Il lavoro ai tempi del Coronavirus: il ministro convoca i trasportatori per capire cosa fare

L’amore ai tempi del colera è il titolo di un celebre romanzo dello scrittore colombiano Gabriel García Márquez. Il lavoro ai tempi del Coronavirus potrebbe invece il titolo per l’incontro che il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli ha fissato per lunedì 2 marzo alle 15, nella sede del ministero di Porta Pia, con i rappresentanti delle principali associazioni legate alla logistica e al trasporto. Continua a leggere

Il Coronavirus uccide le imprese? Il “vaccino” è il fondo di solidarietà ma l’Italia non lo chiede

Cosa aspetta l’Italia, di fronte all’emergenza Coronavirus e alle sue conseguenze economiche (probabilmente più allarmanti di quelle sanitarie, con previsioni, elaborate da Confcommercio, che indicano un possibile “impatto” sul Prodotto interno lordo quantificabile fra i 5 e i 7 miliardi di euro) a inviare la richiesta d’intervento al Fondo di solidarietà dell’Unione europea? A rivolgere pubblicamente la domanda al Governo è il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggé, dopo aver letto le dichiarazioni della portavoce della Commissione europea sull’assenza di richieste di intervento da parte del nostro governo in seguito all’emergenza Coronavirus. Continua a leggere

Coronavirus, senza corsi di formazione sulla Cqc gli autisti non possono guidare (e guadagnare)

Niente corsi di formazione per gli autisti niente possibilità di guidare e, quindi lavorare e guadagnare? A denunciare come la sospensione, causa allarme Coronavirus, dei corsi di formazione per la patente qualificante di autista, meglio nota come Cqc, potrebbe impedire a molti conducenti di mezzi pesanti di mettersi alla guida è stato segretario generale di Fai Conftrasporto-Confcommercio Andrea Manfron, nell’audizione davanti alla Commissione trasporti della Camera per discutere lo schema di decreto legislativo di recepimento della direttiva per la modifica della disciplina per il conseguimento e il rinnovo della carta di qualificazione del conducente. Continua a leggere

Traghetti prenotati e poi cancellati per l’epidemia? Gnv cancella la penale da pagare

Chi per la prossima estate ha in programma vacanze sulle isole ma non “si fida” ad acquistare i biglietti per i traghetti per paura delle conseguenze che potrebbe avere l’epidemia di Coronavirus, ha una nuova opportunità di garantirsi comunque un passaggio in nave senza rischiare di rimetterci del denaro:quella offerta da Gnv, Grandi navi veloci che proprio “in risposta all’attuale momento di grande incertezza”, come si legge in un comunicato stampa diffuso dal gruppo, ha deciso di lanciare la campagna zero penali che fino al 16 marzo permette di acquistare tutti i viaggi per Sicilia, Sardegna e Albania, con la possibilità di annullare il biglietto entro il 31 maggio 2020 Continua a leggere

Che fine fanno i soldi delle multe incassati dai Comuni? Da 10 anni aspettiamo di saperlo

I Comuni dovranno spiegare ai cittadini come hanno speso i soldi delle multe stradali, parte dei quali dovrebbe essere utilizzato per altro per la manutenzione delle strade?  Dopo dieci anni di attesa per la pubblicazione, finalmente avvenuta,  del decreto per l’entrata in vigore dell’obbligo di relazione annuale, sull’uso dei proventi delle sanzioni,ora resta solo un ostacolo da superare: un regolamento attuativo del Mit, sentita la Conferenza Stato-Città. Continua a leggere

Delocalizzazione, e-commerce: il Coronavirus ci fa scoprire che avevamo preso strade sbagliate?

A volte accadono fatti imprevisti, perfino inspiegabili, che portano a vedere le cose sotto un diverso punto di vista, mai preso in considerazione prima. Fatti inattesi che fanno mettere sotto un microscopio cose che fino a ieri, viste a occhio nudo, senza preoccuparsi troppo di “ingrandirle”, apparivano assolutamente normalissime, giuste, perfette. L’epidemia di Coronavirus è una di queste. Continua a leggere

Giallo Brennero, l’epidemia ferma la conferenza stampa ma non la diffusione della verità

L’allarme Coronavirus non ferma il viaggio alla ricerca della verità sul “giallo” del Brennero,  con i divieti al transito al valico  imposti unilateralmente dall’Austria ai camion italiani e l’inspiegabile silenzio dell’Unione europea su quella che appare chiaramente a tutti una palese violazione del diritto di circolazione per uomini e mezzi garantito nel vecchio continente. Le disposizioni adottate dal governo per ragioni di sicurezza sanitaria in questa fase di emergenza nazionale, sospendendo tutte le manifestazioni pubbliche, hanno portato infatti all’annullamento della  conferenza stampa di Confcommercio-Conftrasporto sul “caso  Brennero” prevista per venerdì 28 febbraio a Verona, ma i  materiali oggetto della conferenza e in grado di dimostrare la verità che si nasconde dietro questo “giallo”  saranno trasmessi via e-mail alle redazioni di giornali e telegiornali, agenzie di stampa e radio. “A Continua a leggere

Coronavirus: la malattia spaventa, la confusione anche. “Può uccidere il lavoro delle imprese””

“Il caso Coronavirus non può essere affrontato in un clima di confusione che rischia di fare più danno del dovuto, il sistema della logistica e dei trasporti così rischia di incepparsi. Quello tra le misure adottate dal governo e i provvedimenti lanciati in ordine sparso da alcune Regioni e Comuni è un intreccio insidioso, che può portare, sul piano logistico, al blocco dei magazzini e, di conseguenza, dei trasporti, che stanno già avendo difficoltà a far uscire la merce e portarla a destinazione”. A lanciare l’allarme è Pasquale Russo, segretario generale di Conftrasporto-Confcommercio, federazione che rappresenta 30mila imprese della logistica e dei trasporti, che chiede al governo di intervenire sugli enti locali per imporre un’unica regia a livello nazionale, e di estendere i provvedimenti di sostegno economico e fiscale annunciati anche alle imprese che hanno sede al di fuori delle zone rosse. Continua a leggere

Serviva un’epidemia per capire quanto servono sportello doganale e controlli nei porti?

“Mai come ora ci si rende conto di quanto i nostri ripetuti solleciti, inascoltati, per sbloccare lo sportello unico doganale e dei controlli e incrementare gli organici della sanità marittima fossero opportuni. Solo in un’emergenza come quella che stiamo vivendo, forse ci si accorge di quanto sia fondamentale per la vita di un Paese il settore logistico, oltre al trasporto marittimo e terrestre”. A dirlo è Luigi Merlo, presidente di Conftrasporto-Federlogistica, che commentando l’emergenza provocata dall’epidemia di Coronavirus e le conseguenze sulle attività lavorative quotidiane negli scali marittimi, ha anche denunciato come “l’assenza di direttive univoche, lo spontaneismo regionale, un allarmismo in taluni casi eccessivo rischino di complicare moltissime attività. Continua a leggere

Rappresentanza, la strada che collega le navi e i porti ai tir e alle piattaforme logistiche

Incrementa sempre più la presenza associativa di Confcommercio-Conftrasporto. A evidenziarlo sono stati diversi articoli pubblicati, ultimo, in ordine di tempo, quello nell’edizione di Affari & Finanza di lunedì 24 febbraio nel quale si legge che “con l’arrivo di Federagenti Conftrasporto si conferma il fulcro dell’espansione della confederazione guidata da Carlo Sangalli nel comparto della logistica e del mare”. Un’affermazione incontestabile che attesta un fatto di grande rilevanza nel mondo della rappresentanza del trasporto e della logistica: oggi, nonostante quello che si prova a far trasparire, l’unica significativa realtà associativa di sistema è Confcommercio che con Conftrasporto e altre rappresentanze dei servizi tecnico nautici estende la propria rappresentanza dai porti fino alle piattaforme logistiche. Continua a leggere