Alis e Rse Spa, l’unione fa la forza di chi nei trasporti e nella logistica difende l’ambiente

Un percorso condiviso per  promuovere nuove  azioni concrete sempre più virtuose per  tutelare la sostenibilità ambientale e sostenere le politiche di efficienza energetica. A tracciarlo, preparandosi a percorrerlo fianco a fianco, sono i responsabili di Alis, l’associazione logistica dell’intermodalità sostenibile nata con l’obiettivo di mettere a sistema tutti gli operatori del mondo dei trasporti, e di Ricerca sul Sistema Energetico – Rse Spa, società controllata dal Gestore dei servizi energetiche ha come obiettivo lo sviluppo di attività di ricerca nel settore elettro-energetico. Continua a leggere

Federlogistica, così si naviga sulla cresta dell’onda nonostante lo “tsunami Covid-19”

Il decreto Semplificazione dev’essere l’occasione per completare l’attuazione della Riforma portuale eliminando diversi vincoli gestionali delle Autorità di sistema e dare finalmente attuazione allo Sportello unico doganale. A chiedere che questo possa avvenire  è il presidente nazionale di Conftrasporto-Federlogistica Luigi Merlo che in occasione dell’assemblea nazionale dei soci ha anche denunciato l’insufficienza delle misure adottate nel precedente decreto Rilancio che, ha detto Luigi Merlo, “non ha tenuto conto di alcune imprescindibili necessità del settore logistico”.  Ma l’assemblea è stata anche l’occasione per affrontare altri temi. Continua a leggere

Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico, il Tar rimette al comando Zeno D’Agostino

Il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico orientale Zeno D’Agostino dovrà essere reintegrato nel proprio incarico. Lo hanno stabilito i giudici del Tar del Lazio, accogliendo il ricorso presentato dallo stesso manager oltre che quello proposto dall’Autorità di sistema portuale stessa con il sostegno di Assoporti. Il Tar ha così spazzato via la destituzione da parte di Anac per “inconferibilità” rispetto a due incarichi: quello di presidente dell’AdSP di Trieste, appunto, nomina decisa con provvedimento del ministro delle Infrastrutture del novembre 2016, e quella, risalente all’anno prima, di presidente del CdA di Trieste Terminal Passeggeri. Continua a leggere

Acquistare bici e moto? Bene, ma lo Stato garantirà anche strade che non uccidono?

Favorire l’acquisto di bici, a pedalata muscolare o assistita, ma anche di scooter per “liberare le strade dal traffico è una buona manovra, ma quelle strade andrebbero rese sicure aggiustando le buche, che provocano un’altissima percentuale di incidenti e infortuni, e dotate di piste ciclabili. Per far viaggiare sempre più in sicurezza ciclisti e motociclisti e ciclisti, possibilmente dotati di accessori, non solo casco ma anche abbigliamento, in grado di proteggerli al massimo. E da acquistare , a loro volta, con incentivi. Parola di Paolo Magri, presidente di Confindustria Ancma, l’Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori, in un’intervista a stradafacendo.tgcom24.it in cui invita a considerare quanto sia importante il distanziamento sociale reso possibile dalle due ruote. Ma anche prendere le distanze da decisioni politiche “intaccate da cieca ideologia”. Continua a leggere

Gian Alberto Cerruti è il nuovo “comandante” dei giovani agenti marittimi di Genova

I giovani agenti marittimi di Genova hanno un nuovo “comandante”: è Gian Alberto Cerruti eletto presidente del gruppo per i prossimi due anni, affiancato dai vicepresidenti Giulia De Paolis, Simone Carlini e Lorenzo Giacobbe. Trentasei anni, Alberto Cerruti, chiamato a ricevere il testimone da Carolina Villa, ha iniziato la sua carriera nel 2007 nell’agenzia marittima Hanjin Italy, joint venture con il gruppo di famiglia, Gastaldi, fino al 2016. Dal 2016, sempre all’interno del gruppo Gastaldi, si è occupato della divisione liner RoRo e merci varie. Continua a leggere

Gnv: “E se ora si fermassero i traghetti, cosa potrebbe accadere al turismo italiano?”

E se ora si fermassero i traghetti  cosa accadrebbe al turismo italiano? È una domanda che potrebbe far correre dei brividi gelati lungo la schiena di milioni di operatori del settore quella che si è posto Matteo Catani, amministratore delegato di Grandi navi veloci, compagnia di traghetti che fa capo a Msc e che ogni anno trasporta due milioni di passeggeri, sulle pagine del Corriere della Sera. Una domanda che il manager ha rivolto dopo aver denunciato quella che ha definito “una situazione paradossale” creata da un Governo, quello guidato da Giuseppe Conte, che “ripetutamente sollecitato a intervenire, non ha fatto nulla” mentre “i governi di Paesi come Germania, Olanda, Gran Bretagna, Irlanda e Finlandia si sono mossi addirittura in maniera  proattiva  per sostenere il settore dello shipping, e quello dei traghetti in particolare”. Continua a leggere

Emilia Romagna motrice dell’Italia che viaggia verso un trasporto passeggeri più pulito

È l’Emilia-Romagna a fare da motrice per trainare l’Italia nel viaggio verso un trasporto pubblico sempre più sostenibile e meno inquinante. Un ruolo da protagonista confermato dall’entrata in servizio nella rete extraurbana di Forlì, città compresa, di sei nuovi autobus Scania Interlink alimentati a Lng, che hanno fatto il loro debutto sulle linee 156 Forlì-Ravenna, 126 Forlì-Cervia, 132 Forlì-Santa Lucia, 134 Forlì-Rocca San Casciano “trasportando” la regione all’avanguardia in Europa nel nuovo percorso d’innovazione all’insegna della sostenibilità. Continua a leggere

Nove ore per raggiungere in treno Roma dalla Liguria. Ma per i 5 Stelle va bene così

Nove ore per raggiungere in treno Roma dalla Liguria, compreso il tempo “perso” per un cambio. Una follia, per chi deve viaggiare per lavoro, ma evidentemente la “normalità” per qualcun altro. Come per esempio il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Roberto Traversi, finito nel “mirino” del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti per una sua visione probabilmente “distorta” della situazione viabilità in Liguria oltre che per alcuni suoi “suggerimenti” per aggirare possibili ostacoli ( che, peraltro, l’esponente grillino non sembra “vedere” come denuncia l’ex direttore di Studio Aperto e del Tg 4). Usando, per esempio, la rotaia…. Continua a leggere

Autoferrotranvieri, l’assegno del Fondo di solidarietà viaggia con un ritardo di tre mesi

Sono decine di migliaia i lavoratori autoferrotranvieri (e centinaia le aziende) che attendono invano dall’Inps da ormai tre mesi il pagamento dell’assegno ordinario, con causale Covid-19, previsto dal Fondo di Solidarietà per il sostegno del reddito del personale delle aziende di trasporto pubblico. A denunciarlo sono i responsabili dell’Anav, l’associazione del trasporto di passeggeri con autobus di Confindustria, ricordando di avere “più volte e in più sedi, insieme alle altre Associazioni, rappresentato la delicata situazione in cui si trovano le aziende e i lavoratori del settore in riferimento, appunto, al grave ritardo nel pagamento da parte dell’Istituto dell’assegno ordinario a favore dei dipendenti per i quali sono stati chiesti gli ammortizzatori sociali al Fondo di Solidarietà”. Continua a leggere

Zeno D’Agostino, il comandante dell’Autorità portuale affondato da un mare di burocrazia

È una vera e propria  ondata di proteste quella che a Trieste ha travolto la  decisione di destituire dall’incarico Zeno D’Agostino, presidente  dell’Autorità portuale di Trieste “colpito e affondato” da una  “sentenza” dell’Anac, l’associazione nazionale anti corruzione, perché “colpevole”, quando è stato designato all’Authority, “d’essere già presidente della società Trieste terminal passeggeri, di cui il porto di Trieste detiene il 40 per cento”. Un vero e proprio concentrato di malaburocrazia che ha visto praticamente tutta Trieste fare quadrato attorno al suo comandante, apprezzatissimo per il lavoro svolto negli ultimi anni. Continua a leggere