarà collegato con Mestre e Trieste da una nuova linea ferroviaria. Nei giorni scorsi il presidente di Società Aeroporto di Venezia, Enrico Marchi, e l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con il cronoprogramma per la progettazione definitiva del nuovo tracciato ferroviario e della nuova stazione Venezia Aeroporto. Continua a leggere