Auto a noleggio con conducente, tutto da rifare? Il Pd: “Scelte sbagliate, ideologiche e punitive”

Una decisione inadeguata e ingiustamente punitiva nei confronti di un settore professionale che conta 80mila imprese e 200mila lavoratori; una scelta adottata su basi ideologiche da un Governo che ha dimostrato tutta la sua approssimazione; una decisione da ripensare dopo aver approfondito il caso a un tavolo tecnico usando il buon senso. È un’autentica stroncatura quella contenuta nell’ordine del giorno con il quale Raffaella Paita, esponente del partito democratico, ha  chiesto al Governo di cancellare ogni decisione adottata per regolare l’attività di noleggio di auto con conducente e di ripartire da zero trovando una strada che non penalizzi il mondo dell’Ncc. Un mondo che, ha affermato l’esponente del Pd nel suo intervento,  risulta invece oggi pesantemente “penalizzato dalla furia di un cambiamento che produce logiche sbagliate e decisioni che penalizzano settori importanti”. La stessa furia ideologica che, ha sottolineato Raffaella Paita, ha spinto a gettar via tutto il lavoro svolto in passato con Graziano Delrio alla guida del ministero dei Trasporti, per adottare decisioni completamente sbagliate. “Errori clamorosi apparsi evidentissimi nelle audizioni parlamentari realizzate grazie all’intervento del Pd”, ha aggiunto Raffaella Paita, “e durante le quali sono emerse pesanti critiche non solo dal Pd ma da parte di organismi preposti”. Elementi per un dibattito parlamentare che non c’è stato e che invece occorre far ripartire. “Non certo per sposare le ragioni dei tassisti o quelle degli Ncc, ma solo per esaminare una decisione nella sua inadeguatezza e porre rimedio a un intervento punitivo nel quale l’approccio è stato del tutto ideologico e incurante del fatto che questo settore significa  80 mila imprese e 200 mila posti di lavoro. Per questo, per una ragione di buon senso”, ha concluso l’esponente del Pd, “noi chiediamo con questo ordine del giorno un ripensamento e un tavolo tecnico che riveda il provvedimento per formulare  a breve una rivalutazione”.

12 risposte a “Auto a noleggio con conducente, tutto da rifare? Il Pd: “Scelte sbagliate, ideologiche e punitive”

  1. Non ho mai votato il 5s ma solo ora capisco la loro strafottenza e l’incapacità di governare quando loro rispecchiano il loro principale rappresentante un comico , tutti loro senza una apertura mentale al bene del Paese e una convinta distruzione di una categoria di lavoratori che contribuiscono al Pil del Paese pagando la loro cambiale ai tassisti per voti di scambio. Ringrazio vivamente il PD del grandissimo supporto che stanno danno a noi Ncc e fermamente convinto di rinnovare sempre la mia fiducia a loro DEMOCRATICI grazie ancora onorevoli

  2. Penso che se passa questa legge andiamo tutti in mezzo a una strada autisti e nostri datori di lavoro. Speriamo che si riesca a fare un tavolo con persone adatte e perbene e di uscire da questa situazione. Vogliamo solo lavorare onestamente

  3. L’abusivismo e l’evasione fiscale si contrastano con controlli mirati, le sanzioni solo pecuniarie in caso di irregolarità. Non si combatte impedendo alle imprese di svolgere il proprio lavoro.

  4. In un Paese civile è questo il modo di affrontare le problematiche sociali e lavorative, quindi un grazie sincero alla parlamentare del PD Raffaella Paita per la sua attenzione alla categoria e il suo modo di espressione! Grazie

  5. Personalmente ritengo vergognoso accettare che un avvocato di una categoria di lavoratori si dichiari “estensore” di una legge davanti non solo ai membri di una commissione della Camera durante le audizioni (peraltro inutili visto che il testo in esame per la conversione in legge era stato incardinato in un altro e diverso disegno di legge) senza che nessuno dei rappresentanti della maggioranza di governo abbia nemmeno tentato di negare per salvare le apparenze. A questo punto viene da chiedersi, ma se basta un avvocato qualsiasi a scrivere una legge, a cosa servono le più alte istituzioni dello Stato? A che serve il Parlamento? Solo a votare disegni di legge partoriti dalla mente un uomo solo? E se si, perché spendere barcate di denaro pubblico per organizzare elezioni politiche? Credo che la parcella di un avvocato per quanto salata possa essere, per sarebbe sicuramente più economica di quanto spende il nostro Paese per le elezioni, campagne elettorali, stipendi di tutti gli addetti ai lavori…è ora di dire basta a questo stato di cose, è ora che gli avvocati facciano gli avvocati e i parlamentari diano impeto alla produzione legislativa senza più accettare ingerenze dal mondo esterno. I voti sono e devono rimanere solo lo strumento che il popolo ha per giudicare l’operato politico di un governo e non merce di scambio!

  6. Grazie onorevoli del PD che state dando voce alla nostra categoria, che sta urlando a gran voce ma il Governo non vuole ascoltare.. . Speriamo che ascoltino voi. Ma quale cambiamento? È solo un terribile inganno verso gli italiani che lavorano e producono.

  7. Stefano che fai il politico più politico degli altri? Innanzitutto la deputata in questione non era al Governo quando c’era Renzi e quindi cosa c’entra? Il deputato non ha vincolo di mandato e quindi sostiene quanto ritiene giusto. Oltre tutto la parlamentare ha preso l’iniziativa direttamente leggendo dei comunicati stampa, penso, informandosi ed intervenendo in Aula per sostenere una causa per lei giusta. E tu anziché ringraziarLa la critichi solo perché è una deputata del Pd? Se l’avessi criticata perché non condividevi la sua posizione non avrei avuto nulla da dire. Ma attaccarla per la sua appartenenza politica mi sembra sbagliato. Le critiche si fanno sulle questioni e sulle posizioni, non sulle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *