Nuova ecotassa per i camion che viaggiano dall’Italia alla Francia attraverso Ventimiglia?

Una nuova ecotassa per camion che viaggiano dall’Italia alla Francia attraverso il confine a Ventimiglia? A proporla è il sindaco di Nizza, Christian Estrosi che ha evidenziato come ogni anno il dipartimento delle Alpi Marittime sia attraversato da circa due milioni e mezzo di veicoli industriali, aumentati dell’otto per cento rispetto al 2010 , che nella maggior parte dei casi non riguardano autotrasporti bilaterali tra Italia e Francia, ma trasporti internazionali di raggio più lungo, che interessano la Penisola Iberica e i Paesi dell’Europa centrale e orientale. Continua a leggere

Magazzini per la logistica, le aziende che li cercano hanno tre nuove strade da poter seguire

Per le aziende di trasporti in cerca di ampi magazzini per sviluppare la propria logistica il mercato immobiliare propone tre nuove opportunità: ad Arese, Oppeano, in provincia di Verona e a Vercelli. Tre magazzini, per un totale di 260 mila metri quadrati, proposti da Cbre, intermediario immobiliare attivo anche nel mercato della logistica, per conto di Dea Capital Real Estate. Continua a leggere

Distratto alla guida: arrestato l’autista bulgaro che ha provocato la morte di padre e figlio

È stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo plurimo il camionista che il 29 agosto 2018 ha causato l’incidente sull’Autosole nel quale hanno perso la vita  padre e figlio. L’autista, un bulgaro di 59 anni al volante di un camion carico di pasta, stava viaggiando in direzione nord, quando tra Orvieto e Fabro, il camion è sbandato agganciando col semirimorchio un’autovettura che lo stava sorpassando facendola finire  contro il guardrail. Dopo il violento urto, i due mezzi hanno preso fuoco, uccidendo l’uomo che era al volante dell’auto,un padre di famiglia di  33 anni, e suo figlio di 10 anni, mentre la moglie è riuscita a uscire in tempo dalla macchina, grazie all’aiuto di una pattuglia della Polstrada che stava sopraggiungendo. Continua a leggere

Porto di Genova, serve un taglio alla tasse per restare competitivi e non perdere trasporti

Azzeramento delle tasse d’ancoraggio e riduzione delle accise sul carburante usato dai mezzi operativi all’interno del porto di Genova. A chiedere questi due provvedimenti e impedire così che i maggiori tempi e costi causati dall’interruzione delle principali linee ferroviarie tra il bacino di Sampierdarena e il Nord Italia e da quella dell’autostrada tra Levante e Ponente dopo il crollo del ponte Morandi possano sottrarre traffici allo scalo è il presidente di Assoporti, Zeno D’Agostino. Continua a leggere

C’è chi da 13 anni non ascolta gli allarmi per possibili crolli di ponti: ora pagherà?

“Da qualche anno, per diminuire l’incidenza del costo del trasporto si consente che automezzi che portano 108 tonnellate circolino sulle strade nonostante le norme del Codice della strada dispongano in modo diverso. L’assurdo è che dal 2005 pende un ricorso presso un Tar che fino a oggi non si è pronunciato sulla legittimità di tale interpretazione. Eppure esistono relazioni tecniche attestanti i danni che tali mezzi potrebbero causare. Nessuno però interviene. Che ci sia qualche interesse particolare da difendere? Continua a leggere

Brennero vietato ai Tir per un mese nel 2019. Ecco il calendario dei divieti decisi dall’Austria

Diciassette giorni, da gennaio a giugno 2019. Poco meno da luglio a dicembre per un totale di una trentina di giorni. E’ quanto prevede il calendario dei limiti al transito dei camion sull’asse del Brennero che il Governo del Tirolo austriaco, appoggiato pienamente da Vienna, ha predisposto non solo non annullando i limiti al transito dei mezzi pesanti imposti quest’anno ma aggiungendone altri. A presentare la lista di divieti è stato il governatore del Tirolo, Continua a leggere

Bergamo e Modena, riparte da qui l’e-commerce italiano del colosso Amazon

Casirate, in provincia di Bergamo, e Spilamberto, nel modenese: sono questi i due nuovi “poli” del trasporto merci del colosso mondiale dell’e-commerce Amazon. La prima piattaforma logistica è già pronta e, dopo la consegnata da parte di Vailog avvenuta il 21 agosto 2018, diventerà operativa il prossimo 28 ottobre, con un magazzino di 35mila metri quadrati dove si calcola che entro tre anni potranno trovare lavoro circa 400 dipendenti. Continua a leggere

Nove milioni e 600mila euro per far accelerare la formazione nelle imprese di autotrasporto

Novemilioni e 600mila euro: a tanto ammontano i contributi stanziati per il 2018 dal ministero dei Trasporti destinati alle imprese di autotrasporto che avviano programmi di formazione che dovranno svolgersi nel periodo compreso fra l 4 dicembre 2018 e il 3 giugno 2019. Ogni azienda potrà ottenere un contributo massimo di 15mila euro se ha meno di dieci dipendenti, di 50mila euro se ha meno di cinquanta dipendenti, di 130mila euro se ha meno di 250 dipendenti e di 200mila euro se ha 250 o più dipendenti. Continua a leggere

Buche nell’asfalto pericolose per i motociclisti? Un’App “denuncerà” chi non le ha riparate

Un’amministrazione comunale, una società chiamata ad assicurare la manutenzione di una strada e la sua sicurezza potrà dire di non aver saputo che esisteva una buca che, magari, ha causato un incidente mortale, dopo che proprio quella buca, quella “trappola” sull’asfalto, è stata fotografata e condivisa da decine di migliaia di persone grazie a un’App? E quell’App non potrà diventare una “prova” in tribunale contro i troppi funzionari pubblici che dovrebbero essere i primi a controllare le buche per strada e intervenire (anche senza la denuncia di un’App) dopo che quella segnalazione sarà stata inviata alle istituzioni preposte affinché intervengano, senza più la possibilità di poter rispondere “non sapevo”? Continua a leggere

Fai Verona: “Le lobby industriali hanno spinto i mega tir a viaggiare contro il Codice stradale”

L’articolo 10 del Codice della strada prevede che il trasporto eccezionale di un unico pezzo indivisibile possa arrivare a pesare fino a 108 tonnellate mentre per i carichi composti da più pezzi il limite è di 40 tonnellate. Una serie di circolari ministeriali ha consentito però di raggiungere le 108 tonnellate anche in caso di carichi multipli, consentendo in questo modo alla committenza di risparmiare sui trasporti. Una scelta trasformatasi, negli anni, in un  pericolo mortale che a tutt’oggi, nonostante i recenti crolli di ponti, continua a viaggiare indisturbato tra l’indifferenza generale.  E questo nonostante i ripetuti allarmi lanciati. Continua a leggere