Caccia aperta per 7 giorni a Tir e bus fuorilegge. Nel mirino lo stato psicofisico dei conducenti

Sarà una settimana ad “altissimo rischio di sanzioni” quella dal 24 al 30 luglio 2017  per i conducenti di tir e di pullman che non amano rispettare le regole. In quei sette giorni su strade e autostrade di tutta Europa scatterà infatti una vera e propria caccia ai mezzi pesanti  “fuorilegge”, con migliaia e migliaia di controlli effettuati nell’ambito della  campagna europea ‘Truck & Bus’, organizzata da Tispol,  la rete di cooperazione tra le Polizie Stradali nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale oggi aderiscono tutti i Paesi membri dell’Unione, più la Svizzera e la Norvegia. Controlli che in Italia saranno condotti dagli agenti della Polizia Stradale che avranno un motivo in più per svolgere il proprio compito nel migliore dei modi considerato che proprio l’Italia, col Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno,  da ottobre 2016 ha la presidenza del network europeo delle Polizie Stradali. Durante le giornate di controlli saranno compiute verifiche del rispetto dei limiti di velocità,  della normativa ADR sul trasporto delle merci pericolose e tutte le altre prescrizioni sull’autotrasporto previste dalla normativa nazionale e comunitaria, ma anche severi controlli sullo stato psicofisico dei conducenti. I risultati a livello nazionale saranno resi noti a partire dal 7 agosto 2017 e, successivamente, quelli complessivi europei.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *