Il grazie ai camionisti per quanto hanno fatto nell’emergenza Covid-19 arriva con uno spot in tv

C’è voluto quasi un anno, ci sono volute migliaia di segnalazioni di autotrasportatori trattati come “appestati” dalla committenza, senza neppure poter andare in bagno a lavarsi le mani o alla macchinetta a prendere un caffè, c’è voluto il tam tam di una protesta e di una rabbia mai del tutto sopite, di una “voglia” da parte di molti autotrasportatori di dire basta, di spegnere i motori dei propri camion e lasciare che fossero loro, i “signori della politica” a rifornire i negozi, le stazioni di servizio di carburanti, gli ospedali e le farmacie. … Ma alla fine il ringraziamento alla categoria è arrivato, sotto forma di uno spot Continua a leggere

Gruppo Grimaldi, il trasporto merci via mare segue sempre più la rotta verso la sostenibilità

Anno nuovo nave nuova. Accade per il Gruppo Grimaldi che inizia il 2021 con la consegna della Eco Barcellona, nuova nave destinata al trasporto merci rotabili nel Mediterraneo sulle rotte fra Italia e Spagna che collegano i porti di Livorno e Savona con quelli di Barcellona e Valencia. Una nuova nave che segue la rotta della sostenibilità tracciata dal gruppo Grimaldi: la Eco Barcellona, tra le più grandi al mondo per il trasporto marittimo di corto raggio, è infatti la seconda delle 12 navi ibride della nuova classe Green 5th Generation commissionate al cantiere cinese Jinling di Nanjing. Continua a leggere

“Austria fuori dall’Europa”: Conftrasporto sferra l’attacco per difendere la libera circolazione

“Dato che gli austriaci disconoscono il principio della libertà di circolazione tra i Paesi dell’Unione Europea, sancita da un accordo da loro stessi sottoscritto, non vedo per quale motivo debbano continuare a farne parte”. È un messaggio che non lascia adito a dubbi o interpretazioni quello lanciato dal presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè in risposta alle restrizioni imposte dall’Austria che a partire da  gennaio 2021 di fatto vietano il transito notturno dei Tir italiani al Brennero, compresi quelli meno inquinanti in assoluto, gli Euro6. Continua a leggere

Il trasporto indica la via per superare i problemi, la politica non è neppure capace di seguirla

Deluso, incredulo, arrabbiato, a dispetto di una personalità, invece di norma, dinamica e perfino audace. Sono tutti negativi gli aggettivi che vengono in mente a Stefano Quarti, giovane amministratore delegato della Gi.Ma.Trans, l’azienda di trasporti di famiglia con sede a Pozzo d’Adda, al confine fra la provincia di Bergamo e quella di Milano, per definire il proprio stato d’animo nei confronti della “politica che non fa”, di chi “nonostante la necessità d’intervenire sia evidente, sotto gli occhi di tutti, non lo fa lasciando che le cose continuino così come sono. Anche quando questo significa creare le condizioni perché la situazione possa solo peggiorare. Magari inquinando l’aria (già gravemente ammalata) Continua a leggere

Patente di legalità: l’impresa di trasporti che la possiede garantisce clienti e collaboratori

Sono pochissime le imprese di autotrasporto in Italia che hanno ottenuto dal Garante per la concorrenza di mercato il “rating di legalità”, un  importante riconoscimento che si inquadra nel programma di qualificazione aziendale a con l’obiettivo di garantire la propria clientela, e i collaboratori diretti ed indiretti. Una sorta di “patente di professionalità affidabilità e trasparenza” per  promuovere ” principi etici nei comportamenti aziendali, realizzato nel 2012 dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato  con i ministeri della Giustizia e dell’Interno,per le imprese operanti nel territorio nazionale con fatturato sopra i 2 milioni di Euro che rappresenta un “valore aggiunto” di cui si tiene conto in sede di concessione di finanziamenti pubblici da parte delle pubbliche amministrazioni, nonché in sede di accesso al credito bancario. Continua a leggere

Italtrans, il Polo logistico dove le merci viaggiano nel futuro attrae l’attenzione di tutto il mondo

I  poli si attraggono. Basta prendere una calamita e avvicinare le due estremità, facendo attenzione che siano uno positivo e uno negativo, per scoprirlo. Per scoprire invece che un polo logistico può esercitare un’attrazione magnetica su chiunque, senza che sia “opposto”, basta andare a Calcio, in provincia di Bergamo, dove è stato realizzato uno degli interventi più importanti non solo sul territorio, ma a livello italiano  e internazionale.  Una struttura logistica dal fascino semplicemente magnetico, capace di attrarre l’attenzione delle più importanti aziende mondiali. Una vera e propria “città della logistica”, sorta grazie a un investimento di oltre 100 milioni di euro, che si estende su un’area di 360mila metri quadrati, con una superficie operativa di  circa 150mila, capace di dare lavoro a oltre 800 persone, realizzata dalla famiglia Bellina (alla guida della Italtrans Spa con Germano e Claudio Bellina insieme a Laura Bertulessi, moglie di Claudio), che ha fatto da apripista ad altre realizzazioni.  Continua a leggere