Ricaricare i veicoli elettrici sarà più facile. La Sardegna diventa più “verde” per il G7 trasporti

Quindici milioni di euro per “fare della Sardegna una regione sempre più ‘verde’ e sempre più sostenibile e all’avanguardia, sia in Italia sia in Europa”. Nella settimana in cui l’isola ospita il G7 Trasporti, la Regione ha annunciato di aver dato il via libera al Programma di integrazione della mobilità elettrica. “Ci sono i soldi, ci sono le idee e soprattutto c’è un potenziale enorme, anche sotto il profilo delle ricadute economiche, che si affianca allo scopo principale, cioè la riduzione drastica delle emissioni di CO2”, spiega una nota della Regione. Continua a leggere

Un Gran Premio sulle strade di Roma, il circuito dell’Eur inserito nel calendario della Formula E

Il Gran Premio di Roma è realtà. Sabato 14 aprile 2018 sulle strade della capitale si correrà la settima prova del mondiale di Formula E 2017-2018, il campionato riservato alle monoposto elettriche. L’ePrix di Roma vedrà al via venti piloti di dieci scuderie che battaglieranno sul circuito cittadino disegnato all’interno del quartiere Eur. Roma si aggiunge così ad altre capitali che ospitano questo campionato. Continua a leggere

Treni sicuri? I soldi per le linee regionali ci sono. Delrio: “Già messi a disposizione 700 milioni”

Non è vero che non abbiamo messo a disposizione dei soldi per la messa in sicurezza delle linee ferroviarie regionali. Graziano Delrio rispedisce le accuse al mittente e, in occasione della firma dell’accordo tra Regione Umbria e Rfi per il potenziamento delle linee regionali, snocciola anche le cifre. “Abbiamo messo a disposizione 300 milioni subito con il Fondo di Sviluppo e Coesione per la sicurezza delle linee interconnesse e poi, nel dpcm, abbiamo messo altri 400 milioni per le linee isolate. Complessivamente sono 700 milioni a disposizione delle Regioni”.  Continua a leggere

AAA lavoro offresi nel settore dell’autotrasporto. La guida ai corsi per diventare più qualificati

“Con un mercato del lavoro sempre più frammentato e precario, l’annuncio di assunzioni a tempo indeterminato fa notizia. Ancora di più in un mondo come l’autotrasporto e i servizi logistici alle imprese dove necessitano due elementi importanti per crescere e rilanciarsi: infrastrutture e personale con competenze specifiche. Ma il rispetto delle regole, dei contratti e la concorrenza leale sono ormai una rarità. Oggi parliamo infatti di lavoro e purtroppo i buoni propositi si scontrano con il problema principale: trovare le figure professionali necessarie. Sembrerà paradossale, ma i giovani italiani non sembrano attratti da un lavoro che può svolgersi sia in ambito locale, che nazionale o internazionale. Le imprese di autotrasporto offrono buoni stipendi, formazione, sicurezza; insomma, il “mitico” posto fisso e ben pagato, che è diventato ormai un mito quasi irraggiungibile in altri settori! Tutti argomenti che, di questi tempi, dovrebbero fare gola ai giovani”. Lo scrive Fai Brescia in un comunicato con il quale fa il punto della situazione sulle opportunità di lavoro nel settore con le aziende “alla continua ricerca sia di autisti sia di impiegati addetti all’organizzazione dei trasporti con conoscenza di lingue straniere, nonché di responsabili di magazzino”. Continua a leggere

L’autovelox vi pizzica oltre il limite di velocità? Se la notifica è in ritardo non si paga la multa

90 giorni. Non uno di più. Le multe per eccesso di velocità notificate oltre questo termine sono sempre illegittime e non vanno pagate. Non è importante la data in cui gli accertatori hanno visionato il filmato dell’autovelox, ma è determinante soltanto il giorno della violazione del Codice della strada. Il Tar della Lombardia, con la sentenza numero 1267/2017 del 7 giugno, ha infatti chiarito “che la lettura dell’articolo 201 del Codice della strada deve portare indubbiamente a ritenere che il dies a quo per il computo del termine fissato per la notifica dei verbali con i quali vengono accertate le violazioni del medesimo codice decorrono dalla data della commessa infrazione”, spiega Studiocataldi.it.  Continua a leggere

L’autista modello ha 92 anni e non ha mai preso multe. La storia di Pietro e della sua 127

Ci sono anziani che al volante sono decisamente pericolosi. Come l’ottantunenne che la scorsa settimana ha provocato un frontale mentre viaggiava in autostrada contromano (clicca qui per leggere l’articolo di Stradafacendo). Ma ci sono anche altri anziani, guidatori perfetti che possono vantare un curriculum invidiabile. È il caso di Pietro Del Vecchio, 92 anni e una patente immacolata nel portafogli.  Continua a leggere

Iva per i veicoli sui traghetti, Fedarlinea promuove il governo: “È la rotta giusta”

“È seguendo queste “rotte politiche” che il Governo può assicurare stabilità a un settore cruciale dell’economia italiana, che conta 13mila posti di lavoro e fa viaggiare ogni anno 30 milioni di passeggeri. Ed grazie a queste manovre che le imprese del settore potranno investire in nuove tecnologie per migliorare i servizi”. Con queste parole il presidente di Fedarlinea, Raffaele Aiello, ha commentato, evidentemente soddisfatto, l’approvazione da parte del Senato della disposizione che chiarisce la natura accessoria, rispetto al passeggero, del servizio di trasporto di veicoli. Continua a leggere

Bus senza aria condizionata, le cabine diventano un forno: due autisti svenuti a Roma

Fa troppo caldo. Chi usa i mezzi pubblici lo sa e lo constata sulla propria pelle quando l’aria condizionata è rotta. Ma le difficoltà non riguardano soltanto i passeggeri. Due autisti dell’Atac, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico a Roma, si sono sentiti male per il troppo caldo e sono stati portati al pronto soccorso in ambulanza. Come spiega ilmessaggero.it, il primo episodio si è verificato alle 18 di mercoledì, “quando un autista ha prima cominciato a respirare male, poi dopo aver accusato palpitazione ha perso conoscenza ed è svenuto. Soccorso dall’ambulanza, è stato portato al policlinico Tor Vergata dal quale è stato dimesso alle 5 del mattino”.  Continua a leggere

Panico in autostrada, un anziano contromano sull’A7 provoca un incidente frontale: tutti illesi

Trovarsi un’auto di fronte, contromano, mentre ci si trova nella corsia di sorpasso di un’autostrada non è piacevole. Fare un frontale ancora meno. È quello che è successo ieri pomeriggio sulla A7. Un automobilista di 81 anni è entrato in autostrada a Busalla, vicino Genova, imboccando la svincolo in direzione Milano, ma poi ha svoltato a sinistra immettendosi contromano e viaggiando in direzione Genova. Dopo pochi metri l’anziano si è schiantato frontalmente con un’auto di grossa cilindrata che stava arrivando sulla corsia di sorpasso.  Continua a leggere

A Firenze c’è il primo parcheggio in autostrada. Il centro della città si raggiunge con la tramvia

Si potrà parcheggiare l’auto in autostrada, prendere la tramvia e raggiungere il centro di Firenze in meno di mezz’ora. Nei giorni scorsi è stato inaugurato a Scandicci il parcheggio multimodale di Villa Costanza, la prima struttura che consente la sosta direttamente dall’autostrada per poi prendere un mezzo pubblico e raggiungere una città. Il parcheggio è suddiviso in due aree, una riservata a chi arriva dall’autostrada e l’altra per chi proviene da Scandicci, ed entrambe consentono l’accesso pedonale alla tramvia per il centro di Firenze.  Continua a leggere