Il pericolo corre a tutta velocità sulle rotaie italiane ma non ci sono i soldi per fermarlo

Il pericolo correva sulle rotaie ma non c’erano i soldi per fermarlo. Si può sintetizzare così quanto emerso dalle indagini della Procura della Repubblica di Trani sul violento scontro frontale tra due treni della Ferrotramviaria avvenuto sulle linee delle ferrovie Bari Nord, tra Andria e Corato, il 12 luglio dell’anno scorso, in cui morirono 23 persone e 51 rimasero ferite, alcune in modo grave. Lo scrivono gli stessi magistrati della Procura della Repubblica di Trani in una nota ,diffusa dalla Polizia di Stato, in cui si legge che “è stato accertato che nel corso degli anni si erano verificate numerose situazioni di pericolo, determinate da errori umani molto simili a quelli verificatisi il 12 luglio 2016, che avrebbero dovuto indurre la dirigenza a predisporre misure urgenti di riduzione e contenimento del rischio, quali l’installazione di un sistema di blocco elettrico automatico, la riduzione delle velocità dei treni e l’aumento della separazione temporale tra un convoglio e l’altro”, ma che purtroppo “queste misure non furono adottate per motivi economici, confidando nel futuro ammodernamento dell’intera linea ferroviaria e accettando, pertanto, nelle more di questo previsto ammodernamento, il rischio di un incidente”. Continua a leggere

Cara Ryanair, l’Italia non è più quella del ventennio fascista, i lavoratori hanno dei diritti

“Forse dovremmo spiegare a Ryanair che l’Italia non è più quella del ventennio fascista e che lo sciopero è un diritto riconosciuto dalla nostra Costituzione repubblicana, di cui possiamo eventualmente mandare una copia al signor O’ Leary per colmare eventuali sue sue lacune in materia. Ad affermarlo è stato Michele Meta, presidente della Commissione Trasporti della Camera dei deputati. Che ha detto di apprezzare gli investimenti internazionali e di volerli incoraggiare, nel caso del trasporto aereo anche con fondi pubblici, ma di non accettare di mettere in discussione i diritti dei lavoratori. Continua a leggere

Un ciclista morto ogni 32 ore, ma sono troppe le imprudenze e le regole non rispettate

In Italia muore un ciclista ogni 32 ore. Lo dicono i dati Istat che certificano un incremento degli incidenti mortali del 9,6 per cento in un anno. Utenti deboli che pagano un prezzo decisamente troppo alto sulle strade. Ma non sempre i ciclisti rispettano il Codice della strada tanto che Facile.it ha voluto indagare sulle imprudenze e sulle regole non rispettate da chi in città viaggia sulle due ruote. I dati emersi, spiega il portale, “tracciano il quadro di una lunga serie di gravi leggerezze, spesso pericolosissime”. Continua a leggere

Il traghetto per l’estate si prenota a Natale: sconti del 20 per cento con Grimaldi Lines

Nevica, fa freddo e fra pochi giorni è Natale. Eppure questo è il momento giusto per prenotare il traghetto per le vacanze estive. Grimaldi Lines ha infatti presentato la promozione “Buone Feste” che garantisce lo sconto del 20 per cento su tutti i collegamenti della compagnia con destinazione Sardegna, Sicilia, Spagna e Grecia. L’offerta, spiega la compagnia, è valida per le prenotazioni effettuate dall’11 dicembre a domenica 7 gennaio 2018 “ma con partenze tutto l’anno entro il 23 dicembre 2018 (escluse le partenze del 29 dicembre 2017 e del 2 gennaio 2018 sulla tratta Civitavecchia-Barcellona e viceversa)”. Continua a leggere

Napoli riparte da auto, moto e furgoni a noleggio. Anche elettrici e pagando solo l’energia usata

La smart mobility, ovvero la mobilità intelligente, può avere molti volti: da quello del noleggio a lungo termine fino alla possibilità di combinare la guida di auto elettriche con la possibilità di utilizzare le infrastrutture di ricarica Enel  e Ricaricar, che consente all’utente di pagare esclusivamente i chilometri percorsi secondo la formula pay per use. Volti di una nuova era della mobilità è pronta a partire anche da Napoli dove dall’unione tra ALD Automotive, leader mondiale dei servizi innovativi di mobilità, e il Gruppo Brasiello, azienda di riferimento per il mondo dell’assistenza e dell’autoriparzione e del noleggio, è nato il Centro base ALD,  un polo multiservizi che offre assistenza completa a chi deve scegliere e guidare auto, moto e furgoni. Continua a leggere

Tutte le novità dell’orario invernale di Trenitalia: aumentano le Frecce al mattino e alla sera

È entrato in vigore domenica 10 dicembre il nuovo orario invernale di Trenitalia, valido fino al 9 giugno 2018 con “più Frecce negli orari estremi del mattino e della sera”. A Roma il primo Frecciarossa da Milano arriva alle 8:29, a Venezia la prima Freccia da Roma arriva alle 9:08 e l’ultima Freccia da Milano per Bologna e Firenze parte alle 20:50. Lo annuncia Trenitalia che in una nota illustra tutte le novità. Oltre al potenziamento delle Frecce si arricchisce il servizio invernale di FrecciaLink (treno più bus) che permetterà di raggiungere anche la Val Gardena e la Val di Fassa, oltre a Cormayeur, Madonna di Campiglio e Cortina. Un’opportunità in più per chi vuole raggiungere le località sciistiche. Continua a leggere

Santa Lucia porterà i regali chiesti dai tassisti e dai noleggiatori con conducente?

Santa Lucia porterà in dono risposte concrete ai tanti problemi di tassisti e noleggiatori di auto con conducente? È quanto si augurano i rappresentanti delle due categorie convocati  proprio per il 13 dicembre dal ministero dei Trasporti del Tavolo del trasporto pubblico non di linea. “L’augurio è che la  riunione  abbia un approccio costruttivo per la definizione di un testo di decreto che salvaguardi le regole per la concorrenza nel mercato a tutela di tutti i lavoratori”, ha affermato il segretario nazionale della Uiltrasporti, Marco Verzari. “ “Abbiamo scelto la via del confronto per tracciare linee condivise di creazione di un sistema piu’ equilibrato e meglio regolato che tuteli taxi e ncc  e ci aspettiamo che il Governo dia concrete risposte e concorra a determinare le condizioni per arrivare a questo importante risultato”.

Formazione marittima, l’Italia ha 2 mesi di tempo per adeguarsi alle norme europee

L’Italia deve conformarsi alle norme  europee sui requisiti minimi di formazione per la gente di mare e ha due mesi di tempo per farlo. La  Commissione europea ha infatti sollecitato il nostro Paese, inviando  una lettera di costituzione in mora per “mancanza di conformita’ alle norme europee”,  affinché vengano rapidamente adottate misure correttive, in particolare per quanto riguarda l’elaborazione, la  revisione e l’approvazione dei programmi di istruzione e  formazione marittima; il riconoscimento dei certificati; la  certificazione e la convalida dei certificati di abilitazione  per gli ufficiali di macchina a livello dirigenziale; nonché  i requisiti per l’abilitazione.

Traffico merci, la Sicilia cambia rotta: spostare le navi dal porto di Palermo a Termini Imerese

Spostare buona parte del traffico merci dal porto di Palermo a quello di Termini Imerese. È questa la rotta indicata da Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale durante un forum organizzato dall’Italpress. “Dobbiamo far capire agli armatori che c’è una complementarietà in termini di merci tra Palermo e Termini Imerese, con una facilità: che appena esci da Termini sei su un’arteria viaria”, l’autostrada, “che ti collega con il resto della Sicilia, mentre a Palermo sei inchiodato dentro la città”, ha detto.  Continua a leggere

La moto va in vacanza per l’inverno, i consigli per non trovare brutte sorprese in primavera

Lavorano d’estate, tanto, e riposano d’inverno. È la storia di molte moto che con il bel tempo macinano chilometri, mentre con il freddo restano rintanate in garage. Ma durante questa meritata pausa l’amata due ruote ha bisogno di cure particolari, per non pagarne il prezzo in primavera, quando arriva il momento di rimettersi in sella. Exide Technologies, produttore leader di soluzioni per l’accumulo di energia elettrica, ha stilato un elenco di operazioni da fare prima di salutare la moto per l’inverno. Partendo dal serbatoio. Continua a leggere