144 chilometri all’ora in autostrada in terza corsia: un video riprende la folle corsa del Tir

Centoquarantaquattro chilometri all’ora. Con il contachilometri dell’auto che lo seguiva riprendendolo con il telefonino per documentare cosa stava accadendo in autostrada, come prova di qualcosa d’incredibile. Già, perché a sfiorare i 150, spostandosi per di più continuamente da una corsia all’altra non era una vettura, ma un Tir. Ripreso per decine e decine di secondi (e per diversi chilometri) da due automobilisti che quel video l’hanno poi postato su facebook, sulla pagina Sempre carabinieri, con tanto di “telecronaca”. “Centodieci, guarda mo mette la freccia lui non può andare in terza corsia lo sai sì”, “attacca” l’audio con la voce che appare sempre più stupita via via che passa il tempo e la velocità aumenta. Ma stupore anche per la guida da “Gp”, con continui cambi di corsia, dalla secondaallaterza e viceversa, e il contachilometri che sale, sale: 122, 128, 130. “Terza corsia ce va? C’è andato…. 122 come cacchio fa aooooo! 128, 130 no non ce posso credere, non ci credo 140 come cacchio fa, pensa se è pieno….”, recita la voce fuoricampo, tradendo un chiarissimo accento romano e lasciando intuire che la scena della folle corsa sia la Roma-Napoli. Lo stupore raggiunge il massimo insieme alla lancetta: 144 chilometri l’ora, Numero puntualmente “ripreso” con il cellulare e la voce che dice “guarda guarda mo riesce questo va fino a Napoli 142, 144….  guarda guarda va mo rientra… come cacchio fa, 137 è andato in terza corsia, 139.”.  E, ancora, “c’ha la macchina davanti”, come a dire solo per questo non può andare di più, “è un missile guarda va in terza mo ce va…”. Un video dal quale gli investigatori potranno risalire alla targa, al conducente, all’azienda?

5 risposte a “144 chilometri all’ora in autostrada in terza corsia: un video riprende la folle corsa del Tir

  1. E questi sarebbero i “professionisti” della guida che dovrebbero garantire la sicurezza sulle strade? Questi sono assassini allo stato puro……

  2. Per colpa di un imbecille simile decine di migliaia di conducenti seri e prudenti passeranno per l’ennesima volta per “tirroristi”, come spesso in passato hanno titolato dei giornalai??????

  3. Ragazzi, la categoria non è questa, questo è un delinquente al quale va impedito di continuare a lavorare per il resto dei suoi giorni. Testa di……. La stragrande maggioranza della categoria è gente serissima… basti pensare a cosa abbiamo fatto nelle settimane più drammatiche dell’epidemia che tutti sembrano già aver dimenticato (in particolare i conducenti e i loro sacrifici…..)

  4. Perchè non lo pubblicate questo filmato ? Non sarà l’ennesimo fake per disonorare la categoria ( manco ce ne fosse bisogno : ormai i moderni camionari pensano solo a essere incensati dal pensiero comune per i viaggi fatti nel periodo di lockdown (molti dei quali assolutamente inutili e neppure ancora pagati), nel mentre tariffe e noli proseguono la discesa verso il baratro della vergogna e gli stipendi degli autisti di linea sono ormai di pari importo a quelli di un umilissimo badilante diurno ….) Basta chiacchere , il camionismo in Italia è finito , ciascuno per se , tutti contro tutti , solo fòttere il prossimo è ciò che conta , con giacchetta e borsetta di rappresentanza .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *