Trieste separa la Germania dalla Cina seguendo la via della Seta e non la Belt and Road.

“L’intesa con la “tedesca Hhla di Amburgo, forse primo porto ferroviario del mondo, è un’ottima soluzione per non rinunciare alla Via della Seta. E sottolineo Via della Seta e non Belt and Road perché nella prima, corridoio trasportistico deciso dal mercato e non pianificato da nessuno che propone una soluzione europea, Trieste e Amburgo non sono soggetti passivi come accade quando si entra nella seconda, un progetto cinese, ma sono soggetti propositivi che accettano la sfida”. A separare nettamente le due nuove “strade” destinate a collegare i mercati del futuro è il presidente dell’Autorità portuale di Trieste, Zeno D’Agostino, Continua a leggere

Dateci un camion e gli faremo sollevare e trasportare qualsiasi merce…

Datemi una leva e solleverò il mondo, avrebbe detto un giorno di molti secoli fa Archimede di Siracusa, matematico e inventore greco. Dateci un camion e gli faremo sollevare e trasportare qualsiasi merce, potrebbero oggi tranquillamente affermare i componenti della famiglia Ubiali, da quattro generazioni al volante dell’azienda nata per produrre carri da trasporto in legno “a trazione animale” e cresciuta fino a diventare una delle imprese di riferimento non solo in tutta Italia ma in Europa per l’allestimento, oltre che per la riparazione, di veicoli industriali. Continua a leggere

Piattaforma Logistica Trieste, la Germania acquisisce la maggioranza del terminal

Parlerà tedesco il terminal multifunzionale Piattaforma Logistica Trieste all’interno del porto triestino. La società tedesca Hamburger Hafen und Logistik AG (Hhla) ha infatti siglato un accordo per acquisire la maggioranza, precisamente il 50,01 per cento, del terminal all’interno della zona franca di Trieste su una superficie complessiva di 28 ettari con la parte settentrionale adibita prevalentemente ai traffici di sbarco e imbarco di merci varie e ai servizi logistici mentre nella zona meridionale è in costruzione il nuovo cuore del terminal progettata per la movimentazione di container e roll-on/roll-off. Continua a leggere

Scania V8 da 770 cavalli: il motore che volle farsi re è pronto per la corona da imperatore

Per un grande racconto serve un grande narratore. Per ripercorrere la storia dello Scania V8, l’indiscusso re della strada pronto a debuttare, dopo oltre 50 anni di vita e miliardi di chilometri percorsi, nella sua versione di punta da 770 cavalli, la casa costruttrice svedese ha deciso di puntare su una delle”voci” (oltre che dei volti) più popolari: quelli di un signore abituato, quando “racconta” i motori, a veder i telespettatori mettersi “in piedi sul divano”: Guido Meda, indiscusso re delle telecronache di Moto Gp. È stato a lui che Scania ha chiesto di presentare un motore che, parafrasando  Rudyard Kipling, “volle farsi re della strada” ed è ormai pronto  per indossare la corona d’imperatore, ultimo nato di una dinastia regale Continua a leggere

Caso autostrade: “I fatti dimostrano che la soluzione annunciata dal Governo non c’era”

“Una grave ingenuità da parte del Governo”. Così Sestino Giacomoni, presidente della Commissione di vigilanza su Cassa depositi e prestiti, ha definito la decisione dell’Esecutivo di annunciare mesi fa di avere una soluzione per Autostrade “quando i fatti dimostrano che questa soluzione non c’era”. “L’avvio del processo di dismissione, a condizioni di mercato, della partecipazione in Aspi testimonia la ferma volontà di Atlantia di chiudere positivamente l’accordo transattivo con il Governo”, ha aggiunto Sestino Giacomoni, “ma il Governo avendo condizionato tale accordo alla vendita della stessa Aspi a Cdp, che nella mente di qualcuno voleva dire statalizzare autostrade, ha fatto solo una inutile e fastidiosa forzatura. Continua a leggere

Pronto intervento imprese Sos autotrasporto: per far ripartire, facendo rete, il settore

Rendere (o più semplicemente mantenere) competitiva un’azienda di trasporto italiana su un mercato sempre più difficile rappresentava una vera impresa già prima della pandemia da Coronavirus. Figuriamoci oggi (e in futuro) con la situazione lavorativa, economica e finanziaria aggravata enormemente dal lockdown e dal fermo di moltissime attività che ne è derivato e che, in molti settori, non lascia prevedere quando potranno ripartire. Un’ impresa diventata difficilissima anche per moltissime aziende di autotrasporto, a meno di percorrere nuove strade. Per esempio quella indicata da “Pronto intervento imprese Sos autotrasportatori”, la nuova iniziativa realizzata da Fai (Federazione autotrasportatori italiani) di Milano Continua a leggere

Italtrans, il Polo logistico dove le merci viaggiano nel futuro attrae l’attenzione di tutto il mondo

I  poli si attraggono. Basta prendere una calamita e avvicinare i due poli, facendo attenzione che siano uno positivo e uno negativo, per scoprirlo. Per scoprire invece che un polo logistico può esercitare un’attrazione magnetica su chiunque, senza che sia “opposto” , basta andare a Calcio, in provincia di Bergamo, dove è stato realizzato uno degli interventi più importanti non solo sul territorio, ma a livello italiano  e internazionale.  Una struttura logistica dal fascino semplicemente magnetico, capace di attrarre l’attenzione delle più importanti aziende mondiali. Una vera e propria “città della logistica”, sorta grazie a un investimento di  oltre 100 milioni di euro, che si estende su un’area di 360mila metri quadrati, con una superficie operativa di  circa 150mila, capace di dare lavoro a oltre 800 persone, realizzata dalla famiglia Bellina (alla guida della Italtrans Spa con Germano e Claudio Bellina insieme a Laura Bertulessi nella foto, moglie di Claudio), che ha fatto da apripista ad altre realizzazioni.  Continua a leggere

Patente di legalità: l’impresa di trasporti che la possiede garantisce clienti e collaboratori

Sono pochissime le imprese di autotrasporto in Italia che hanno ottenuto dal Garante per la concorrenza di mercato il “rating di legalità”, un  importante riconoscimento che si inquadra nel programma di qualificazione aziendale a con l’obiettivo di garantire la propria clientela, e i collaboratori diretti ed indiretti. Una sorta di “patente di professionalità affidabilità e trasparenza” per  promuovere ” principi etici nei comportamenti aziendali, realizzato nel 2012 dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato  con i ministeri della Giustizia e dell’Interno,per le imprese operanti nel territorio nazionale con fatturato sopra i 2 milioni di Euro che rappresenta un “valore aggiunto” di cui si tiene conto in sede di concessione di finanziamenti pubblici da parte delle pubbliche amministrazioni, nonché in sede di accesso al credito bancario. Continua a leggere

Pagamento del leasing dei veicoli industriali, la sospensione è “allungata” al 31 gennaio

Si allungano i termini della sospensione di pagamento dei leasing dei veicoli industriali concessi a marzo dal Governo nell’ambito delle misure economiche decise per permettere alle imprese di fronteggiare l’emergenza Covid-19. La moratoria al pagamento delle rate del leasing fino al 30 settembre 2020 prevista dal primo Decreto è stata infatti spostata al 31 gennaio 2021 con le imprese già ammesse alla moratoria di marzo automaticamente autorizzate al nuovo rinvio del pagamento delle rate del leasing senza dover comunicare la volontà di farlo alle società che hanno erogato il finanziamento. Continua a leggere

Ponte sullo Stretto addio? Provenzano: “Nessun pregiudizio, i soldi non possono essere usati”

“Non c’è alcun pregiudizio ideologico. Ma i tempi sono totalmente incompatibili con quelli del Recovery fund. Il Ponte sullo Stretto di Messina Non è finanziabile con quei fondi”. Parola di Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud e la coesione territoriale, che ospite della trasmissione Agorà’ su Rai 3, parlando della fattibilità del Ponte sullo Stretto ha anche affermato che sono altre le opere essenziali da finanziare, a partire dall’alta velocità. “Abbiamo il dovere di garantire il diritto dei cittadini alla mobilità. Continua a leggere

Il Codice della strada? “Viaggia fra follie, stravaganze ma anche fra manovre demenziali”

Un nuovo codice della strada infarcito di stravaganze; una manovra per aumentare le accise semplicemente folle, e, per non farsi mancare nulla, la, penalizzazione del settore marittimo italiano. Paolo Uggé, vicepresidente nazionale di Conftrasporto e Confcommercio, da tempo va denunciando le “strade sbagliate” imboccate dal governo. E ora ha deciso di tornare a denunciare queste “stravaganze e follie” confortato dal fatto che anche altri abbiano finalmente cominciato a “vederle”. Continua a leggere

Non è possibile che per muoversi dentro Roma si debba pagare un tratto d’autostrada

Non è possibile che per muoversi dentro Roma si debba pagare. Il pedaggio sul tratto urbano dell’autostrada A24 va eliminato impedendo così che i romani che percorrono tutti i giorni quel percorso per andare al lavoro o semplicemente per spostarsi all’interno della città debbano subire questo costo aggiuntivo. Continua a leggere

Il commercialista che faceva viaggiare a tutta velocità l’evasione fiscale dei trasportatori

Il “copione” è sempre quello e i protagonisti anche: imprenditori decisi a evadere il fisco un commercialista pronto a costituire società create per produrre fatture per operazioni inesistenti. Un “film ” andato in onda nuovamente a Roma dove gli agenti della Guardia di Finanza hanno annunciato la chiusura di una vasta indagine che ha permesso di scoprire un giro di fatture false per un valore di 190 milioni di euro nel quale sarebbero coinvolte una ventina d’imprese del settore della logistica e dei trasporti oltre che dei servizi alberghieri. Imprese che, grazie alla consulenza del commercialista, potevano così godere di crediti d’imposta inesistenti da usare per “coprire” pagamenti previdenziali Continua a leggere

Goodyear, gli pneumatici si pagano a costo chilometrico e raccontano quanta strada faranno

Un accordo a costo chilometrico per equipaggiare 100 trattori e 100 semirimorchi con pneumatici Goodyear della nuova gamma Gen-2, in particolare i nuovi KMAX GEN-2, che garantiscono un elevato chilometraggio e la possibilità di affrontare tutte le condizioni meteo. A siglarlo sono stati i responsabili dell’azienda di autotrasporto Pigliacelli che per i propri semi-rimorchi hanno scelto anche di puntare sulla tecnologia Proactive Solutions TPMS (Tire Pressure Monitoring System), offerta sempre da Goodyear, ovvero il sistema che rileva costantemente la pressione e le temperature degli pneumatici riducendo i rischi di guasto, i costi operativi e incrementando il chilometraggio degli pneumatici riducendo i consumi di carburante. Continua a leggere

Polizia penitenziaria, da ora gli agenti potranno controllare (e multare) auto e camion

Dal dire al fare sono passati nove anni: il tempo trascorso perché gli agenti della Polizia penitenziaria, “autorizzati” fin dal 2011 svolgere anche il servizio di Polizia stradale, elevando dunque anche le multe, potessero farlo materialmente. Cosa che fino a ora non avevano invece potuto fare perché nessuno li aveva dotati degli strumenti per emettere e consegnare le sanzioni. Continua a leggere