Traffico limitato al Brennero? Nessuno osi far viaggiare false informazioni per fermare i Tir

Nessuno pensi di utilizzare il Brennero meeting per cercare di introdurre limitazioni ai collegamenti tra un Paese periferico, quale l’Italia, e quelli oltre il valico. Questo incontro rappresenta sicuramente un’occasione di verifica per predisporre soluzioni adeguate in previsione della realizzazione del traforo del Brennero, ma non deve diventare un possibile mezzo per far viaggiare la scusa di improbabili incrementi del traffico pesante, che da nostri dati è invece in linea con le previsioni. È fin troppo chiaro il monito lanciato dal presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio Paolo Uggè, a tre giorni dal vertice convocato per  il 5  febbraio dal coordinatore del corridoio scandinavo-mediterraneo della Ue, Pat Cox e che vedrà i ministri di Italia, Austria e Germania cercare possibili “soluzioni  sostenibili e di lungo periodo per il problema del traffico lungo l’asse del Brennero, dove le infrastrutture stradali , secondo alcune analisi, sarebbero ormai al limite delle proprie capacità”.  Continua a leggere

Cartello nel trasporto aereo delle merci, la Corte Ue conferma ammende per 169 milioni di euro

La Corte Ue ha confermato le ammende della Commissione per un importo complessivo di 169 milioni a varie società del settore del trasporto aereo internazionale di merci per la “loro partecipazione, nel corso di periodi compresi tra il 2002 e il 2007, a diversi accordi e pratiche concordate sul mercato”. I servizi coinvolti nel cartello consistevano “nell’organizzazione del trasporto di beni e potevano includere anche attività realizzate a nome dei clienti in funzione delle loro necessità, quali lo sdoganamento, lo stoccaggio ovvero servizi di assistenza a terra”, spiega una nota della Corte. Continua a leggere

Traghetti per la Corsica, la Sardegna cerca la flotta che assicuri i collegamenti invernali

Oltre 2,5 milioni di euro per ripristinare fino al 2020 il collegamento in traghetto con la Corsica nel periodo tra novembre e marzo. È questa la cifra messa a disposizione dalla Regione Sardegna, che vuole garantire il collegamento Santa Teresa-Bonifacio anche nei mesi invernali. Come scrive mareonline.it, il piano della Regione, “che ha previsto una spesa di 852.500 euro l’anno per il 2018, 2019 e 2020 vuole individuare una compagnia di navigazione in grado di assicurare il servizio possibilmente pronto a salpare dal prossimo 1 ottobre, come auspicato dal presidente della commissione Trasporti della regione Sardegna Antonio Solinas, ponendo tre precise condizioni”. Continua a leggere