Treno e taxi viaggiano assieme, sconti ai clienti grazie alla partnership tra Trenitalia e mytaxi

L’alleanza tra treno e taxi è realtà. Lunedì a Roma è stata presentata la partnership tra Trenitalia e mytaxi, la più grande app in Europa per il servizio taxi con oltre 2.500 vetture in Italia. L’accordo è nato per “garantire ai clienti una vera e propria seamless experience, attraverso l’integrazione tra treno e taxi: sempre più smart, sempre più digitale”, spiega il comunicato stampa di presentazione. Trenitalia e mytaxi parlano di “esempio virtuoso di door to door”. La collaborazione, spiegano, “renderà più comodo, veloce e conveniente percorrere il “primo e ultimo miglio” cittadino, iniziando dalle stazioni di Roma e Milano, città dove la presenza di mytaxi è ormai consolidata. È la prima volta in Europa che si realizza una partnership del genere”.

Le promozioni sono già partite. Fino al 31 ottobre, mytaxi garantirà ai clienti di Trenitalia uno sconto del 50 per cento su tutte le corse pagate via app che avranno come partenza o destinazione le stazioni di Milano Centrale, Garibaldi e Rogoredo e di Roma Termini, Tiburtina e Ostiense. Successivamente verrano aggiunte altre iniziative promozionali dedicate ai ai clienti Trenitalia, fruibili attraverso percorsi di prenotazione e acquisto interamente digitali. Alla presentazione dell’accordo, l’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, e il ceo di mytaxi, Andrew Pinnington, hanno spiegato che ci sarà una progressiva integrazione tra i rispettivi sistemi informatici che consentirà ai clienti, già tra qualche mese, di acquistare voucher scontati per l’utilizzo di mytaxi direttamente sul sito internet di Trenitalia, in abbinamento all’acquisto del biglietto del treno. Inoltre, per i 6milioni e 800mila soci CartaFreccia, sarà presto possibile iscriversi a mytaxi inserendo il proprio codice fedeltà e accumulare un punto per ogni chilometro percorso in taxi, eliminando dall’importo della corsa anche il costo di ogni supplemento per il trasporto dei bagagli.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *