La lezione più seguita dagli studenti? Quella in cui il prof indica le strade per il loro futuro

L’emergenza infrastrutture, l’importanza strategica per l’Italia di trovare nuove vie di collegamento attraverso le Alpi, per far si che il vantaggio offerto dalla sua posizione geografica, con lo Stivale che è una vera e propria piattaforma logistica per i traffici via mare nel Mediterraneo, non vengano vanificati dal “tappo di roccia” che la dividono dall’Europa. E poi le “strade” da percorrere per garantire più sicurezza nei trasporti pesanti, impedendo che possano ripetersi disastri come quello avvenuto a Bologna, con l’esplosione di un’autocisterna dopo un tamponamento con un altro mezzo pesante… Difficile trovare “materie” più attuali e interessanti di quelle scelte dagli imprenditori della Fai di Milano chiamati a salire in cattedra come docenti nella prima lezione tenuta agli studenti dell’istituto Ettore Conti, unica scuola milanese ad avere un corso di Logistica. Una lezione, frutto della convenzione stipulata tra l’associazione di autotrasportatori e l’Istituto milanese, che ha avuto per protagonisti il presidente della Fai di Milano Claudio Fraconti e i consiglieri Ottaviano Messori, della Tirso di Assago, e Riccardo Bettio della Vallin di Vigevano, insieme agli studenti delle classi quarta e quinta dimostratisi non solo “preparati” ma desiderosi di saperne sempre di più in materia di Tav e della situazione dei varchi alpini in funzione dell’esportazione delle merci prodotte nelle regioni del nord; dell’incidente di Bologna e quindi della carenza di infrastrutture per il trasporto di merci pericolose, oltre che del quadro della situazione manutenzioni e sicurezza dopo i crolli del cavalcavia di Annone Brianza e del Ponte Morandi di Genova, con le pesantissime conseguenze sul carico e scarico di container nel porto di Genova. “Siamo rimasti colpiti dalla qualità delle domande fatte dagli studenti oltre che dalla quantità di richieste di approfondimenti, su temi come la distribuzione nell’E-commerce e il fenomeno dei così detti raiders, che al termine delle due ore di lezione ci ha spinti a stilare un vero e proprio elenco di argomenti da trattare nelle prossime lezioni”, ha dichiarato Claudio Fraconti pronto a tornare in cattedra nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro che porterà gli studenti anche in visita ad alcune realtà aziendali delle province di competenza della Fai milanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *