Per i camionisti una sosta di salute sulla A22: controlli gratuiti per fermare i colpi di sonno

#nonmoriredisonno. Un hashtag semplice e chiaro, che dà immediatamente l’idea di quello che vuole fare la campagna di sensibilizzazione lanciata da Autostrada del Brennero per prevenire i colpi di sonno al volante. Con #nonmoriredisonno, Autostrada del Brennero desidera sensibilizzare “gli utenti su un problema diffuso: la sonnolenza alla guida”, spiega una nota. Dopo la guida in stato di ebbrezza, “il cosiddetto “colpo di sonno” rappresenta la principale causa di incidenti” ed è spesso correlato a una malattia chiamata “Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno – Osas”. La campagna prevede una particolare attenzione dedicata agli autotrasportatori, che potranno farsi controllare gratuitamente. Continua a leggere

La manovrina rimetterà sulla strada giusta l’autotrasporto? Per Anita e Confindustria sì

La “Manovrina” ha introdotto “misure che, pur essendo a costo zero per lo Stato, rappresentano un incentivo concreto allo sviluppo dell’intermodalità e favoriscono l’operatività quotidiana delle imprese”. Lo ha detto il presidente di Anita, Thomas Baumgartner, che “esprime soddisfazione” per la conversione in legge della cosiddetta manovrina che contiene, si legge in una nota di Anita, “significative novità anche nel settore dell’autotrasporto, tra cui misure per contrastare la concorrenza sleale e favorire la lotta all’abusivismo, lo snellimento di alcuni oneri amministrativi, i fondi a favore dell’intermodalità e ulteriori stanziamenti per le riduzioni compensate dei pedaggi autostradali e interventi a sostegno della sicurezza stradale”.  Continua a leggere

Noemi e una Fiesta entrano nel Guinness World Record con nove concerti in un giorno

È stata davvero una Fiesta, con un giorno intero di concerti in zone diverse del Paese. Con sul palco sempre la stessa artista, Noemi, che è riuscita a far scrivere il suo nome tra quelli presenti nell’elenco dei primati mondiali del Guinness World Record. La sfida, vinta, era quella di fare nove concerti della durata di 15 minuti in meno di dodici ore, ognuno ad almeno 50 chilometri di distanza l’uno dall’altro.  Continua a leggere

Fare il pieno di carburante alternativo sul posto di lavoro. L’esempio di Scania arriverà anche in Italia?

Fare il pieno sul posto di lavoro è un sogno di molti. Un sogno che diventerà realtà per i dipendenti di Scania impiegati nella sede di Södertälje, in Svezia, che avranno a disposizione una stazione di servizio di carburante da fonti rinnovabili Hvo (olio vegetale idrotrattato) per rifornire le proprie vetture. Il progetto coinvolge più di duemila auto aziendali. “L’approccio di Scania alla sostenibilità è radicato nei valori fondanti dell’azienda e va ben oltre l’offerta di prodotti e servizi. Dal 2015, l’HVO è entrato a far parte dei carburanti alternativi idonei ad alimentare i nostri veicoli industriali. È estremamente positivo che ora, grazie al suo utilizzo per le nostre autovetture aziendali, possiamo contribuire a incrementare l’adozione di questo carburante da fonti rinnovabili”, ha evidenziato Kent Conradson, Executive Vice President e Head of Human Resources di Scania. Continua a leggere

La portualità ha imboccato la rotta giusta? Mercoledì il convegno di Confcommercio a Napoli

La portualità in Campania tra criticità e aspettative di sviluppo. È questo il titolo del convegno organizzato da Confcommercio Campania in programma mercoledì 28 giugno nella sala Galatea della Stazione Marittima di Napoli. Attuare la riforma dei porti per includere l’Italia nelle rotte dei traffici internazionali e superare il divario digitale con i competitors per rendere ‘smart’ gli scali italiani. Sono questi gli obiettivi che le nuove Autorità di sistema portuale dovranno raggiungere nel più breve tempo possibile. Una sfida che coinvolge diversi porti italiani, compreso quello di Napoli. 

Continua a leggere

In Italia l’Rc auto più cara d’Europa? Il divario con Francia e Germania è di 140 euro

In Italia l’assicurazione Rc auto costa in media 140 euro in più rispetto a quanto si paga in Francia, Germania e Spagna, ma “il divario si è ristretto rispetto agli oltre 260 euro del 2011 e ai quasi 190 dello scorso anno”. Lo ha spiegato il presidente dell’Ivass, Salvatore Rossi, presentando la relazione annuale sull’attività svolta dall’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni nel 2016. Secondo Rossi “il risultato moderatamente negativo nei premi incassati è dipeso innanzitutto dai prezzi. Cinque anni consecutivi di riduzione del prezzo medio hanno portato quest’ultimo, nel quarto trimestre del 2016, a 420 euro per un’automobile a uso privato”.  Continua a leggere

G7 Trasporti, adottata la dichiarazione congiunta sul valore sociale delle infrastrutture

Si è concluso con l’adozione della dichiarazione congiunta sul valore sociale delle infrastrutture il G7 Trasporti che si è svolto a Cagliari il 21 e il 22 giugno. Il documento, spiega una nota del Ministero dei Trasporti, “sottolinea il valore strategico degli investimenti in progetti infrastrutturali di alta qualità ed innovazione come strumento per il sostegno alla crescita economica, riconoscendone il valore sociale per garantire la crescita del benessere collettivo e facilitare l’accesso ai servizi per la salute e l’educazione, agevolando l’integrazione delle persone e riducendo il rischio di esclusione sociale”.  Continua a leggere

L’ambulanza è senza paziente? A Roma viene caricato uno scooter: sospeso un infermiere

Per i più ironici “aveva la pressione bassa”, per molti altri è solo l’ennesimo scandalo. A Roma uno scooter è stato caricato su un’ambulanza dell’Ares 118, l’agenzia regionale per l’emergenza sanitaria, come se fosse un paziente da soccorrere. L’immagine pubblicata dalla pagina Facebook Welcome to favelas ha immediatamente fatto il giro del web, tra ironia e molte polemiche.  Continua a leggere

Airbag difettosi, Takata verso il fallimento. Da inizio anno ha perso oltre il 70 per cento in Borsa

Lo scandalo airbag sta mettendo fine alla storia della Takata. L’azienda giapponese che detiene circa il 20 per cento della quota del mercato mondiale sta crollando in Borsa. A Tokio ieri il titolo ha perso il 24,7 per cento e la diminuzione dall’inizio dell’anno è di oltre il 71 per cento. Ora molti si attendono l’annuncio della richiesta di fallimento.  Continua a leggere

La mobilità per lavoro causa il 40 per cento delle vittime: in Europa muoiono 28 persone al giorno

Ventotto persone al giorno, più di 10mila all’anno, hanno perso la vita in un incidente stradale verificatosi durante gli spostamenti sul lavoro o nel tragitto tra casa e il luogo di lavoro. Lo rileva il nuovo rapporto dell’European Transport Safety Council (Etsc) sulla sicurezza stradale nell’Unione europea. Durante la mobilità legata al lavoro ci sono stati incidenti che hanno provocato circa il 40 per cento delle 25.671 vittime europee degli incidenti stradali nel 2016. Continua a leggere