Tentano la truffa dello specchietto all’auto civetta dei Carabinieri, arrestati due romani

La truffa dello specchietto continua a provocare vittime, ma fortunatamente, in alcuni casi, i truffatori vengono smascherati. Spesso perché scelgono male i bersagli, che capiscono di essere nel mirino e allertano le forze dell’ordine. Questa volta, a un uomo e una donna romani è andata ancora peggio, visto che i due malviventi hanno tentato di mettere a segno la truffa dello specchietto addirittura a un’auto civetta dei carabinieri del Nucleo Investigativo, che li hanno smascherati e arrestati.

I due truffatori, dopo aver visto l’auto in via della Scafa a Fiumicino, l’hanno inseguita “invitando il conducente a fermarsi, accusandolo di avere poco prima urtato la loro auto e per cui volevano essere risarciti. Quando i Carabinieri a bordo si sono qualificati, i due C.S., 30enne di Acilia e la donna, T.M. 24enne, del quartiere Borghesiana di Roma, entrambi già noti alle forze dell’ordine, hanno tentato di fuggire ma sono stati raggiunti e ammanettati a Ostia”, spiega una nota dei Carabinieri. Ora gli inquirenti stanno cercando di capire se la coppia è responsabile di altre truffe del genere che si sono verificate nell’ultimo periodo, anche perché uno di loro – spiegano i Carabinieri – ha a “suo carico numerosi reati con analogo “modus operandi””.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *