L’Osservatorio del traffico ci dice dove vanno i turisti in vacanza: Val D’Aosta, Marche, Sicilia…

Turisti sulle strade, da Nord a Sud. A luglio è cresciuto del 5 per cento rispetto a giugno – e del 2 per cento rispetto a luglio 2016 – l’indice di mobilità rilevata (Imr) dell’Osservatorio del Traffico che monitora la rete stradale e autostradale gestita da Anas. In particolare cresce il traffico nel Meridione, con Sud e Sardegna che fanno registrare un incremento dell’8 per cento e la Sicilia addirittura del 10.

Rispetto allo stesso mese dello scorso anno, luglio 2017 rivela picchi di traffico su molte arterie della penisola, in particolare quelle che portano al mare o in montagna, spiega l’Anas. Al Nord, in Valle D’Aosta, sulla strada statale 26 “Della Valle D’Aosta”, che porta a La Thuile, il passaggio giornaliero dei veicoli è aumentato del 34,1 per cento passando da 2.500 a 3.400. Al Centro, nelle Marche, in provincia di Ascoli Piceno, sul raccordo autostradale 11, la cosiddetta Ascoli-mare, il picco è del 27,4 per cento, passando dai 32.000 ai 40.500 veicoli al giorno. Spostandosi nella provincia di Ancona, sulla strada statale 76 “Della Val D’Esino”, un +10,7 per cento porta il passaggio dei veicoli da 27.700 a 30.700. Trend positivo anche per la strada statale 3bis “Tiberina”, tra Umbria ed Emilia Romagna, dove il traffico ha avuto un sostanziale incremento: del 31,4 per cento in provincia di Forlì-Cesena, passando dagli 11.200 ai 14.600 veicoli; del 9,7 per cento in provincia di Terni, dai 24.000 ai 26.300; del 7,6 per cento in provincia di Perugia, dai 44.200 ai 47.550. Al Sud, in Campania, la strada statale 7 Quater “Via Domitiana” domina con un + 26,3 per cento, passando da 28.200 a 35.600 veicoli al giorno. Cresce del 6 per cento anche il traffico sulla A2 “Autostrada del Mediterraneo”, “un risultato importante attribuibile al completamento dei grandi lavori dell’autostrada”, spiega l’Anas, “avvenuto lo scorso 22 dicembre, permettendo di restituire al Paese un’autostrada percorribile tutta a tre e due corsie per senso di marcia con standard elevati, ma anche alla grande campagna di valorizzazione dei territori attraversati dalla A2 avviata recentemente da Anas”. In Sicilia spiccano i flussi di traffico sulla strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula”: in provincia di Caltanissetta, si registra un + 38,4 per cento (da 7.500 a 10.500 veicoli al giorno). In provincia di Siracusa, invece, + 9,5 per cento (da 21.400 a 23.400) sulla strada statale 114 “Orientale Sicula”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *