L’Alfa Romeo riparte con nuovi motori e la riapertura del Museo storico di Arese

Mail05Tx0073È tempo di grande rilancio per un brand storico dell’Italia dei motori come l’Alfa Romeo, da tempo nella galassia della Fiat, oggi Fca. Se infatti da una parte si parla di nuovi ed efficienti nuovi motori sviluppati come Alfa Romeo anche grazie a un finanziamento di 600 milioni di euro da investire in Italia, e in particolare per sostenere ricerca, sviluppo e produzione garantito dalla Bei (Banca europea per gli investimenti), dall’altra Alfa Romeo sta rivalutando il suo passato anche attraverso la riapertura dello storico museo di Arese. Continua a leggere

Monza, la corsa per salvare il Gran Premio: raccolte 1.700 firme in meno di due giorni

“Sono oltre 1.700 le firme raccolte in un giorno e mezzo sia a Pianeta Lombardia sia a Palazzo Lombardia in difesa del Gran Premio di Formula 1 di Monza”. Lo ha reso noto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni nella conferenza stampa dopo la riunione della Giunta. Continua a leggere

Telepass e Arval, per le flotte aziendali pagare l’autostrada è più semplice

TELEPASS_Flotta e movimentiÈ nato “Telepass Fleet by Arval”, un nuovo strumento di pagamento a 360 gradi dei servizi di mobilità delle aziende. È questa, annunciano Telepass e Arval in una nota, la soluzione pensata specificamente per le flotte aziendali che, con il semplice accesso a un portale o scaricando la App sul telefonino, consente di gestire e monitorare le spese di viaggio in modo veloce, comodo e flessibile. Continua a leggere

Fondi Ue per 15 progetti italiani: finanziati la Torino-Lione e il valico del Brennero

Sono 15, tra cui la Torino-Lione e il valico del Brennero – i progetti italiani che otterranno i fondi Ue della Connecting Europe Facility. La Commissione europea ha selezionato in totale 276 progetti sui circa 700 arrivati, a cui assegnerà complessivamente 13,1 miliardi di euro. L’Italia è al terzo posto dopo Germania e Francia per i finanziamenti che riceverà. Tra i progetti interessati dai finanziamenti europei ci sono anche la Milano-Chiasso, il porto di Genova e il Po. Escluso, invece, il Terzo valico dei Giovi tra Liguria e Piemonte. Continua a leggere

Metro C di Roma, aperte sei nuove fermate. Delrio: “Cura del ferro per l’Italia”

L’Italia “ha bisogno della cura del ferro”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, all’inaugurazione delle sei nuove fermate della metro C di Roma. “Le metropolitane”, ha spiegato Delrio “sono la terapia efficace a molte malattie delle nostre città”. Dalle 15 di lunedì 29 giugno sono aperte al pubblico le sei nuove stazioni della metro C: Mirti, Gardenie, Teano, Malatesta, Pigneto e Lodi. Le nuove fermate si vanno aggiungere alla tratta già attiva Pantano-Centocelle. La metro C, in servizio tutti i giorni dalle 5.30 alle 23.30, si avvicina così al centro della città spostando il capolinea dalla stazione Parco di Centocelle alla stazione di piazza Lodi, in via La Spezia nel quartiere Tuscolano. Continua a leggere

Lanzi trasporti & logistica, la storia di un trasporto merci in viaggio da 60 anni

Lanzi 1Una famiglia, un’azienda, una storia da raccontare. Un lungo viaggio, iniziato sessanta anni fa e percorso su strade e autostrade, a trasportare merci, a consegnare prodotti su e giù per l’Italia. E poi i traslochi, i treni, altri capitoli da raccontare e nuove idee ancora da scrivere. Tutto iniziò un martedì, il 10 maggio del 1955, quando un intraprendente ragazzo, Egidio Lanzi, decise di lasciarsi alle spalle la vita dei campi per cercare una nuova strada. Un anno prima, il giovane Egidio era tornato dal servizio militare con un libretto che per lui rappresentava una grande opportunità: la patente C. In quel periodo nelle campagne emiliane si parlava di un’opera che avrebbe cambiato l’Italia: la costruzione dell’Autostrada del Sole. Su quella linea d’asfalto sarebbero transitate auto, ma anche camion. Egidio Lanzi decise che quella sarebbe stata la sua strada. Continua a leggere

Emilia 2, l’auto solare tutta italiana in mostra al Museo della Scienza di Milano

Un’auto tutta italiana mossa soltanto dall’energia del sole arriva per la prima volta a Milano, al museo della Scienza e della Tecnologia, nell’ambito della mostra Make in Italy – The Exhibition, 50 anni di innovazione italiana. L’avveniristico mezzo è stato messo a punto dal team di Onda Solare, l’unica squadra italiana a partecipare alle competizioni internazionali di veicoli alimentati da energia solare. L’auto è esposta nel Padiglione Aeronavale fino a martedì 30 giugno. Continua a leggere

Autonomia di 240 chilometri per la Zoe Renault col nuovo motore elettrico

C’è un nuovo gioiello che nasce dallo stabilimento Renault di Cléon, nel Nord della Francia. Se fino a oggi il fiore all’occhiello dello stabilimento era il blocco motore termico Energy dCi (130, 140, 160), un motore diesel a elevato contenuto tecnologico che, dal 2011, si era fatto particolarmente apprezzare dal Gruppo Renault, dall’Alleanza con Nissan e dai suoi partner, ora deve condividere gli onori con un nuovo piccolo propulsore, gioiello di tecnologia, battezzato R 240: un motore al 100 per cento elettrico, al 100 per cento Renault, che sarà montato su Zoe. Continua a leggere

Meno aiuti al trasporto significa anche più mezzi vecchi e inquinanti per strada

“Se vogliamo che gli operatori del trasporto crescano è necessario mantenere l’entità delle risorse destinate agli investimenti, limitando al minimo indispensabile le eventuali riduzioni. Anche perché è necessario garantire il virtuoso processo di rinnovo del parco circolante con mezzi più sicuri ed ecologici”: è quanto ha dichiarato a margine del convegno organizzato dall’Angopi, l’Associazione nazionale gruppi ormeggiatori e barcaioli porti italiani aderente a Confcommercio, il vice presidente di Confcommercio, Paolo Uggè, in relazione alla possibile riduzione dei 40 milioni stanziati dal Governo per interventi a sostegno dell’autotrasporto merci, “taglio” prospettato dal ministro delle Infrastrutture e trasporti Graziano Delrio. Continua a leggere

La BreBeMi è utile e in futuro lo sarà sempre più. Parola di autotrasportatori

petrogalli002“La partenza della BreBeMi è stata in sordina, inutile negarlo, ma è accaduto perché mancavano ancora i necessari collegamenti con il resto del sistema stradale e autostradale del Nord Italia, raccordi comunque già progettati e in fase di completamento o addirittura completati, come nel caso delle nuove bretelle in territorio di Crema e Bergamo appena aperte. Da quando a metà maggio è stata aperta anche la Teem, la tangenziale est esterna di Milano, la nuova autostrada A35 ha iniziato infatti ad assumere il ruolo per il quale è nata, ovvero favorire e velocizzare la circolazione per chi del trasporto fa il suo mestiere. E infatti il traffico è prontamente aumentato. Continua a leggere