Autotrasportatori, un inserto vi guida fra i rischi e le opportunità presenti sulla vostra strada

Il difficilissimo rinnovo del contratto nazionale dei trasporti, che ha visto nelle ultime ore allargarsi sempre più la spaccatura fra le associazioni di categoria e i sindacati;  la richiesta all’Europa di difendere, con le nuove norme, non solo i produttori del vecchio continente contro la concorrenza sleale di  chi esporta merci di pessima qualità e a bassissimo costo, ma anche gli autotrasportatori italiani dall’assalto di imprese “concorrenti sleali” dei Paesi dell’Est pronte a “rubare” gli appalti magari facendo viaggiare tir vecchi e pericolosi, guidati da autisti non professionisti e, dunque , ancor più pericolosi. E poi il pericolo di tagli alla manutenzione e alla pulizia di autostrade innevate che alla vigilia di un inverno che si preannuncia glaciale fanno temere divieti al transito dei Tir e soprattutto possibili incidenti e code chilometriche; il via libera, dopo una lunghissima quanto assurda attesa (solo perché mancava una firma su un pezzo di carta) alle domande per poter ottenere sgravi fiscali per tutte le aziende che hanno autisti di camion in trasferta all’estero per oltre 100 giorni l’anno…. Sono tantissimi e di strettissima attualità i temi trattati dall’inserto trasporti in edicola giovedì 23 novembre con L’Eco di Bergamo. Uno strumento prezioso per  le centinaia di aziende del territorio per tenersi informati sulle ultime novità, con interventi dei rappresentanti della Fai Conftrasporto di Bergamo (dal presidente Giuseppe Cristinelli, al segretario Doriano Bendotti, alla direttrice Maura Baraldi),  del rappresentante dell’area trasporto di Confartigianato Imprese Bergamo Dario Mongodi; del portavoce provinciale di Fita Cna Pompilio Del Prato.  

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Autotrasportatori, un inserto vi guida fra i rischi e le opportunità presenti sulla vostra strada

  1. Un inserto non solo di “marchette” pubblicitarie ma anche contenuti giornalistici attuali, approfonditi, scritti in modo chiaro. Bravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *