Autopromotec 2017 al via con espositori da tutto il mondo e un ricco calendario di convegni

È l’edizione più grande e internazionale di sempre, con espositori da tutto il mondo e un fitto calendario di eventi. A Bologna, fino al 28 maggio, è in programma Autopromotec, la rassegna delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico che da oltre 50 anni raduna i professioni del post vendita. Nel quartiere fieristico di Bologna ci sono 1.651 espositori, con una quota di aziende straniere del 42 per cento per un totale di ben 53 Paesi rappresentati, sei in più rispetto all’edizione del 2015.

Continua a leggere

Fai Umbria, i nostri primi 5 anni di vita ci dicono che abbiamo seguito la strada giusta…

Iniziare da zero, imboccare la strada giusta e, nonostante le numerose insidie legate alla crisi, giungere a destinazione, a raggiungere l’obiettivo di diventare il partner migliore per un numero sempre maggiore di autotrasportatori. Un traguardo che in realtà è già una nuova partenza. Nel fine settimana Fai Umbria ha festeggiato i primi cinque anni di attività. Era il 2012, quando partì il viaggio. Con dieci aziende associate a fine anno, diventate 29 nel 2013 e 43 nel 2014. Una crescita continua (52 nel 2015, 71 nel 2016) che testimonia la bontà del lavoro del presidente Vittore Fulvi e del segretario Carlotta Caponi. Ora le aziende associate sono ben 87 per un totale di oltre mille mezzi.  Continua a leggere

Trecento falsi camionisti viaggiavano con documenti “comprati” dalle autoscuole

Sarebbero almeno 300 i camionisti che circolavano su strade e autostrade, trasportando anche merci pericolose, illegalmente. Falsi camionisti visto che false sarebbero le abilitazioni relative alle Carte di qualificazione del conducente (Cqc) e i certificati di formazione professionale Adr ottenuti grazie alla disponibilità di funzionari della Motorizzazione civile e di titolari di autoscuole a rilasciare i documenti dietro lauta ricompensa, da 250 a 800 euro. Sette le persone arrestate e accompagnate in carcere e cinque messe agli arresti domiciliari dagli agenti della Polizia stradale e della Guardia di finanza di Como che hanno effettuato oltre 30 perquisizioni nelle province di Como e Varese. Tra le persone coinvolte figurano il funzionario della Motorizzazione civile incaricato di presiedere gli esami per il rilascio della licenza quinquennale per il trasporto di merci pericolose e i rappresentanti di tre autoscuole comasche, incaricati di tenere gli esami di abilitazione per guidare camion adibiti al trasporto di merce e di persone a fini commerciali. Continua a leggere

La generazione 4.0 viaggia a tutta tecnologia? Così imparerà a far viaggiare anche Tir e navi…

C’è una “generazione 4.0”, quella composta dai giovanissimi neodiplomati e neolaureati legati ormai in modo inscindibile alla tecnologia, che in un futuro prossimo potrà viaggiare per le strade dell’Italia, dell’Europa, del mondo su Tir ad altissima tecnologia, simili a vere e proprie astronavi, ma anche solcare i mari di diversi continenti, magari nelle sale comandi delle più moderne navi. Èd è la la stessa generazione che, senza muoversi minimamente  da un ufficio di un’azienda, potrà presto far viaggiare verso nuovi traguardi le stesse imprese di autotrasporto e di logistica, pianificando, grazie ai computer e alle tecnologia,  ogni fase del lavoro di decine, centinaia o addirittura migliaia di persone.  Continua a leggere

Il futuro dei trasporti secondo il Movimento 5 Stelle? Ecco gli errori più gravi da correggere

Ha preso il Programma trasporti e infrastrutture per la mobilità elaborato dal Movimento 5 Stelle, l’ha letto e riletto con l’attenzione che solo un “addetto ai lavori” può avere, e poi ha sottolineato, con la matita rossa degli errori più gravi i passaggi “da bocciare”. O meglio, da rimandare, per promuoverli invece poi, quando saranno stati opportunamente corretti, magari con l’aiuto di chi la materia ha dimostrato di conoscerla al punto da essere promosso a pieni voti. A realizzare questo importante lavoro d’esame del testo realizzato dai “grillini” in materia di trasporti, con la precisa volontà di valutare e condividere, in uno spirito assolutamente costruttivo, altre valutazioni e soprattutto soluzioni, è stato Giovanni Massimiliano Consoli, componente della Segreteria nazionale di Conftrasporto, che ha pubblicato sul sito della stessa associazione (cliccate qui per collegarvi) un testo di “Considerazioni preliminari sul programma trasporti e infrastrutture per la mobilità elaborato dal Movimento 5 Stelle”.  Continua a leggere

Portualità e logistica, l’unione fa la forza. Delrio: “Pensare tutto insieme. Così si risparmia”

Tutto insieme. Portualità, logistica, interporti, collegamenti. Un’unica “strada” per far viaggiare meglio l’Italia. Ne è convinto il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, che lunedì mattina ha ribadito il concetto agli Stati generali della logistica del Nordovest. “L’Italia”, ha spiegato, “deve pensare tutte insieme portualità, logistica, interporti, collegamenti e destinazioni, per avere efficienza, far risparmiare alle imprese un mucchio di costi e, per i porti italiani, in particolare quelli della Liguria, intercettare le merci che oggi vanno nel nord Europa e che non usano i porti italiani e liguri come porta di ingresso per tutto il sud dell’Europa”.  Continua a leggere

Logistica e trasporti, un’unica rotta fa viaggiare il Nordovest. Maroni: “Investiremo molto di più”

Piemonte, Lombardia, e Liguria vogliono “investire molto di più” su logistica e trasporti. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al suo arrivo a Genova agli Stati generali della logistica del Nordovest. “Il settore della logistica in questa zona vale 10 miliardi di euro e genera il 30 per cento del traffico nazionale”, ha spiegato. Abbiamo tutto l’interesse a creare un sistema della Macroregione del Nordovest, Piemonte, Lombardia e Liguria, per sfruttare la potenzialità dei porti liguri. Abbiamo già fatto un primo passo un anno fa, oggi proseguiamo in questa direzione anche con l’intervento del governo”.  Continua a leggere

L’ex sottosegretaria ai Trasporti indagata perché ha abbassato l’Iva? Peccato che l’Iva non ci fosse

“Ho letto sui quotidiani e ascoltato dai vari telegiornali la ricostruzione della causa delle dimissioni della senatrice Simona Vicari dall’incarico di sottosegretario ai Trasporti. L’impressione che ne ho avuto è stata di poca volontà nel voler approfondire, probabilmente per il poco tempo a disposizione. Unica eccezione, l’articolo a firma di Franco Bechis sul quotidiano Libero: è stato lui a evidenziare che: “alle imprese del trasporto marittimo locale non è stata abbassata l’Iva per il semplice fatto che il settore era esente dall’Iva sui biglietti venduti”. Continua a leggere

Indagata per corruzione: la sottosegretaria ai Trasporti Simona Vicari si dimette

È stato un prezioso Rolex a indicare a Simona Vicari, sottosegretaria al ministero dei Trasporti, che  era scoccata l’ora di dimettersi.  E proprio per colpa di quell’orologio, regalato all’ormai ex sottosegretaria dall’armatore Ettore Morace, 54 anni,  napoletano che ha ereditato dal padre Vittorio la più grande compagnia marittima di aliscafi d’Europa, la trapanese Ustica Lines, ora ribattezzata Liberty Lines. Un prezioso orologio che, secondo i magistrati  della procura della Repubblica di Trapani che hanno indagato Simona Vicari (e arrestato Ettore Morace), rappresenterebbe  un ingranaggio di una corruzione sistematica realizzata attraverso una rete di legami con politici, magistrati, funzionari regionali. Un intreccio di affari, politica, presunti favori e regali, che avrebbe visto, secondo l’accusa, Ettore Morace, donare il costoso orologio in cambio della riduzione dell’Iva per il trasporto marittimo. Continua a leggere

Trasporti eccezionali, la Lombardia dovrà indicare in Internet strade e ponti percorribili

Presto in Lombardia le imprese di autotrasporto potranno veder ridotti i tempi di rilascio delle autorizzazioni al trasporto eccezionale sulla rete viaria di competenza di Province e Comuni? Ad alimentare la speranza è arrivata, il 16 maggio, l’approvazione da parte del  Consiglio regionale della Lombardia della Legge di semplificazione 2017 che tra le altre iniziative prevede, all’articolo 18 proprio  una disposizione relativa ai trasporti eccezionali, rallentati incredibilmente negli ultimi mesi dopo i crolli di di alcuni cavalcavia che hanno di fatto quasi paralizzato l’attività.  Continua a leggere