Fare il camionista? Offre un buon stipendio, fa scoprire l’Italia e rimborsa i costi della patente

Uno stipendio elevato, un lavoro dinamico, una prospettiva di crescita personale, la possibilità di vedere l’Italia…. Sono diversi i motivi validi per decidere di diventare autista professionale. O meglio, di “prendere questa strada”, come annuncia la campagna realizzata da Fai Conftrasporto Verona per invitare i giovani a prendere la patente e diventare un autista professionale costruendosi un futuro nel mondo dell’autotrasporto. Un invito impreziosito da un’ ”offerta speciale”: la possibilità di pagare solo un terzo del costo per conseguire la patente,  che verrà poi rimborsato dall’azienda dopo l’assunzione. Un’iniziativa, quella adottata dalla Fai veronese, che conferma una volta di più la carenza di autisti professionisti in Italia denunciata a più riprese nei mesi scorsi dalla principale federazione italiana del mondo dell’autotrasporto, che ha avviato diverse iniziative per avvicinare i giovani a questa professione. Chi fosse interessato ad avere ulteriori informazioni sull’iniziativa della fai Conftrasporto di Verona potrà contattare il numero 045 955111 o inviare una e mail a info@faiverona.it.

14 risposte a “Fare il camionista? Offre un buon stipendio, fa scoprire l’Italia e rimborsa i costi della patente

  1. 10000 euro da anticipare e investire un anno per poi prendere cosa? 2000 euro di stipendio medio per 330 ore minimo fa 6 euro l’ora, con straordinari forfettari senza nessun rimborso spese, per fare autista, carico e scarico, contabilita’ e gestione viaggio. Rinnovo patente, rischio e rimborsi all’azienda in caso di incidente tutto a tuo carico. Buon lavoro e buon stipendio? E questo se sei fortunato… altrimenti gli stessi sindacati e le stesse associazioni di categoria fanno accordi con le aziende con pagamenti a km o altre schifezze. 7 euro ora, mulettista a 8 ore al giorno, straordinari eventuali riconosciuti e zero rischi. Chi fa sti articoli dovrebbe uscire dall’ufficio e andare in strada. O puo’ anche fare questi articoli, stupirsi come gli imprenditori e i camion sono e rimarranno sempre piu’ fermi.

  2. Quello che dice il signor Gabanella puo’ avvenire in aziende che non avranno certamente un futuro, che hanno basato la loro competitivita’ unicamente sulla riduzione dei prezzi. Per fortuna il mondo sta cambiando e oggi con Fai Verona, con circa 2000 euro, un ragazzo puo’ in 6 mesi acquisire le patenti e lavorare subito. E con il nuovo contratto di lavoro, con un impegno di 10 ore gg, cioe’ 200/210 ore mese, puo’ guadagnare circa 2.200 euro con una premialita’ ulteriore sulla riduzione dei consumi, degli incidenti ecc. e non sui maggiori km percorsi, puo’ ricevere dei bonus che lo possono portare a uno stipendio superiore. E visto che bisogna uscire per rendersene conto, basta andare a vedere chi riesce con oculatezza a crescere come azienda nel rispetto delle regole e del benessere aziendale. Esempi italiani si trovano eccome !!!!! I soci Fai lo testimoniano.

    • In sei mesi forse prendi la C e il CQC, e di certo non arrivi con la motrice a prendere 2000 euro. Poi il fatto che parla di 10 ore di impegno dimostra il fatto che non sapete, con rispetto, di cosa parlate. Hai clienti che per caricarti o scaricarti ci mettono 4/6 ore… Ma lo so, dimostra infatti quello che ho gia’ detto. Ma non e’ un problema di soldi o di lavoro, ma di soldi in rapporto al lavoro. Oltre che di riconoscimenti e rispetto. Ho lavorato in una azienda socia Fai, che ha dichiarato su un giornale che non punta sui giovani, non ne vale la pena. Testuali parole. E la stessa azienda, socia Fai e in accordo coi sindacati ha deciso un contratto forfait che include paga base e chilometri. Trasferte e straordinari inesistenti. A parita’ di ore c’erano dei mesi che ci rimettevi e dei mesi che andavi a pari. Al colloquio ti garantivano uno stipendio medio normale, poi ti ritrovi con sei consegne a Milano e stai facendo volontariato…lo stipendio, le condizioni di lavoro, i diritti e i doveri non giustificano piu’ i sacrifici. Quando il Fai, i sindacati, le aziende e il mercato lo capiranno non sara’ forse troppo tardi. Uno che fa il camionista lo fa per passione, ma con la sola passione non si mangia. E a parita’ di stipendio o poco meno, trovi molto di meglio. Altrimenti andate avanti a supporre che la gente non ha voglia, intanto i camion rimangono fermi nei piazzali.

  3. Certo, quello del camionista non è un lavoro semplice ed è pure faticoso e rischioso…. Certo forse i soldi non sono esattamente adeguati all’impegno. Ma comunque sempre un milione di volte più serio, onesto (nei confronti di altri milioni d’italiani che lavorano per MANTENERVI!!!!!) dignitoso (e con prospettive di crescita) che stare a casa a guardare la tv aspettando l’assegno “elettorale” del reddito di cittadinanza di Di Maio & Co…

  4. 2000 euro al mese? Forse lordi, perche’ il mio stipendio netto e’ di 1300, più straordinari di circa 100 euro più 100 euro al mese di quattordicesima, più 100 euro al mese di tredicesima, totale, 1600 euro al mese, gli altri 400 euro da dove devono arrivare? Prego risposta grazie.

  5. Quello che chiede il signor Borrini si fa presto a calcolare, dipende da che patente ha e che tipo di servizio esegue. Se ha una patente CE con CQC e fa un trasporto nazionale, la differenza proviene dalla voce trasferta che supera le 400 euro indicate. Come prevede il CCNL.

  6. Una cosa è chiarissima: l’Italia è divisa in due. Da una parte coloro che vogliono lavorare e aiutare gli altri a trovare un’occupazione, realizzando progetti per aiutare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, finanziandoli, come nel caso di questa iniziativa per far diventare dei “potenziali disoccupati” dei futuri professionisti dell’autostrasporto, lavoro indispensabile per la “vita di ogni giorno”; dall’altra quelli che vogliono un’Italia farcita di poveri giovani idioti che passano la giornata al bar o sul divano aspettando il reddito di cittadinanza.

  7. Buonasera a tutti, quando ho visto la pubblicità sopra descritta, mi sono detto “ecco che questi signori si prenderanno un sacco di male parole,forse non è proprio presentato bene…”, ma l’iniziativa è lodevole, in momenti in cui tutti sbandierano che non si trova lavoro, il nostro settore invece offre lavoro. Per farlo però bisogna formarsi e formarsi costa e investire in un lavoro che può dare prospettiva costa sacrifici. Non si diventa veri camionisti solo prendendo la patente e né tantomeno il Cqc. Poi bisogna fare esperienza. Chi ti affida un mezzo che vale centinaia di migliaia di euro ha il diritto di pretendere che chi si mette alla guida sia affidabile. Questa affidabilità però è a rischio e pericolo di chi ti assume che al di la dello stipendio che un Ccnl prevede deve tener conto anche dell’inesperienza di chi si mette alla guida. Per diventare un vero camionista ci vogliono almeno 2 anni di esperienza presso la ditta che ti assume e che si prende carico di questo onere. Nel frattempo sperando che la persona assunta impari in fretta,la devi anche pagare a discapito di qualche errore e qualche incidente di percorso che gioco forza va messo in conto. Ciò che non sopporto è questo sentirsi sempre oltre la barricata “o sei titolare o sei dipendent”: l’uno contro l’altro, non è così…. Il mestiere del camionista ha oneri e onori sia per un titolare sia per un dipendente e perché il connubio funzioni bisogna collaborare. Se il lavoro funziona per entrambi si condividono anche gli onori (+ stipendio) altrimenti è un casino. C’è da dire che non tutti possono fare i camionisti e se non hai nel Dna la voglia e l’amore per questo metodo di vita e vedi solo illato economico della faccenda meglio che vai a giornata in fabbrica. Chi ha un camion in mano o lo sente parte integrante della sua vita o è meglio veramente che non faccia questo mestiere. Comunque ragazzi lavoro è lavoro e questa è una opportunità e chi si appresta tramite le aziende a pagarvi il costo investendo i propri soldi per condividere e offrire questa opportunità va presa al volo. ALTRO CHE REDDITO DI CITTADINANZA

    • Francesco so già che uscirai di senno poiché tu pretendi di poter trovare con molta facilità CAMIONISTI -SCHIAVI DA POTER SFRUTTARE E DERUBARE! Nel 2009 un criminale SQUILIBRATO-LADRO-PARASSITA di NOME FRANCESCO TITOLARE di una ditta di trasporto durante il colloquio di lavoro mi ha fatto dei ragionamenti FOLLI E SQUILIBRATI UGUALI a quelli che hai messo per iscritto 11 anni dopo tu Francesco 2. Alla fine del colloquio di lavoro Francesco 1 il LADRO -PARASSITA mi ha proposto due giorni di prova NON PAGATI SE VOLEVO ESSERE ASSUNTO ed ero pure affiancato da un suo “esperto ” camionista sbarbatello ed incapace che doveva “insegnarmi” il lavoro è il giro. Pur di lavorare ho accettato i due giorni di prova a gratis. Superati con successo i due giorni di prova Francesco il ladro criminale mi ha imposto di fare (si chiama ricatto) altri due giorni di prova a GRATIS ho accettato a patto però che almeno fossi risarcito delle spese BENZINA E PASTO ! Francesco 1 accetta la mia richiesta di avere qualche euro in tasca di rimborso spese! Non sono nato ieri perciò ho subito cercato di batter cassa . Fatti gli altri due giorni di lavoro in “prova” a gratis non ho visto NESSUN RIMBORSO e inoltre quel figlio di p…… di Francesco 1 il ladro pretendeva altri 5 giorni di prova a GRATIS ! Logicamente mi sono rifiutato sia di lavorare a GRATIS IN NERO SIA DI FARE SEMPRE A GRATIS ALTRI 5 GIORNI DI PROVA! Al figlio di p…… di Francesco 1 gli ho detto cosi : prima mi dai i 120 euro di rimborso spese che avevamo concordato se non me dai caro Francesco significa che sei un sporco ladro ed è per QUESTO MOTIVO FRANCESCO CHE NON TROVI CAMIONISTI! Se vuoi che lavori per te Francesco mi devi dare il rimborso concordato e mi devi assumere in regola TI HO DIMOSTRATO CHE SO FARE IL CAMIONISTA perciò MI DEVI PAGARE! Francesco 1 ha fatto il “duro” perciò non ho caricato il camion e sono tornato in sede! Gli ho mollato il camion bontà mia nel suo parcheggio mi sono preso la mia auto e STOP! Anche Francesco 1 il ladro si lamentava tanto di NON TROVARE CAMIONISTI-SCHIAVI a causa del SUSSIDIO DI DISOCCUPAZIONE CHE VIENE DATO AI DISOCCUPATI! Attualmente questi porci -ladri titolari di ditte di trasporto che andrebbero CHIUSE E I TITOLARI ARRESTATI se la prendono con il reddito di cittadinanza perché fanno fatica a trovare CAMIONISTI -SCHIAVI.

  8. Avrei molto interesse a fare la patente C, nel mondo dei trasporti possiamo dire che possibilità ci sono di lavoro? Per pura curiosità (anche perché penso che con la patente C e più facile magari entrare nel mondo del lavoro a mio parere) volevo solo sapere qualche informazione e se magari prendo la patente C ci sarebbero delle possibilità…

  9. Solamente un italiano ignorante, demente e deficiente consiglierebbe di fare il mestiere di camionista in Italia! Mettersi a fare il lavoro schifoso di camionista in Italia significa restar disoccupati oppure essere costretti a lavorare come camionisti-zingari con turni di lavoro allucinanti per poi guadagnare un stipendio da fame da terzo mondo! Se potessi tornare indietro nel tempo nemmeno morto mi sognerei di farmi delle grosse patenti di guida per poter fare il lavoro di mm…. di camionista! P.S. Guadagnare 1000 o al massimo 1500 euro miserabili euro netti al mese come camionista senza un orario di lavoro decente né una vita sociale vi sembra un ottimo stipendio? Vergognatevi! Sono un ex camionista e ho deciso di buttare via la mia grossa e inutile patente di guida! Al prossimo rinnovo declasso la mia inutile patente C-D-E in patente B cosi risparmio soldi e non ho rotture di balle! Guadagna più soldi al mese in Italia un farabutto di consigliere niente facente comunale di un camionista che si fa il c… è fa una vita da zingaro!

  10. “… Nel 2009 un criminale, figlio di….. “: tanto astio può trovare una giustificazione solo nel fatto che uno ci ha impiegato11 anni di tempo a rimuginarci. Ma la domanda è: perché non l’ha denunciato 11 anni fa all’ispettorato del lavoro?

  11. Qualcuno mi propone di lavorare gratis in prova per qualche giorno? Gli rispondo di no e il problema è bell’e che risolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *