Autotrasporto, il Governo ora ha una sola via per dimostrare di non aver detto bugie

Sarà decisivo, in un senso o nell’altro, l’incontro in programma il 27 aprile al ministero dei Trasporti tra i rappresentanti dell’Unatras e quelli del dicastero. Per il mondo dell’autotrasporto, che in  tempi non sospetti ha valutato positivamente la conduzione e le decisioni assunte dal ministro Graziano Delrio in tema di trasporto, questo incontro rappresenta infatti  “l’ora della verità”, l’appuntamento, non più in alcun modo rinviabile, per scoprire se le intese che sono state sottoscritte e che contengono misure importanti per la vita delle imprese di autotrasporto diverranno operative oppure se resteranno sulla carta. Ipotesi, quest’ultima, che non potrà che avere, come conseguenza, la protesta. Ipotesi purtroppo tutt’altro che remota: i segnali che i responsabili delle associazioni stanno raccogliendo, non sembrano aprire troppe strade alla speranza.  Continua a leggere

Carabiniere eroe salta su un Tir fuori controllo e lo ferma. Il camionista si era sentito male

Riccardo Capeccia ha 44 anni, una compagna, una figlia adolescente e una divisa cucita addosso. Ma dentro la divisa da Carabiniere ha il dna degli eroi, ha il cuore di chi è disposto a tutto pur di salvare delle vite, ha la capacità di prendere la decisione giusta in un istante. Venerdì, l’appuntato scelto Capeccia è riuscito a bloccare un camion lanciato a 100 all’ora in discesa, un Tir fuori controllo a causa di un malore del conducente. Il carabiniere è riuscito ad appendersi alla portiera, ad entrare in cabina e a bloccare il camion impazzito.  Continua a leggere

Fai Conftrasporto-Authority 1-0. La sfida sul 6 per mille da pagare è stata vinta dai trasportatori

Fai Conftrasporto – Authority 1-0. Ha scelto un titolo “calcistico” il sito www.conftrasporto.it per annunciare la vittoria della federazione (anche se solo nella partita d’andata) contro l’;autorità dei trasporti alla quale Fai-Conftrasporto aveva contestato la legittimità della richiesta del contributo rivendicato dall’Authority dei trasporti nei confronti delle imprese di autotrasporto. Sono stati gli stessi avvocati dello studio legale al quale la federazione ha dato mandato di opporsi alla decisione dell’Authority a dare notizia che il contributo (annuale per un importo pari al 6 per mille del fatturato, chiesto alle imprese di autotrasporto dal garante per il proprio funzionamento) non è dovuto. I giudici del Tar, il tribunale regionale amministrativo, hanno infatti ribadito che le disposizioni di legge non assoggettano le imprese che esercitano nell’autotrasporto merci in conto terzi alla vigilanza stessa. Continua a leggere

I 5 Stelle spingono per portare le merci sui treni: “L’autotrasporto inquina e viene agevolato”

“In Italia oltre l’80 per cento delle merci viaggia su gomma e solo il 5-6 per cento su ferro. In Francia e Germania la percentuale delle merci trasportate su rotaia arriva fino al 23,4 per cento, in Svizzera addirittura al 50 per cento! Il trasporto su gomma inquina e aumenta i consumi energetici, il traffico e gli incidenti stradali. Eppure, nonostante questo, viene agevolato con sgravi fiscali e incentivi diretti e indiretti”. Lo scrive il Movimento 5 Stelle sul blog di Beppe Grillo. Continua a leggere

Partono sui Tir un miliardo di tonnellate di merci l’anno. La Lombardia è la prima regione

È di quasi un miliardo di tonnellate (945,6 milioni) il volume complessivo del trasporto merci su strada con origine nazionale. Il dato, riferito al 2015, è emerso da un’elaborazione dell’Osservatorio sulla mobilità sostenibile di Airp, l’associazione italiana ricostruttori pneumatici, su statistiche Istat. Il 64 per cento del trasporto merci su strada è partito dal Nord, il 18,4 dal Centro, il 12,1 dal Sud e il 5,5 dalle isole.  Continua a leggere

Produrre e non poter trasportare che senso ha? Anche l’industria scopre lo scandalo ponti

L’allarme, inascoltato, è già stato lanciato dagli autotrasportatori. Il blocco di fatto delle autorizzazioni ai trasporti eccezionali sta paralizzando diverse attività. La burocrazia (clicca qui) sta seppellendo di carte le aziende, i divieti stanno tenendo fermi i vari prodotti. Ora l’allarme viene rilanciato da chi produce. Un ponte, vietato dall’Anas al transito dei carichi eccezionali superiori alle 88 tonnellate, sulla statale 12 dell’Abetone e del Brennero nel mantovano, “tiene in scacco l’intera industria della caldareria, che rischia di perdere commesse per milioni di euro”.  Continua a leggere

Al volante di un Tir si fanno molti pensieri. Pensare ai servizi di Scania migliora ogni viaggio

Al volante di un Tir si possono fare molti pensieri. Si può pensare a concentrarsi al massimo sulla guida, magari perché quello che sta per arrivare è un tratto di strada particolarmente impegnativo o magari perché la pioggia o la neve possono renderlo particolarmente pericoloso; si può pensare alla merce deperibile che c’è nel rimorchio e che deve arrivare puntualmente a destinazione, altrimenti saranno guai, e accidenti a quei lavori in corso che hanno rallentato il viaggio con i tempi di riposo che incombono e che vanno rispettati se non si vuole rischiare una maximulta… Continua a leggere

Il Governo chiede più sicurezza nei porti. Conftrasporto la esige anche su camion, taxi…

“La sicurezza sarà uno di temi centrali che l’autotrasporto affronterà nell’incontro del 27 aprile al ministero dei Trasporti”. Lo ha anticipato il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, intervenuto a Roma alla 70a assemblea nazionale della Federazione italiana dei piloti dei porti. Prendendo spunto dalle dichiarazioni del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Delrio che nel corso dell’assemblea, affrontando il tema della legge sulle responsabilità dei piloti ha sottolineato proprio il capitolo sicurezza, Paolo Uggè ha auspicato che la massima attenzione possa essere posta dal Governo anche nei settori dell’autotrasporto, dei taxi e degli Ncc, per i quali si stanno tentando di avviare nuovi criteri di regolamentazione. Continua a leggere

L’Autorità di regolazione batte cassa ma le imprese di autotrasporto non dovranno pagare

Le imprese di autotrasporto merci devono davvero pagare il contributo richiesto dall’Autorità di regolazione dei trasporti chiesta dallo stesso ente per “automantenersi”? Una domanda alla quale la categoria aspettava una risposta da anni e che sembrava destinata a non arrivare mai, nonostante i ripetuti “solleciti”. Come quello lanciato da due anni dal palco del convegno “L’Italia disconnessa” organizzato a Roma da Confcommercio,  dal segretario nazionale di Conftrasporto, Pasquale Russo, che aveva chiesto, a nome di migliaia di associati,  “se la nuova gabella,  imposta alle  imprese che superassero una certa quota di fatturato, non fosse solamente una nuova via per prelevare nuovo denaro, sotto forma di nuove tasse, dalle tasche degli autotrasportatori italiani come se la categoria non avesse già dato abbastanza…”. Ora quella risposta sembra essere finalmente arrivata ed è un no. Gli autotrasportatori non devono pagare. Continua a leggere

Camion rubati e portati all’estero con documenti falsi, arrestate tre persone a Parma

Rubavano camion e li trasferivano all’estero con una falsa documentazione. Nei giorni scorsi la Polizia stradale di Parma insieme con l’Agenzia delle dogane e dei monopoli della città emiliana ha portato a termine un’indagine, iniziata nel 2013 e chiamata “Ghost Export”, con l’arresto di tre persone, di cui due fratelli. Altre quattro persone sono indagate. Dalle indagini è emerso che prima di venir trasferiti all’estero i veicoli industriali venivano forniti di una documentazione completa appartenente a mezzi dello stesso tipo e marca “già usciti dal territorio nazionale e di proprietà d’inconsapevoli persone”, spiega una nota della Polizia.    Continua a leggere