Ecco la squadra del ministero dei Trasporti: saprà farli viaggiare diversamente dal passato?

Due “pezzi da novanta” della Lega, Edoardo Rixi e Armando Siri, e l’esponente del Movimento 5 Stelle Michele Dell’Orco: sono loro i nuovi sottosegretari che affiancheranno il ministro delle Infrastrutture e trasporti, Danilo Toninelli, nel difficilissimo lavoro che attende questo dicastero, alle prese con problemi colossali (basti pensare, per quanto riguarda le infrastrutture, al disastroso stato di manutenzione di migliaia di ponti e cavalcavia, non certo crollati per caso negli ultimi tempi, o ai porti italiani, come per esempio quello di Genova, penalizzati da collegamenti retroportuali fermi a decenni fa….) ma soprattutto con un problema “culturale” ancora più grave: l’incapacità a guardare agli interventi da progettare e compiere con una visione d’insieme, dove trasporti e logistica siano un tutt’uno e dove la programmazione e la pianificazione siano il punto di partenza obbligatorio per evitare di continuare a realizzare singole strutture in ambiti diversi (strade, ferrovie, porti e aeroporti, piattaforme logistiche….) completamente “scollegate” fra loro. Continua a leggere

Numero chiuso ai Tir al Brennero, le strade d’Italia e Germania si separano dall’Austria

Sono trascorsi più di cento giorni da quando i cittadini italiani hanno scelto chi avrebbe dovuto governare il Paese, ma ancora l’Esecutivo non è stato completato e le Commissioni parlamentari non sono insediate. A distanza di tre mesi e mezzo da quel voto gli elettori, che pur avevano indicato una maggioranza per il governo, si ritrovano a fare i conti con una guida politica “partita” solo dopo un estenuante confronto tra i partiti e che non si è rivelata utile per far partire l’attività parlamentare e di governo. Continua a leggere

Il ponte non crollerà sotto il peso dei maxi tir? È on line la mappa che dice dove possono viaggiare

A quasi due anni dal crollo del cavalcavia di Annone Brianza, in provincia di Lecco, che provocò la morte di un automobilista e il ferimento di altre sei persone qualcosa si muove nel settore dei trasporti eccezionali che, proprio in seguito a quel cedimento avvenuto mentre transitava un mega tir, è rimasto semiparalizzato: la Regione Lombardia ha infatti attivato sul proprio sito internet la piattaforma TE-online dedicata ai trasporti eccezionali con informazioni riguardati, per ora, i territori della città metropolitana di Milano e delle province di Como, Brescia, Lodi, Mantova, Monza e Brianza e Varese. L’iniziativa risulta di particolare importanza perché consente, in “diretta online” di gestire tutta la procedura autorizzativa (dalla domanda di rilascio all’acquisizione dei nulla osta/pareri, fino all’autorizzazione finale) sulla rete stradale regionale per la circolazione di veicoli eccezionali e trasporti in condizione di eccezionalità, nonché per le macchine operatrici eccezionali e le macchine agricole eccezionali. Continua a leggere

L’Austria “provoca” l’Italia bloccando i Tir al Brennero? “La ripagheremo con uguale moneta”

“Se l’Austria proseguirà nel suo atteggiamento provocatorio, confermando scelte adottate unilateralmente sul contingentamento dei Tir al Brennero e determinando così danni economici all’economia italiana, sia sul fronte del sistema produttivo sia su quello delle imprese di autotrasporto, chiederemo iniziative penalizzanti nei confronti del Governo austriaco”. Ad affermarlo è il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè che ha espresso il proprio apprezzamento per l’atteggiamento assunto dal ministro dei Trasporti Danilo Toninelli. Continua a leggere

Blocchi al traffico inaccettabili al Brennero. “L’Austria così danneggia l’Italia due volte”


Non sono accettabili blocchi unilaterali  del traffico che danneggiano sia l’ambiente sul versante italiano sia i fatturati delle imprese nostrane. Si tratta di divieti non concordati che appaiono peraltro in contrasto con lo spirito delle intese del vertice di Monaco e con il principio di libera circolazione delle merci che informa il diritto della Ue. L’Italia e’ in primissima linea dal punto di vista dello sforzo economico, in ottica multimodale di trasferimento progressivo del traffico dalla gomma al ferro. E ci aspettiamo che il governo austriaco riconosca questo impegno”. Continua a leggere

Brenner Meeting: “Il ministro Toninelli a Bolzano deve fermare le manovre fuorilegge dell’Austria”

“Il ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture Danilo Toninelli  intervenga con decisione nei confronti del Governo austriaco”. A lanciare l’appello, alla vigilia del Brenner Meeting, l’incontro tra i ministri dei Trasporti dei Paesi che insistono lungo l’asse del Brennero in programma martedì 12 giugno a Bolzano , è il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè denunciando come  l’Austria -stia “lavorando da tempo per ostacolare, in assenza di alternative efficienti, il superamento dell’arco alpino, attraversato da 200milioni di tonnellate all’anno per un valore pari a 524 miliardi di euro. Continua a leggere

Limiti ai Tir in Tirolo, il ministro dei trasporti austriaco Hofer ha problemi con la traduzione?

“Forse il ministro dei trasporti austriaco, Norbert Hofer, ha problemi di traduzione, o forse, in maniera un po’ arrogante,  si è lasciato andare a interpretazioni fantasiose: resta il fatto che il pronunciamento della commissaria europea ai trasporti, Violeta Bulc, sul contingentamento dei Tir in Tirolo è molto chiaro”. Ad affermarlo è il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto, Paolo Uggè, che ha immediatamente replicato alle dichiarazioni rilasciate dall’esponente politico austriaco secondo il quale il contingentamento dei Tir in Tirolo “non è in contrasto con le direttive europee, come confermato recentemente dalla Commissione europea”. Continua a leggere

Caso Brennero, la Germania lascia che il Tirolo vada da solo per la propria strada

La Germania “abbandona a se stesso” il Tirolo sul caso Brennero? Verrebbe da pensarlo a giudicare dalla decisione di Berlino di non partecipare al vertice sul traffico lungo l’asse del Brennero in programma il 12 giugno a Bolzano. Una decisione che il governatore tirolese Guenther Platter ha definito “una caduta di stile”, spiegando che “non ci si comporta così tra vicini” e accusando la Germania di non essere interessata realmente a un trasferimento del traffico pesante su rotaia. Continua a leggere

Europa, serve altro per fermare la concorrenza sleale di chi taglia i costi nei trasporti

C’è chi ha parlato di una manovra destinata a far fare “retromarcia” ai diritti degli autotrasportatori che lavorano nell’Unione Europea e chi, alzando i toni, l’ha definita addirittura una “legalizzazione del dumping sociale”. Di certo il pacchetto approvato il 4 giugno scorso dalla commissione Trasporti dell’Ue non ha soddisfatto il mondo dell’autotrasporto, come conferma il documento sottoscritto dai rappresentanti delle maggiori federazioni europee degli autotrasportatori che hanno chiesto all’Europa ulteriori provvedimenti. In particolar modo proprio per contrastare il dumping sociale, ovvero l’insieme di tutte quelle “manovre” abusive che consentono di far accelerare lo sviluppo di una concorrenza sleale, attraverso una riduzione illegale dei costi operativi e legati alla manodopera dando luogo a violazioni dei diritti dei lavoratori e al loro sfruttamento. Continua a leggere

Ore 8, la lezione di trasporti e logistica si fa nelle aziende studiando dal vivo tir, muletti, carichi…

Il progetto realizzato da Conftrasporto con il ministero della Pubblica istruzione per avvicinare sempre più il mondo della scuola e quello del lavoro, aprendo strade verso una carriera professionale nel settore dei trasporti e della logistica, continua a veder partire nuove iniziative concrete. L’ultima, in ordine di tempo, ha preso il via nel milanese dove 17 ragazzi dell’Istituto Benini di Melegnano hanno iniziato lo stage che li vedrà impegnati per tre settimane nel percorso di alternanza scuola / lavoro, facendo “lezioni pratiche” in alcune aziende del Milanese (Massimiliano Mezzapesa, Ferrari Eugenio, Capozi, Grillo Antonino, Gruppo Valente, Trial, Trasporti Laera, Eurodifarm, Ferrari Aldo, Tirso – Logistica Mediterranea, Pallet Express, Vercesi), oltre che direttamente nelle sedi dell’associazione provinciale di Milano-Lodi-Monza Brianza e negli uffici di Fai Service di via Bacchiglione a Milano. Continua a leggere