Costruire strade costa. Non farle costa molto di più. In denaro, sicurezza, salute, tempo…

Realizzare una nuova strada o autostrada, una nuova linea ferroviaria, nuovi piazzali e collegamenti in un porto per far sbarcare il più in fretta possibile le navi da un cargo può costare. Anche molto.  Ma il non farli può costare anche di più. E non solo in termini economici, ma anche di sicurezza, di salute, di perdita di tempo e, dunque, di qualità della vita. Parola di Andrea Gilardoni, docente di economia e gestione dell’impresa all’università Bocconi e responsabile dell’Osservatorio “I Costi del non fare”. Uno che gli sprechi per opere non realizzate li studia da 12 anni e che sa perfettamente quanto, per esempio, sia costato per decenni viaggiare sull’autostrada A4 nel tratto compreso fra Bergamo su tre corsie anzichè su quattro. Una colossale “tassa” che milioni di automobilisti e camionisti  “hanno dovuto pagare in termini di maggiori consumi, di tempo perso, di inquinamento”, come ha spiegato il docente intervenendo all’appuntamento radiofonico su Rai radio 1  ’Tra poco in edicola’ condotto da Stefano Mensurati e trasmesso lunedì 19 luglio. Continua a leggere

Cane e gatto in auto, ora c’è l’assicurazione che tutela gli animali domestici durante il viaggio

Arriva l’assicurazione per il cane e il gatto che viaggiano in auto. Si chiama Pet on Board, ed è la copertura messa a disposizione da Quixa, compagnia online del Gruppo Axa, che permette di tutelare gli animali domestici durante il trasporto. Un tema che, con le vacanze in arrivo, diventa di grande attualità. Sono almeno 7 milioni gli animali che in Italia ogni anno percorrono strade e autostrade insieme ai loro padroni, cifra che sale a 60 milioni se si considera l’intera Europa. Per viaggiare sereni e per evitare incidenti, è importante trasportarli correttamente ma anche non farsi distrarre dalla loro presenza mentre si è alla guida.  Continua a leggere

L’auto dei sogni non c’è più. Ora gli italiani cercano il modello che possono permettersi

Basta sogni, gli italiani si scoprono realisti. E se con gli occhi chiusi, almeno in passato, il dubbio era tra Ferrari e Porsche, con gli occhi aperti si scegono auto completamente diverse. Come la Fiat Panda, la vettura più immatricolata del primo semestre 2018, o come la Dacia Duster, che per il portale DriveK è la più configurata sul web. L’analisi è stata svolta su circa 100.000 ricerche organiche che gli italiani hanno effettuato nel corso del primo semestre 2018 con l’obiettivo di scoprire quale fosse l’auto più adatta ai propri bisogni e al proprio budget. Continua a leggere

Porto turistico di Ravenna, il “ponte” ideale per chi dall’Europa vuol scoprire l’alto Adriatico

Il porto turistico di Ravenna? È il “ponte” ideale per chi, dall’Europa, vuol scoprire un mare di mete in alto Adriatico, navigando verso le isole croate d’estate e navigando lungo la costa italiana in primavera e in autunno, magari per sbarcare sulla terraferma a scoprire i tantissimi tesori artistici, storici, culturali ma anche enogastronomici. A partire da quelli offerti proprio di Ravenna, splendida città d’arte. A “candidare” il Marinara di Ravenna come scalo ideale per ogni armatore è Daniele Rossi, chiamato, a dicembre 2016, al timone dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centro-settentrionale, che in un’intervista al portale mareonline.it (cliccate qui per leggere l’intervista completa) svela tutti i “valori aggiunti” che offre scegliere questo tratto di costa per tenere ormeggiata la propria imbarcazione. Continua a leggere

Due ragazzi di 14 anni guidano in autostrada: il proprietario dell’auto ne ha intestate altre 200

A 14 anni hanno deciso di andare a farsi un giro in autostrada, guidando a turno una Fiat Punto. Due ragazzini italiani di etnia Rom sono stati fermati sulla A26 all’altezza dell’area di servizio Turchino Ovest, a Mele. Dai controlli, spiega lastampa.it, è emerso che l’auto che stavano guidando i ragazzi è intestata a uno straniero, “sembra un romeno di 35 anni, residente ad Alessandria, a cui – si è scoperto dopo un approfondimento delle verifiche – farebbero capo più di 200 automobili sparse un po’ in tutto il Nord Italia”. Continua a leggere

Le patenti false per guidare i camion si possono comprare online: l’allarme lanciato in Olanda

Ottenere una patente per guidare un camion è facile. Basta andare su internet, ordinarla online, pagare e, dopo un paio di settimane, la licenza di guida arriverà direttamente a casa. Una licenza di guida falsa, ovviamente, ma molto simile a quella vera. La denuncia è stata fatta dall’associazione olandese degli autotrasportatori Chauffeurstoekomst che per dimostrare il fatto ha ordinato e ottenuto una patente intestata addirittura al primo ministro Mark Rutte. Continua a leggere

Al Giffoni Film Festival la sicurezza stradale recita da protagonista con Le regole della vittoria

Si intitola “Le regole della vittoria” il cortometraggio sulla sicurezza stradale che verrà presentato fuori concorso al prossimo Giffoni Film Festival, in programma dal 20 al 28 luglio. Nato dalla collaborazione tra Giffoni Experience e Automobile Club d’Italia, lo short movie racconta la storia di un bambino di 11 anni che sogna di diventare un grande pilota di Formula 1: Andrea, dopo essersi seduto al posto di guida di una fiammante auto da corsa, ne resta folgorato, decidendo di dedicare tutti i suoi sforzi futuri per realizzare il proprio sogno. Ma il suo temperamento esuberante fa sì che l’impulsività abbia sempre la meglio sul raziocinio, per cui le regole di sicurezza stradale passano in secondo piano. Questo fino a quando i suoi stessi mentori e compagni di corse, tra cui Gabriele, non gli insegneranno l’importanza del rispetto delle regole stradali senza le quali non si può mai veramente vincere.  Continua a leggere

Brennero, i sindaci austriaci dichiarano guerra al navigatore: causa traffico sulle strade alternative

È tutta colpa del navigatore. Lo pensano i sindaci del versante austriaco del Brennero che denunciano un aumento del traffico sulle strade alternative proprio a causa del dispositivo. Secondo alcuni primi cittadini, infatti, sempre più automobilisti e camionisti lasciano l’autostrada per evitare le code oppure per non pagare il pedaggio di ponte Europa. “I navigatori moderni consigliano di cambiare rotta, quando il risparmio è di appena tre minuti”, ha detto alla Tiroler Tageszeitung il sindaco di Gries am Brenner, Karl Muehlsteiger, che ha definito i navigatori “il nemico numero uno”. Continua a leggere

Boom di multe, ma solo quattro automobilisti su dieci le pagano davvero. E i Comuni piangono

Le multe aumentano, ma sono veramente pochi gli automobilisti che le pagano davvero. Secondo uno studio della Cgia, negli ultimi 10 anni le multe comminate dai “vigili urbani a seguito della violazione del codice della strada sono aumentate di quasi l’81 per cento, ma il numero di automobilisti che le hanno pagate è sceso drasticamente. Nel 2016, ultimo anno in cui i dati sono disponibili, appena il 39 per cento di chi ha ricevuto una contravvenzione per aver lasciato l’auto in divieto di sosta o per non aver rispettato i limiti di velocità ha eseguito il pagamento”. Continua a leggere

I voti dei concessionari: Bmw non si tradisce, Land Rover è il sogno, ma alla fine vince Porsche

I concessionari votano ancora Porsche: è lei la casa più apprezzata dai venditori in termini di valutazione complessiva. Lo rileva l’edizione 2018 di DealerStat, l’indagine annuale di Quintegia sul grado di soddisfazione dei concessionari nel rapporto con le case automobilistiche (32 marchi in totale), presentata a Veronafiere nel corso dell’Automotive Dealer Day. Il podio è completato da Bmw e Ford. Dall’indagine emerge anche che il marchio più desiderato dai concessionari, quello con cui tradirebbero la “propria” casa, è Land Rover, mentre il matrimonio è felice con Bmw. Continua a leggere