Chi lascia il finestrino abbassato non rischia solo il furto. Multato un furgone: ecco perché

Non lasciate mai il finestrino abbassato dopo aver parcheggiato. Rischiate un furto, ovviamente, ma anche una multa. Lo ha imparato a proprie spese l’autista di un furgone di una cooperativa di accoglienza che trasportava bambini e ragazzi. L’uomo, spiega La Stampa, ha parcheggiato e attivato l’antifurto, ma ha lasciato aperto un finestrino per arieggiare l’abitacolo. L’autista si è visto recapitare una multa da 57 euro, di cui 16 per le spese di notifica. 
“Cercano di scongiurare i reati contro il patrimonio e intanto sottraggono dalle mie tasche 57 euro”, ha raccontato a La Stampa. “Ho già fatto ricorso al Giudice di Pace contro la multa perché ciò che è accaduto è inaudito. Per quanto riguarda la deterrenza al furto del mezzo, dispongo di un apposito dispositivo, mentre per il suo contenuto preferisco risparmiare i soldi del finestrino rotto. Nel Ducato precedente lo hanno distrutto tre volte, per rubare un’autoradio che non valeva nulla”. La multa, spiega il sito di diritto studiocataldi.it, è stata applicata “in conformità all’art. 158 del codice della strada, comma 4, che, in relazione a «Divieti in caso di fermata e sosta», chiarisce «il conducente deve adottare le opportune cautele atte a evitare incidenti ed impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso». In questi casi, la sanzione varia da 41 a 168 euro. Un caso simile era capitato recentemente a Viterbo, ad una donna che aveva lasciato in sosta l’auto col finestrino posteriore aperto (dal nipote di sette anni) e che, al suo ritorno, aveva trovato una multa da 41 euro”. Sul tema è intervenuta anche la dirigente della sezione della Polizia Stradale di Udine, Anna Lisa Mongiorgi. Gli agenti, ha spiegato a La Stampa, “hanno correttamente applicato la sanzione prevista. Il mezzo era posteggiato in quella zona da oltre due ore. Lavoriamo con buon senso e non vogliamo essere rigidi: capita di allontanarsi per qualche istante, ma non era questa la circostanza. Stiamo parlando dell’uscita da un casello autostradale, dove gli episodi criminosi sono in aumento. Certamente meglio una sanzione da pochi euro, 28 se avesse pagato entro cinque giorni dalla notifica, sfruttando il 30% di riduzione prevista dalla legge, che il furto del mezzo”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *