La portualità ha imboccato la rotta giusta? Mercoledì il convegno di Confcommercio a Napoli

La portualità in Campania tra criticità e aspettative di sviluppo. È questo il titolo del convegno organizzato da Confcommercio Campania in programma mercoledì 28 giugno nella sala Galatea della Stazione Marittima di Napoli. Attuare la riforma dei porti per includere l’Italia nelle rotte dei traffici internazionali e superare il divario digitale con i competitors per rendere ‘smart’ gli scali italiani. Sono questi gli obiettivi che le nuove Autorità di sistema portuale dovranno raggiungere nel più breve tempo possibile. Una sfida che coinvolge diversi porti italiani, compreso quello di Napoli. 

Continua a leggere

La legge in mare non è uguale per tutti? Sotto accusa i silenzi sugli extracomunitari a bordo

“Dicono che la legge sia uguale per tutti. Il dubbio è se valga anche per tutti. A chiederselo, a nome di tutti gli operatori del trasporto via mare riuniti in Fedarlinea, la principale associazione di rappresentanza delle compagnie di cabotaggio marittimo, è il direttore della stessa associazione, Pasquale Russo, dopo aver appreso, come si legge in un comunicato, che in una pubblica riunione il rappresentante di Confitarma avrebbe invitato i propri aderenti a non rispettare la disposizione secondo le quali le imprese devono comunicare alle Capitanerie di porto il numero dei lavoratori extracomunitari impiegati nelle navi italiane”. Continua a leggere

Treni sicuri? I soldi per le linee regionali ci sono. Delrio: “Già messi a disposizione 700 milioni”

Non è vero che non abbiamo messo a disposizione dei soldi per la messa in sicurezza delle linee ferroviarie regionali. Graziano Delrio rispedisce le accuse al mittente e, in occasione della firma dell’accordo tra Regione Umbria e Rfi per il potenziamento delle linee regionali, snocciola anche le cifre. “Abbiamo messo a disposizione 300 milioni subito con il Fondo di Sviluppo e Coesione per la sicurezza delle linee interconnesse e poi, nel dpcm, abbiamo messo altri 400 milioni per le linee isolate. Complessivamente sono 700 milioni a disposizione delle Regioni”.  Continua a leggere

Iva per i veicoli sui traghetti, Fedarlinea promuove il governo: “È la rotta giusta”

“È seguendo queste “rotte politiche” che il Governo può assicurare stabilità a un settore cruciale dell’economia italiana, che conta 13mila posti di lavoro e fa viaggiare ogni anno 30 milioni di passeggeri. Ed grazie a queste manovre che le imprese del settore potranno investire in nuove tecnologie per migliorare i servizi”. Con queste parole il presidente di Fedarlinea, Raffaele Aiello, ha commentato, evidentemente soddisfatto, l’approvazione da parte del Senato della disposizione che chiarisce la natura accessoria, rispetto al passeggero, del servizio di trasporto di veicoli. Continua a leggere

Bus senza aria condizionata, le cabine diventano un forno: due autisti svenuti a Roma

Fa troppo caldo. Chi usa i mezzi pubblici lo sa e lo constata sulla propria pelle quando l’aria condizionata è rotta. Ma le difficoltà non riguardano soltanto i passeggeri. Due autisti dell’Atac, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico a Roma, si sono sentiti male per il troppo caldo e sono stati portati al pronto soccorso in ambulanza. Come spiega ilmessaggero.it, il primo episodio si è verificato alle 18 di mercoledì, “quando un autista ha prima cominciato a respirare male, poi dopo aver accusato palpitazione ha perso conoscenza ed è svenuto. Soccorso dall’ambulanza, è stato portato al policlinico Tor Vergata dal quale è stato dimesso alle 5 del mattino”.  Continua a leggere

Un Rivale imbattibile? È quello fatto in casa: presentati i due ultimi nati di Abarth e Riva

La rivale non si ama. Si contrasta, si combatte, qualche volta si invidia. Ma questa Rivale, di nome ma non di fatto, è diversa. Riva e Abarth, due marchi d’eccellenza della nautica e dei motori, sono abituati a primeggiare. Così un Rivale se lo sono costruiti in casa. Nei giorni scorsi hanno infatti presentato due creazioni diverse tra loro, ma unite dal nome: quello firmato Riva si chiama 56′ Rivale e, come spiega il portale mareonline.it, è “un 56 piedi che celebra i 175 anni del marchio bergamasco, un marchio che si è sempre contraddistinto per l’eccellenza dei suoi esemplari e che per l’occasione non si è smentito”. La creazione presentata dal marchio di Fca Group è invece una serie speciale limitata, chiamata 695 Rivale, “una 500 ispirata a linee, colori e stilemi di 56’ Rivale”. Continua a leggere

A quando il prossimo incidente ferroviario? Conftrasporto lo chiede a chi promise: “Mai più”

“Mai più. Così iniziava l’intervento di qualche rappresentante del Governo dopo la tragedia avvenuta in Puglia nel 2016 che aveva provocato 27 morti e cinquanta feriti. Invece eccoci di nuovo a parlare di un incidente ferroviario che per fortuna questa volta non ha presentato un bilancio tragico come avvenuto pochi mesi fa: dieci feriti. Un bilancio fortunatamente lieve, mentre resta pesantissima la vergogna che dovrebbe provare un Paese nel quale nel terzo millennio ci sono ancora binari unici che coprono quasi il 50 per cento delle infrastrutture ferroviarie di collegamento”. Continua a leggere

Figli di un treno minore, per loro la sicurezza resta ancora bassa. Dieci feriti in uno scontro

“Sicurezza ferroviaria, nel 2016 record di vittime nella rete regionale”, titolava un paio di mesi fa un articolo pubblicato dal Sole 24 Ore ricordando come, “complice anche il drammatico incidente di luglio sulla Bari-Barletta, sui circa 2mila chilometri di reti locali interconnesse alla rete nazionale fosse stato registrato il numero più alto (44) di vittime, tra morti e feriti gravi, negli ultimi dieci anni”. Oggi sono ancora le “reti ferroviarie minori”, quelle dove non corrono i moderni Frecciarossa o Italo, ma spesso motrici e carrozzoni con decenni di vita malportati sulle spalle, a far registrare un nuovo incidente, a fornire la prova che, per i “figli di un treno minore” c’è ancora molto da fare per la sicurezza. Continua a leggere

Trieste e Duisburg navigano insieme sulla Via della Seta, siglato un accordo tra i due porti

Da Trieste alla Cina passando attraverso la Germania. Nei giorni scorsi il porto di Trieste e quello di Duisburg hanno sottoscritto un accordo di collaborazione strategica. In questo modo, spiega un comunicato stampa, “lo scalo giuliano e il porto situato alla confluenza di due delle maggiori vie navigabili d’Europa, il Reno e la Ruhr, uniscono le loro forze: il traffico merci via ferro tra le due città portuali potrà essere aumentato e i centri di logistica pianificati e predisposti secondo un progetto comune”. L’accordo è stato siglato da Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e da Erich Staake, presidente di Duisport.

Continua a leggere

Bianchi, la bicicletta entrata nella leggenda pedalando a tutta velocità per 130 anni

Ci sono mezzi di trasporto entrati nella leggenda, nomi di case costruttrici diventati sinonimo del prodotto stesso. Accade per molti miti delle quattro ruote, soprattutto se sportive, accade per le moto, ma succede anche per le due ruote spinte non dal motore ma dai muscoli di chi le guida. Eè il caso delle biciclette Bianchi, una leggenda che ha pedalato nella storia attraversando oltre 130 anni  durante i quali ha fatto sognare intere generazioni, milioni di appassionati di ciclismo ma anche semplici amanti della “pedalata”, magari in città, per andare al lavoro senza diventare schiavi dell’auto. Continua a leggere