Cosa vorrei per il 2020? Più pattuglie di agenti per strada e la galera per i delinquenti al volante

Sono molte le cose che ci si può augurare per il nuovo anno che è appena iniziato. Ma quali cose sperano si possano avverare nel 2020 coloro che ogni giorno, in auto o sui mezzi pubblici, al volante di un camion o sulla sella di una moto, percorrono decine, centinaia di chilometri? È la domanda che stradafacendo ha deciso di rivolgere ai lettori in queste ultime ore del 2019. Partendo da due desideri. Il primo: più (molte ma molte più….) pattuglie sulle strade a fare controlli, come deterrente per i pirati della strada sempre più numerosi e sempre più pericolosi, sempre più spesso sotto l’effetto di droghe o alcol. Il secondo: la certezza della pena, ovvero la garanzia che per chi ha ucciso o ferito gravemente degli incolpevoli, si apra solo ed esclusivamente una strada: quella della galera. Chi avesse “desideri da esprimere” in materia di trasporti, sicurezza stradale e temi simili potrà lasciare un commento nell’area qui sotto. Buon 2020 a tutti da stradafacendo.tgcom24.it. Con l’augurio possa essere migliore e soprattutto più sicuro su strade e autostrade…..

3 risposte a “Cosa vorrei per il 2020? Più pattuglie di agenti per strada e la galera per i delinquenti al volante

  1. Ponti e cavalcavia sottoposti a regolare manutenzione in modo da non doverci fare il segno della croce ogniqualvolta ci si passa sotto ripensando alle tragedie del ponte Morandi di Genova, al cavalcavia di Annone Brianza…..

  2. Meno camion vecchi di 20 anni e più guidati da extracomunitari (e non certo per questioni di razzismo, ma perché sono sottopagati, sfruttati, spesso professionalmente improvvisati se non del tutto inventati…… autisti pericolosi per la propria incapacità ( e stanchezza) che uniti ai mezzi senza sistemi di sicurezza di ultima generazione totalmente assenti sui vecchi mezzi formano una miscela esplosiva, in grado d’innescare incidenti a catena….

  3. Vorrei che alla guida del Paese ci fosse gente preparata, che nella vita ha dimostrato di sapere “fare” e non solo “parlare”, non politici di professione ma gente che viene dal mondo “reale” del lavoro e che sa distinguere la pratica dalla teoria…. Basta con i Renzi, i Salvini, i Di Maio e tanti altri che nella vita hanno solo parlato, fornendo, chi più chi meno, il loro contributo per portare l’Italia allo sfascio ….. ( e fra un po’ forse senza la esse??????)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *