Luigi Merlo alla guida di Federlogistica – Conftrasporto. E a bordo sale anche Amazon

Dopo mesi di lavoro per la “messa a punto” sull’intero territorio nazionale, dopo l’adesione di primari player del settore operanti nella logistica mondiale, nel terminalismo portuale, nell’intermodalità, nella retroportualità e nei servizi portuali, è pronta a ripartire a tutta velocità la “macchina “ di Federlogistica – Conftrasporto. Ed è pronta a farlo con al “volante” il nuovo presidente, Luigi Merlo, eletto dall’assemblea di Federlogistica Conftrasporto riunita a Roma nella sede di Confcommercio Imprese per l’Italia. Continua a leggere

Tir fantasma sulla Firenze – Pisa – Livorno. Oltre all’autista è scomparsa anche la scorta?

È un vero e proprio tir fantasma quello trovato abbandonato lungo la strada Firenze-Pisa-Livorno al chilometro 79 in direzione Tirrenia. Nessuna traccia dell’autista e, fatto ancora più sconcertante considerato che si tratta di un trasporto eccezionale, nessuna traccia neppure dei mezzi e degli uomini che solitamente scortano questo genere di carichi. In attesa di svelare il giallo, la viabilità è stata spostata sull’altra carreggiata.

Cane e gatto in auto, ora c’è l’assicurazione che tutela gli animali domestici durante il viaggio

Arriva l’assicurazione per il cane e il gatto che viaggiano in auto. Si chiama Pet on Board, ed è la copertura messa a disposizione da Quixa, compagnia online del Gruppo Axa, che permette di tutelare gli animali domestici durante il trasporto. Un tema che, con le vacanze in arrivo, diventa di grande attualità. Sono almeno 7 milioni gli animali che in Italia ogni anno percorrono strade e autostrade insieme ai loro padroni, cifra che sale a 60 milioni se si considera l’intera Europa. Per viaggiare sereni e per evitare incidenti, è importante trasportarli correttamente ma anche non farsi distrarre dalla loro presenza mentre si è alla guida.  Continua a leggere

Due ragazzi di 14 anni guidano in autostrada: il proprietario dell’auto ne ha intestate altre 200

A 14 anni hanno deciso di andare a farsi un giro in autostrada, guidando a turno una Fiat Punto. Due ragazzini italiani di etnia Rom sono stati fermati sulla A26 all’altezza dell’area di servizio Turchino Ovest, a Mele. Dai controlli, spiega lastampa.it, è emerso che l’auto che stavano guidando i ragazzi è intestata a uno straniero, “sembra un romeno di 35 anni, residente ad Alessandria, a cui – si è scoperto dopo un approfondimento delle verifiche – farebbero capo più di 200 automobili sparse un po’ in tutto il Nord Italia”. Continua a leggere

Merci dal mare alla ferrovia, collegamento tra il porto di Brindisi e l’interporto di Bologna

Arriverà e partirò dal porto di Brindisi il treno di trasporto combinato che collega l’Interporto di Bologna allo Scalo Ferruccio di Bari. Lo prevede un accordo di collaborazione firmato martedì nella sede di Bari dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico meridionale dal presidente Ugo Patroni Griffi e dal direttore di Interporto Bologna s.p.a., Sergio Crespi. La collaborazione, si legge in un comunicato, ha l’obiettivo “di sviluppare la relazione ferroviaria Bologna Interporto – Bari Scalo Ferruccio – Brindisi Porto, utilizzando l’infrastruttura ferroviaria esistente presso il Porto di Brindisi”. Continua a leggere

Autotrasporto, il Governo deve assumersi precise responsabilità e affrontare subito i problemi

È da tempo che il mondo dell’autotrasporto evidenzia quanto sia necessario per il Paese affrontare in modo rapido i temi che sono rimasti aperti nel settore. Ora le federazioni dell’Unatras, con una decisione adottata lunedì, hanno avviato le procedure previste per la proclamazione del fermo dei servizi di trasporto, dandone notizia ai rappresentanti dell’Esecutivo e della competente Autorità. La classica “goccia che ha fatto traboccare il vaso” potrebbe apparire per certi versi persino ridicola, di fronte ad altri problemi che hanno penalizzato migliaia di imprese già duramente provate dalla crisi: riguarda la circolare sulle spese non documentate per le imprese artigiane che, se non emanata entro pochi giorni, produrrà incrementi dei costi (sotto forma di sanzioni) per gli operatori. Continua a leggere

Sani Trasporti, se il pomodoro italiano è così famoso il merito è anche loro…


Che Pablo Neruda con la sua “Ode al pomodoro” abbia contribuito a diffondere nel mondo la leggenda di uno dei prodotti alimentari più buoni, conosciuti, non c’è dubbio. Ma altrettanto certo è che se il “sugo” più amato al mondo ogni giorno arriva su milioni di tavole il merito è anche di un’azienda di autotrasporti della provincia di Parma, terra che da oltre un secolo, per tre mesi l’anno, fra luglio e settembre, vede rivivere la magia della raccolta del famoso “rotondo”: il pomodoro da sugo la cui coltivazione da un secolo si alterna a quella del frumento, in uno scambio vitale in cui ciascuna delle due piante restituisce al terreno ciò che l’altra toglie, donando ai prodotti di questa terra fertilissima caratteristiche e sapori unici. L’azienda è la Sani Trasporti, fondata nel cuore pulsante della Food Valley negli Anni 50 da Enzo Sani, per essere poi guidata dai tre figli, Franco, Ivo e Giampietro, di 56, 52 e 49 anni, che hanno trasportato l’impresa di famiglia verso nuovi traguardi, fino a garantire, ogni estate, durante la raccolta e la lavorazione, qualcosa come  il carico e la consegna di duecentomila tonnellate di pomodori destinati a condire pastasciutte e insaporire migliaia di ricette. 
Continua a leggere