Tir “sfonda” un ponte sul fiume. Muore ragazzina di 15 anni, 2 persone sono disperse, 9 ferite

Una ragazzina di 15 anni morta, nove feriti di cui due in condizioni molto gravi. È’questo il pesantissimo bilancio della tragedia avvenuta Mirepoix-sur-Tarn, nella Francia sud-occidentale, dove un ponte è crollato mentre transitava un tir il cui peso, secondo una prima ricostruzione ancora da verificare, sarebbe stato superiore al limite consentito ma che avrebbe comunque imboccato il ponte. L’incidente, ha coinvolto tre veicoli compreso il camion precipitato nel fiume sottostante insieme a un’altra auto. Alle operazioni di soccorso hanno preso parte oltre 60 pompieri e tre elicotteri. Continua a leggere

È morto il papà che a Verona non era riuscito a strappare i figli dall’inferno del bus in fiamme

Il 20 gennaio a Verona aveva tentato senza riuscirci di salvare i suoi due figli, Laura e Balàzs, prigionieri dell’inferno di fuoco originatosi dopo lo schianto del pullman sul quale viaggiavano, in gita scolastica, contro un pilone di cemento distante solo mezzo metro dal guard rail, sull’A4 Milano. Rimasto gravemente ferito nel corpo e soprattutto nell’anima, Gyorgy Vigh, non si era mai ripreso da quella tragedia della quale ora è diventato la 18ª vittima, come ha affermato il presidente dell’Associazione italiana familiari e vittime della strada Onlus che ha espresso il più grande cordoglio e vicinanza alla famiglia Vigh. Continua a leggere

Non perdere la testa, il casco ti salva: riparte la campagna dei familiari di vittime della strada

Non perdere la testa, il casco ti salva la vita”: è questo lo slogan scelto dai responsabili dell’ Aifvs , l’Associazione italiana familiari vittime della strada, per proseguire la continua la campagna di sensibilizzazione sul rispetto delle norme del Codice della strada, con l’obiettivo di ridurre il numero di morti e feriti. “Evitare di uccidere e di uccidersi, questo l’obiettivo del nostro impegno” ha dichiarato il presidente dell’Associazione Alberto Pallotti.”I nostri cari purtroppo non ci sono più, ma possiamo salvare la vita ad altre persone. Vorremmo evitare che altro sangue venga versato sulle strade. Continua a leggere

Camion perde il carico di assi di legno: muore ragazzo di 15 anni, grave la madre

Ci sono moltissimi tipi d’incidenti, con moltissime cause possibili , con responsabilità diversissime tra loro, a volte gravissime, a volte del tutto assenti, senza alcuna colpa di chi l’ha provocato. Incidenti in alcuni casi  più facilmente “spiegabili”, in altri meno.  Per nulla facile si presenta il lavoro di chi dovrà stabilire le cause dell’incidente accaduto In Valtellina sulla Statale 38 ad Ardenno, in provincia di Sondrio, dove  a uccidere uno studente di 15 anni e a ferire gravemente la madre di 52 anni è stata la perdita di un carico di assi di legno che il mezzo pesante stava trasportando e che ha investito la Skoda che lo seguiva sulla quale viaggiavano madre e figlio. Continua a leggere

Autostrade per l’Italia, Gasparri invita Castellucci a ridursi la liquidazione da 13 milioni

“Non condivido l’assalto per revocare le concessioni alla Società Autostrade. Non amo la demagogia qualunquista. Credo che però leggere della liquidazione di 13 milioni all’amministratore Giovanni Castellucci sia veramente irritante. Comprendo la logica del mercato, il merito di grandi manager, ma in un’Italia che si indigna contro Tizio e Caio, individuando caste anche laddove non ci sono, questa maxi liquidazione è veramente vergognosa e scandalosa”. Continua a leggere

Autotrasportatori danneggiati dal crollo di Genova, ecco come chiedere i rimborsi 2019/2020

Gli autotrasportatori che hanno dovuto affrontare spese supplementari modificando e allungando i propri percorsi in seguito al crollo del Ponte Morandi a Genova potranno a breve presentare domanda per il contributo anche per il periodo 2019/2020. Dopo aver terminato la procedura di definizione dei ristori relativi ai viaggi effettuati nel periodo 15 agosto – 31 dicembre 2018 (riconoscendo un rimborso di 32,02 euro per ogni missione di viaggio regolarmente conteggiata presentata dalle oltre 600 le aziende che hanno richiesto l’indennizzo per un totale di poco meno di 900mila missioni di viaggio caricate a sistema) l’Autorità di sistema portuale del mar Ligure occidentale ha infatti confermato il via libera al contributo anche per il 2019/2020 Continua a leggere

Agosto 2018, il crollo del ponte di Genova. Agosto 2019, il crollo della dignità della politica

Ore 11 e 36 del 14 agosto 2018.  Un istante destinato a restare impresso per sempre nella memoria dei genovesi, degli italiani, del mondo. Una della pagine più tristi della storia più recente  del capoluogo ligure. Qual giorno di un anno fa il ponte Morandi si schianta di colpo facendo precipitare nel baratro auto e camion che lo stavano percorrendo. Alla fine i corpi sotto le macerie saranno 43. A un anno di distanza sono e saranno molti quelli che ricorderanno quella tragedia, ascolteremo fiumi di parole. Continua a leggere

Ha investito due ragazzini in moto dopo una lite uccidendoli: scarcerato dopo pochi giorni

Ha investito con la propria auto, dopo una lite fuori da una discoteca, due ragazzini che viaggiavano su uno scooter. E li ha uccisi. Ma non voleva farlo, non immaginava che il suo gesto potesse trasformarsi in una simile tragedia. E così dopo una manciata di giorni trascorsi in carcere è tornato a casa, agli arresti domiciliari l’automobilista che sabato sera ad Azzano San Paolo, in provincia di Bergamo, ha stroncato due giovanissime vite, quelle di due amici di 18 e 21 anni. Continua a leggere

Borgo Panigale, l’autostrada “maledetta” per i Tir. Terza tragedia in meno di un anno

Borgo Panigale, un tratto di autostrada che sembra diventato “maledetto” per i tir. Dopo la tragedia del 6 agosto 2018, quando un tamponamento fra un tir e un’autocisterna carica di gas, causò una terribile esplosione che uccise due persone e ne ferì 145, dopo il tragico tamponamento avvenuto il 30 luglio  a poche decine di metri dal teatro di  quella tragedia  che sconvolse la città, causando questa volta la  morte di un camionista  e il ferimento di un secondo, ancora un Tir è stato protagonista di una nuova tragedia: due operai che lavoravano per conto di  Autostrade in  cantiere  allestito nel tratto bolognese della A14, ancora una volta a  Borgo Panigale, sono stati travolti e uccisi da un Tir che è piombato su di loro poco prima delle 23 di lunedì, nei pressi di uno  svincolo. Continua a leggere

Tragedia di Bologna atto secondo. “A quante repliche dovremo assistere prima di agire?”

“Non si può più far finta di nulla, da tempo chiediamo modifiche al Codice della strada che affrontino e risolvano situazioni ad alto rischio su strade e autostrade  in nome della tanto annunciata, ma poco applicata sicurezza. Il tragico tamponamento avvenuto ancora una volta a Bologna,  a Borgo Panigale, a poche decine di metri da quello che sconvolse la città  quasi esattamente  un anno fa (cliccate qui per rileggere l’articolo) e che  ha causato  la morte di un camionista   e il ferimento di un secondo lo esige. Da troppo tempo si discute alla Camera delle modifiche al codice  ma sembra che le norme che autorizzano la circolazione nelle aree urbane dei monopattini interessino maggiormente che intervenire sulle normative che producono maggiori e più puntuali controlli e quindi maggior sicurezza”. Continua a leggere