Christmas tour 100 per cento elettrico: il regalo più ecologico a Babbo Natale l’ha fatto Volvo

Nell’era della mobilità sostenibile quale regalo migliore fare a Babbo Natale di una “slitta” capace di consegnare il tutta Italia un messaggio importante come quello di non inquinare? A fare il preziosissimo dono  al vecchio signore dalla barba bianca che la notte di Natale scende attraverso i camini nelle case per portare doni ai bambini più bravi sono stati i responsabili di Volvo organizzando un Christmas tour 100 per cento elettrico. Un progetto ideato con due partner d’eccellenza, Coca-Cola e ABB, e realizzato allestendo un Real Magic Village itinerante a bordo del “piccolino” della gamma di veicoli full electric di casa Volvo, l’FL Electric, già disponibile sul mercato. Un tour che partirà il prossimo 7 dicembre e viaggerà lungo tutto lo stivale toccando alcune delle principali città consentendo a grandi e piccini di rivivere la magia del Natale all’interno del Real Magic Village ma permettendo an che contemporaneamente ai più grandi di scoprire il Volvo FL Electric mezzo scelto per trasformarsi in moderna slitta, trainato da ben 272 cavalli invece che dalle tradizionali quattro renne, per la sua silenziosità e versatilità nell’ambito urbano, per la maneggevolezza e fluidità alla guida. Un mezzo perfetto per la consegna rapida dei regali di Natale, capace di trasportarne in un solo viaggio fino a 16,7 tonnellate grazie alla potenza fornita dalle quattro batterie. “Siamo fieri e orgogliosi di questo progetto perché rispecchia appieno la nostra mission di sostenibilità e rispetto dell’ambiente nel settore dell’autotrasporto che da sempre ci caratterizza”, ha affermato Giovanni Dattoli, managing director di Volvo Trucks Italia. “Essere al fianco di Coca-Cola e ABB in un tour a bordo del nostro gioiello di punta ci consentirà di amplificare il messaggio, perché la condivisione è fatta anche di questo, di valori sociali e ambientali, ma anche di collaborazioni tra aziende, di omogeneità di pensiero e, di visione di un mondo migliore”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *