Lavoratori sulle navi, troppi numeri falsi. “Il Governo obblighi gli armatori a dare quelli veri”

Il Governo convochi gli armatori italiani e li obblighi a mostrare i “veri” numeri dei marittimi, in modo da poter riformare il settore, in modo da mettere in condizione le aziende di assumere lavoratori italiani. Perché è davvero paradossale che da una parte ci siano armatori che hanno bisogno di marittimi e dall’altra marittimi disoccupati. È questo, in sintesi, l’appello lanciato al Governo da AssArmatori, l’associazione nata lo scorso gennaio e che a metà settembre aprirà al pubblico la propria sede a Roma. Una nuova, importante realtà, timonata da Stefano Messina, che alla vigilia di un incontro con i rappresentanti del governo ha chiesto un vero e proprio censimento del settore. Continua a leggere

Caccia ai ladri di tir in Lombardia: 11 ricercati, mezzi e merci nascosti in un capannone

Monza e Brianza, Bergamo, Como, Lecco, Lodi e Piacenza: sono queste le province nelle quali è scattata la caccia ai componenti della presunta “banda dei tir” che, secondo gli investigatori, avrebbero messo a segno una serie di furti di mezzi pesanti, trattori e targhe di autoarticolati, nonché di gasolio, mezzi operativi e merci per un valore complessivo di circa un milione di euro. Undici le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Monza nei confronti di altrettante persone, tutte italiane tra i 24 e i 68 anni, accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e riciclaggio. Continua a leggere

Meritate ancora la patente? Ecco i quiz per scoprire se oggi superereste l’esame teorico

Come quasi tutti gli esami, quello della patente viene vissuto con molta ansia. Certo, chi ora ha diverse primavere sulle spalle ricorderà con un mezzo sorriso il suo di esame. Il teorico, con le domande e i mille dubbi sulle risposte, e il pratico, con il terrore per i parcheggi. Preoccupazioni che adesso sono per quasi tutti sparite, grazie alla patente in tasca e alle migliaia di chilometri percorsi. Ma se tu dovessi rifare l’esame ora, a diversi anni di distanza, saresti ancora promosso? Continua a leggere

La frenata del mercato dell’auto, a giugno immatricolazioni in calo del 7,25 per cento

È un calo decisamente pesante quello registrato a giugno dal mercato italiano dell’auto. Secondo i dati del Ministero dei Trasporti, le immatricolazioni sono state 174.702, con un calo del 7,25 per cento rispetto allo stesso mese del 2017. A metà anno, quindi, il bilancio è negativo, con 1.120.829 auto targate e una flessione dell’1,45 per cento. A giugno le vetture del gruppo Fca immatricolate sono state 43.343, il 19,3 per cento in meno rispetto a giugno 2017. Cala, dal 28,52 al 24,81 per cento, anche la quota. Continua a leggere